Code Name S.T.E.A.M. [Hands-On]

Nintendo sarà pronta a regalarci una nuova perla?
Scritto da il 14 aprile 2015
Code Name S.T.E.A.M. [Hands-On] Anteprima

Nelle scorse generazioni di console portatili Nintendo uno dei titoli più famosi ed interessanti agli occhi del pubblico è stato sicuramente Advance Wars degli Intelligent Systems. Tra Game Boy Advance e Nintendo DS sono stati pubblicati ben quattro episodi e in molti si sarebbero aspettati un ritorno della serie anche su Nintendo 3DS. Il team di sviluppo però ha voluto optare per qualcosa di totalmente diverso: dare alla luce un gioco completamente inedito, dotato di una sua personalità unica in grado di farlo distinguere dalla massa. Ecco quindi che nasce l’intrigante Code Name S.T.E.A.M., action game tattico che ci porta nel cuore di un mondo steam punk invaso da una misteriosa forza aliena. 


Uno stile inaspettato

Più che parlare della trama vera e propria del prodotto, in questa anteprima-hands on vorremmo concentrarci su uno dei tanti aspetti curiosi del progetto di Intelligent Systems: lo stile adottato. Ebbene si, il gioco si presenta agli occhi degli utenti in una maniera completamente inaspettata, che mai si sarebbe immaginata da un team di sviluppo orientale. Il setting delle vicende è il mondo occidentale (Inghilterra, Stati Uniti ecc.) di fine 1800, lo stile scelto uno steam-punk puro e la tecnica con cui il tutto è rappresentato è quella tipica dei comics americani più classici. Insomma questo Code Name S.T.E.A.M. non sembra assolutamente provenire da sviluppatori orientali, benché meno da un team interno a Nintendo. Una scelta coraggiosa questa, in quanto distanziarsi in maniera così drastica dalla classica iconografia dai propri precedenti lavori è un rischio che non tutti si sentono in grado di prendere. Altra curiosità estremamente intrigante legata al gioco riguarda poi il cast di personaggi a nostra disposizione, provenienti tutti o quasi dal mondo della letteratura occidentale del periodo. 


Ibrido interessante

Lo stile grafico non è l’unico elemento originale del prodotto. Anche il gameplay è frutto di un’attenta fase di analisi ed ideazione che ha portato Intelligent Systems a dare vita a qualcosa di unico. Il gioco, in sostanza, è un ibrido tra strategico a turni e sparatutto in terza persona. Cosa significa tutto questo? Beh è molto semplice: considerate Code Name S.T.E.A.M. come una variante gli episodi più recenti di XCOM dove però la fase di attacco possiede una concreta componente interattiva da parte dell’utente. Questo significa che noi giocatori saremo chiamati in prima persona a mirare ai punti deboli degli alieni, piuttosto che cercare le migliori posizioni per far si che gli attacchi ad area infliggano il maggior numero di danni possibile. Una scelta che onestamente intriga e che è in grado di attrarre non solo gli appassionati di strategici a turni, ma anche coloro che amano una partecipazione più attiva all’interno di un videogioco. 

Questa struttura di base farà da sfondo poi a numerose tipologie di missione: esse spaziano dalla classica eliminazione di tutti i nemici al più delicato recupero di ostaggi sparsi per l’ambientazione. Nelle prime ore di gioco abbiamo potuto osservare una discreta varietà di situazioni, speriamo che progredendo nel avventura questa caratteristica si riveli essere una vera e propria costante del prodotto. 


L’attesa sta per finire

Annunciato allo scorso E3, Code Name S.T.E.A.M. è rimasto nell’ombra per alcuni mesi salvo poi attirare le attenzioni di molti nei recenti Nintendo Direct. Il prodotto ha degli elementi sicuramente interessanti, che potrebbero renderlo un vero e proprio must have per ogni possessore di Nintendo 3DS. L’unico reale dubbio risiede nel funzionamento del gameplay nel lungo periodo: saranno riusciti gli Intelligent Systems a mantenere vivo e costante l’interesse per il gioco durante tutta la campagna single player? Personalmente speriamo proprio di sì: quanto abbiamo potuto provare fino ad ora ci ha convinto ed incuriosito e non vediamo l’ora di scoprire cosa ci riserverà il resto del prodotto.

Unica nota dolente riscontrata nel nostro hands on? Un comparto tecnico sotto tono, che talvolta quasi sembrava ricordare più la grafica della precedente console Nintendo. Ma questi ed altri dettagli verranno trattati in maniera più approfondita in sede di recensione, che ricordiamo arriverà tra circa tre settimane.

Le premesse per questo titolo sono davvero buone, vedremo in sede di recensione se Nintendo avrà svolto un lavoro come si deve.
ASPETTATIVA4/5
Fire Emblem: AwakeningAltro lavoro di Intelligent Systems assolutamente intrigante. Consigliato a tutti gli amanti dei tattici
Disgaea 4: A Promise UnforgottenSe siete in cerca di un buon tattico su altre console Disgaea è ormai sinonimo di garanzia.
SCHEDAGIOCO
Cover Code Name: S.T.E.A.M.

Code Name: S.T.E.A.M.

Scheda completa...
Code Name S.T.E.A.M. [Hands-On]2015-04-14 09:00:00http://www.vgnetwork.it/anteprime-nintendo-3ds/code-name-steam-hands-on-49151/Nintendo sarà pronta a regalarci una nuova perla?1020525VGNetwork.it