Final Fantasy Explorers

L'ennesimo spin-off di Final Fantasy
Scritto da il 17 gennaio 2015
Final Fantasy Explorers Anteprima

Negli ultimi vent'anni siamo stati letteralmente bombardati dagli spin-off di Final Fantasy, i quali hanno finito col generare numerose sotto-serie, con cui sono stati esplorati generi diversi dal JRPG classico a turni (che peraltro non è più il genere di riferimento nemmeno per la serie principale): a seconda delle occasioni, abbiam visto tattici, racing game, action-(più o meno)JRPG, rhythm game e altro ancora.

Non deve sorprendere che Square Enix abbia deciso di percorrere anche la strada degli hunting game, con Final Fantasy Explorers, sviluppato da Racjin; d'altro canto, Lord of Arcana e Lord of Apocalypse non hanno fatto molti proseliti, quindi è giusto rimpiazzarli con un brand decisamente più famoso. Ma si tratterà davvero di un hunting game?


L'erede di Crystal Chronicles

Per quanto il paragone con Monster Hunter venga subito alla mente – anche in virtù del sistema di crafting –, diverse testate giapponesi tendono a confrontare il titolo in questione con Final Fantasy XI e XIV: si tratterebbe, dunque, del capostipite di una nuova serie (pare), che si avvale di una struttura MMO semplificata, in modo da adattarsi meglio al gaming portatile.

Final Fantasy Explorers è un action-RPG con una forte enfasi sul multiplayer, quindi è impossibile non accostarlo ad una delle più prolifiche sotto-serie di Final Fantasy, vale a dire Crystal Chronicles, da cui viene mutuata la struttura quest-driven. Gli eventi si svolgono sull'isola di Amostela, ricca di preziosi cristalli, che attraggono numerosi esploratori. I cristalli sono importanti fonti di energia, preservate da guardiani chiamati Summon, creature che i fan della serie non faticheranno a riconoscere. Le nostre peregrinazioni iniziano dalla città di Libertus, in cui è possibile acquistare armi ed equipaggiamenti (che modificheranno pure l'aspetto dei personaggi) e accettare i vari incarichi. Tra i mezzi di trasporto figura la classica aeronave, mentre purtroppo non si possono cavalcare i chocobo.

Proprio come i vari Crystal Chronicles, il gioco può essere fruito anche in single player, ma perde gran parte del suo fascino (sempre detto che ne abbia, di fascino, NdR), dal momento che è pensato per valorizzare la cooperazione fra quattro persone, sia in locale sia online. Ad ogni modo, i cuori solitari possono avvalersi dell'aiuto dei mostri, tra cui compaiono pure i chocobo. Per creare un mostro alleato occorre la relativa Spirit Stone, che può essere droppata dallo stesso in battaglia.


Un omaggio a Final Fantasy

Per fare presa sul pubblico, Square Enix ha ovviamente sfruttato tutti quegli elementi che possano risultare familiari ai fan di Final Fantasy: fra le Summon possiamo scorgere creature celebri come Ifrit, Ramuh, Shiva, Diablo, Fenrir, Alexander, Odin, Leviathan e Bahamut; fra le armi compaiono Ragnarok, Excalibur e molte altre; si parla di oltre cinquecento pezzi di equipaggiamento in tutto. Inoltre, diversi DLC a pagamento consistono in costumi, fra cui quelli di Cloud, Tifa, Aerith, Tidus, Rikku (in versione Final Fantasy X), Yuna (in versione Final Fantasy X-2) e Cecil, al prezzo di 150 yen (equivalenti a poco più di € 1) cadauno.

L'aspetto più importante, però, è la modalità “Trance” (per dirla à la Final Fantasy IX), che consente la trasformazione dei personaggi in celebri eroi della serie, tra cui Cloud, Squall, Terra, Lightning, Yuna (sempre in versione Final Fantasy X-2), Tidus, Cecil, Bartz e Vaan (ce n'era proprio bisogno?, NdR), tutti dotati di mosse caratteristiche (ad esempio, l'Omnislash per l'onnipresente Cloud). La Trance, inoltre, consente anche, alternativamente, di avvalersi delle Summon Beast.


Un nuovo job system?

Anche il job system è un ritorno dal passato, e anche le varie classi sono perlopiù note ai fan: abbiamo Freelancer, Knight, Monk, White Mage, Black Mage, Paladin, Ranger, Dragoon, Thief, Ninja, Alchemist, Sage, Time Mage, Machinist, Dark Knight, Geomancer, Beastmaster. In tutto dovrebbe esserci una ventina di job diversi, tra cui pure qualcuno inedito. Inoltre, altri ancora saranno scaricabili, come il Samurai (gratis).

Dopo aver creato il proprio personaggio nelle sue fattezze fisiche, ad esso sarà assegnata la classe base, cioè Freelancer, non caratterizzato da abilità proprie. Nonostante i job siano classici, il sistema in sé appare un po' diverso, e, in particolare, piuttosto flessibile: esistono, infatti, numerose cross-skill, cioè abilità che possono essere apprese da più di un job; l'importante è che una skill abbia una qualche attinenza con la classe prescelta (l'esempio classico è il Dark Knight, che può imparare le magie nere). Le abilità in tutto dovrebbero essere quasi duecento, e appaiono legate al job solo debolmente.


Arriva o non arriva?

Final Fantasy Explorers ha debuttato in madrepatria lo scorso 18 Dicembre, con vendite molto buone: il gioco, infatti, ha raggiunto quasi le 250000 copie in un mese; un risultato che non sfigura di fronte agli hunting game (esclusi i pesi massimi Monster Hunter e God Eater), né agli episodi tascabili di Crystal Chronicles usciti su Nintendo DS. Peccato che sul piano qualitativo la storia sia un po' diversa: i giocatori giapponesi, infatti, non si sono dimostrati soddisfatissimi, anche se bisogna osservare che parte della delusione è dovuta al fatto che si aspettavano un gioco molto più simile a Monster Hunter.

Per quanto riguarda i mercati occidentali, manca ancora un annuncio ufficiale da parte di Square Enix, che però ha già registrato il marchio negli Stati Uniti; questo dato, unito al buon successo del gioco e alla mole non elevatissima di testi (sicuramente meno di un JRPG classico), depone a favore di una localizzazione, che riteniamo molto probabile. Magari se ne parlerà dopo Final Fantasy Type-0 HD.

L'ennesimo spin-off di Final Fantasy. Non sembra un must buy, però può risultare interessante in ottica multiplayer e fan service (in senso citazionista).
ASPETTATIVA3/5
Monster Hunter 4 UltimateOrmai manca poco all'uscita europea del re degli hunting game! Anche se Final Fantasy Explorers non è un hunting game classico...
Final Fantasy Crystal Chronicles: Ring of FatesIn una certa misura, Final Fantasy Explorers può essere considerato un erede della sotto-serie Crystal Chronicles. Ring of Fates è il primo esponente portatile.
SCHEDAGIOCO
Cover Final Fantasy Explorers

Final Fantasy Explorers

Scheda completa...
Final Fantasy Explorers2015-01-17 11:00:34http://www.vgnetwork.it/anteprime-nintendo-3ds/final-fantasy-explorers-48242/L'ennesimo spin-off di Final Fantasy1020525VGNetwork.it