Dragon Ball Z: Extreme Butoden

Come ti rivolto il Super Saiyan
Scritto da Mail@ Meghar1il 11 luglio 2015
Dragon Ball Z: Extreme Butoden Anteprima

Dragon Ball Z: Extreme Butoden è l'ennesimo tentativo, quel "ancora una volta" che ogni software house deve provare, se ha in mano i diritti di un brand ultra milionario come Dragon Ball, dalle infinite potenzialità, ma dalla scarsa resa sotto forma di videogame. Dopo una serie di buchi nell'acqua più o meno profondi, stavolta la palla passa ai creatori di Guilty Gear, quei bravi ragazzi del team Arc System Works


It's over 9000!

No, nessuna possessione da parte del buon Vegeta, protagonista di numerosi memes facebookiani con questa frase. Il ricorso è dettato dalla potenza che pare suscitare Dragon Ball Z: Extreme Butoden, previsto per Nintendo 3DS ed incentrato sul perno dell'anime, o del manga se volete andare alla fonte: il combattimento. Smettiamola di giocare a chi ha il testicolo più molle, ed andiamo ad osservare velocemente la struttura del nuovo Dragon Ball. Dai video e dal gameplay mostrato, possiamo finalmente esultare: lo stile dei picchiaduro targati Arc System si fa sentire, e subito notiamo come i combattimenti siano decisamente elettrici e vibranti, pieni di contrattacchi e gestiti nello stile che gli sviluppatori conoscono meglio. C'è scappato anche un occhio sulle barre a video, del Ki e della parata, mentre notavamo che non esiste "più" il volo ad minchiam, ma si combatte in aria "solida", quindi come se fossimo al suolo. La barra della parata si svuoterà, se ne effettuiamo troppe di fila, mentre quella del Ki verrà riempita grazie alle nostre combo, o caricando l'aura, elemento distintivo di Dragon Ball, che è poi uno degli elementi che gasano maggiormente in un videogioco ad esso ispirato. 


Il mondo è curioso, ed in Giappone è già soddisfatto

Come forse già sapete, Dragon Ball Z: Extreme Butoden è già disponibile in Giappolandia, in esclusiva per la portatile tridimensionale di casa Nintendo. Non siamo andati a chiedere ai nostri corrispondenti nipponici, perché non ne abbiamo manco mezzo, ma possiamo dire che Dragon Ball Z: Extreme Butoden ci ispira già un sacco di cose. Concentrarsi sulla tecnica e sulla struttura del battle system è sempre una buona cosa, ed il team di sviluppo lo sa bene. Il gioco è realizzato con grafica bidimensionale e le colorazioni sono sgargianti come nell'anime, dando quel sapore di familiarità che non guasta mai, anzi. Oltre ad avere più di una ventina di personaggi tra i quali scegliere, Dragon Ball Z: Extreme Butoden offrirà anche la feature Z-Assist, la qual consiste nel selezionare un personaggio secondario (la lista è veramente folta) che - nel momento della richiesta di Assist, durante lo scontro - entra in scena in modo cazzuto, adempie al suo dovere di guastatore, e poi se ne va, gambe in spalla. Insomma, una piccola chicca che contribuisce ad elevare un po' la profondità di gameplay, anche se non sono emersi dettagli su frequenza o incisività degli Z-Assist. 

Insomma, Dragon Ball Z: Extreme Butoden sembra davvero essere un titolo interessante, e questa prima occhiata ve lo può confermare. A presto con ulteriori novità. 

Sembra che si possa finalmente vedere la luce, per quanto riguarda un videogioco su Dragon Ball.
ASPETTATIVA4/5
Dragon Ball Xenoverse ( PS4 )Non la perfezione fatta picchiaduro, ma un buon esponente del filone dei videogames dedicati a Dragon Ball.
Super Street Fighter IV 3D EditionSuper Street Fighter IV è un picchiaduro come si deve.
SCHEDAGIOCO
Cover Dragon Ball Z: Extreme Butoden

Dragon Ball Z: Extreme Butoden

Scheda completa...
Dragon Ball Z: Extreme Butoden2015-07-11 16:50:00http://www.vgnetwork.it/anteprime-nintendo-3ds/dragon-ball-z-extreme-butoden-50116/Come ti rivolto il Super Saiyan1020525VGNetwork.it