Mario Golf: World Tour [First Look]

Il golf secondo NintendoScritto da Mail@TheSad5torkil 25 febbraio 2013
Mario Golf: World Tour [First Look] Anteprima

Durante l'ultimo Nintendo Direct, la casa di Kyoto ha annunciato un po' a sorpresa un nuovo capitolo della saga di Mario Golf in esclusiva per Nintendo 3DS. L'ultimo capitolo ad essere stato sviluppato è Mario Golf: Toadstool Tour, uscito su Gamecube nel 2003, e la scelta di far riposare il brand proprio nell'era del Wii aveva destato qualche perplessità, soprattutto alla luce della versatilità del Wiimote nei titoli sportivi. Lo sviluppo del nuovo episodio, sottotitolato World Tour, è affidato come ormai da tradizione ai ragazzi di Camelot, responsabili di tutte le sortite sportive di Mario nel tennis e nel golf degli anni passati, che ripropone anche questa volta il riuscito mix di realismo e attitudine arcade che ha fatto la fortuna dei passati episodi.


Il golf secondo gli umani

Mario Golf: World Tour rispetta in pieno tutte le regole poste alla base del golf. Lo scopo del giocatore è quindi quello di mandare in buca la pallina nel minor numero di colpi possibili, questi ultimi prestabiliti per ogni campo. Il numero di colpi impiegati è fondamentale per stabilire i punti che ogni giocatore guadagna e in questo senso è importantissimo tenere a mente il par, cioè il numero massimo di colpi entro il quale bisogna imbucare la pallina. I classici birdie (un colpo in meno rispetto al par), eagle (due colpi in meno), boogie (un colpo in più) e così via, sono tutti presenti assieme ai loro multipli. Come detto, le leggi che governano Mario Golf: World Tour sono le stesse che si utilizzano in qualsiasi altra simulazione di golf e si pongono accanto alla marcata componente arcade che rende il titolo meno serioso ma allo stesso tempo più divertente.


Super Shot e roster

Nei passati episodi gli elementi arcade sono sempre stati una colonna portante all'interno delle dinamiche di gameplay. Ogni personaggio ha caratteristiche differenti in base alla stazza e particolari abilità che vengono fuori tramite gli immancabili Super Colpi. Mentre la prima influenza parametri come la forza, la gittata o la precisione, i secondi forniscono power up di vario tipo che variano in base al personaggio scelto e che spesso fanno pendere l'ago della bilancia per determinare il vincitore. Sul versante personaggi, fin'ora sono stati mostrati Mario, Luigi, Donkey Kong, Wario, Waluigi e Bowser ma sicuramente il numero è destinato ad aumentare dato che nei passati episodi ce n'erano almeno una quindicina da poter selezionare.


Classic Course, Mario Course

Altro elemento caratteristico della serie è composto ovviamente dai campi. Gli sviluppatori hanno confermato che ci saranno principalmente due tipologie di terreni, alcuni più classici e standard e altri che prendono a piene mani dal tipico canovaccio visivo ispirato al Regno dei Funghi. Questi ultimi si segnalano per essere maggiormente dinamici e imprevedibili con elementi che ne cambiano la morfologia e quindi la strategia migliore per arrivare prima sul green. Le ambientazioni saranno poi rese ancora più imprevedibili da fattori climatici (come il vento) che influenzeranno la gittata della pallina ma al momento non sappiamo se anche questi tenderanno a mutare nel corso della partita. Lo stesso discorso si estende anche a eventuali modalità aggiuntive e minigiochi; la loro presenza dovrebbe essere scontata se guardiamo ai vecchi episodi della serie ma Nintendo non ha rilasciato molti dettagli sull'argomento.


Nintendo Network

Uno dei punti di forza della saga è sempre stato il comparto multiplayer e, per la prima volta nella storia del brand, potremo organizzare tornei e partite online tramite il Nintendo Network. Anche se su questo aspetto tutto tace, il supporto della piattaforma online di Nintendo appare scontato vista l'implementazione di tale feature addirittura in un titolo, Luigi's Mansion 2, in apprenza poco votato all'azione multiplayer. Al momento possiamo quindi solo fare delle ipotesi su cosa potremo trovarci davanti in questa direzione ma le potenzialità sono davvero tante soprattutto in ottica longevità. Per quanto riguarda le certezze, l'aspetto che risalta maggiormente è sicuramente il comparto tecnico. I modelli poligonali sembrano ottimi già da ora e ben animati. Anche le ambientazioni si difendono egregiamente e utilizzano una palette cromatica azzeccata e vivida. Senza mezzi termini, Mario Golf World Tour si presenta già da ora come uno dei titoli tecnicamente più avanzati tra quelli visti fin'ora sul portatile Nintendo e il tutto non può che renderci felici anche in ottica futura.


In definitiva

Se da un lato molti aspetti della nuova produzione Camelot sono tutt'ora oscuri, dall'altro sembra che il feeling con i vecchi episodi dovrebbe restare intatto. Mario Golf: World Tour riproporrà quel mix di realismo e caratteristiche arcade che potrebbe riuscire a mettere d'accordo sia il neofita che il veterano del genere grazie a un gameplay immediato ma non per questo poco profondo. I mesi che ci separano dalla realease non sono molti (si parla della prossima estate) e il nostro consiglio è di restare sintonizzati su queste pagine per non perdersi nessun aggiornamento sulla nuova simulazione golfistica firmata Nintendo.

I dettagli sono davvero pochi ma sufficienti per far salire l'hype a tutti gli amanti della saga.
ASPETTATIVA4/5
Wii Sports ResortSimulazione sportiva per casual e hardcore gamers.
Mario Tennis OpenStessa console, stessi sviluppatori ma sport completamente differenti.
SCHEDAGIOCO
Cover Mario Golf: World Tour

Mario Golf: World Tour

Scheda completa...