The Legend of Zelda: A Link Between Worlds

Uno Zelda old school
Scritto da Mail@TheSad5torkil 22 ottobre 2013
The Legend of Zelda: A Link Between Worlds Anteprima
Annunciato durante il Nintendo Direct del 17 Aprile 2013, The Legend Of Zelda: A Link Between Worlds è la prima sortita inedita dell'universo di Zelda su Nintendo 3DS. Il sottotitolo dell'opera non può non far tornare alla mente lo storico episodio uscito nel lontano 1991 per Super Nintendo, tutt'ora considerato da critica e pubblico come la miglior incarnazione bidimensionale della serie. A Link to the Past però, oltre ad essere un capolavoro senza tempo, ha avuto il pregio di introdurre nella saga una serie di trovate diventate ormai imprescindibili sia per quanto riguarda la trama che l'impostazione delle meccaniche di gameplay: la Master Sword, il binomio Mondo Reale e Mondo Oscuro, il trittico di dungeon che fungono da ponte a nuovi poteri. Queste sono solo alcune delle meccaniche diventate cardine all'interno della saga proprio dal capitolo per SNES, riuscirà Nintendo a rimescolare le carte in tavola per provare a svecchiare una delle sue saghe più amate?

L'eroe di Hyrule

Le vicende di A Link Between Worlds prendono vita sei generazioni dopo gli eventi narrati in A Link to the Past. Al momento, su questo punto, sappiamo soltanto che la Hyrule che fa da sfondo a questa incarnazione per Nintendo 3DS è la stessa del titolo uscito su SNES: come più volte confermato da Nintendo, la mappa di A Link Between Worlds sarà geograficamente identica a quella di A Link to the Past, presentando differenze dal punto di vista morfologico. Tutto tace per quanto concerne il plot narrativo, eccezion fatta per la presenza di due principesse, una per mondo, e per alcuni rumors riguardante una seconda Triforza dal potere oscuro. Ad ogni modo, oltre alla mappa, c'è una seconda analogia con A Link to the Past che riguarda invece la presenza di un Mondo Oscuro, parallelo a quello reale e chiamato Lorule, nel quale Link dovrà addentrarsi per poter proseguire lungo la propria avventura e compiere azioni che avranno inevitabilmente ripercussioni nel mondo normale, sulla falsariga di quanto avveniva proprio nell'originale. 

Una ventata di freschezza...

Per quanto riguarda le meccaniche di gameplay c'è da segnalare una grossa differenza rispetto al passato. Sul punto Satoru Iwata non ha nascosto che la saga di Zelda negli ultimi vent'anni ha utilizzato una serie di convenzioni e tradizioni divenute immancabili all'interno dei vari titoli come ad esempio il sistema degli oggetti. Ogni episodio seguiva infatti una impostazione ben precisa che prevedeva il recupero dello strumento all'interno di un dungeon, il quale necessitava l'utilizzo dell'oggetto stesso per risolverne gli enigmi. A Link Between Worlds cambia invece le carte in tavola, e per la prima volta nella saga sarà possibile affrontare i dungeon in modo libero. Non abbiate paura, le fasi di puzzle solving saranno sempre al centro dell'esperienza di gioco ma quello che cambia è il metodo con cui si otterranno i vari strumenti. Gli sviluppatori hanno infatti inserito un negozio – la Bottega di Lavio – all'interno del quale è possibile noleggiare o acquistare tutti gli item che solitamente venivano reperiti all'interno del dungeon. Una scelta coraggiosa che farà forse storcere il naso a qualche fan ma che può essere tranquillamente inquadrata come un passo necessario per svecchiare una serie fin troppo ancorata ai propri canoni. Emblematico, sotto questo punto di vista, il fatto che la maggior parte delle convenzioni che la saga si è portata appresso per tutti questi anni siano state introdotte, come abbiamo detto, proprio con A Link to the Past.

...ad un solido gameplay

I tre monoliti su cui poggia il gameplay della saga – puzzle solving, esplorazione e combattimenti – dovrebbero restare invariati, in base agli elementi che abbiamo in mano. Le fasi di puzzle solving caratterizzeranno, come da tradizione, non solo i dungeon ma anche le varie zone della world map. L'esplorazione è garantita dalla mappa, come detto identica geograficamente a quella di A Link to the Past, già di per sé grande e ampliata grazie alla presenza del mondo parallelo che Link dovrà visitare. Per quanto riguarda i combattimenti invece non dovrebbero registrarsi grosse innovazioni ad un sistema comunque ampiamente rodato ma qualche sorpresa potrebbe comunque saltare fuori da qualche oggetto non ancora rivelato. Ad ogni modo, c'è da segnalare una nuova abilità completamente nuova della serie che permetterà a Link di appiattirsi come se fosse un disegno sulle pareti per superare zone altrimenti inaccessibili. Il meccanismo funziona a grandi linee come quello presente in Paper Mario: Sticker Star, ultimo episodio della saga di Paper Mario uscita lo scorso anno sempre su 3DS e alla luce delle ultime informazioni diffuse da Nintendo, sembra che questa nuova tecnica di Link sarà determinante proprio per accedere alle lande oscure di Lorule.

Un capolavoro annunciato?

Tecnicamente parlando A Link Between Worlds è un titolo completamente tridimensionale che sfrutta però una visuale “a volo d'uccello” che riprende quindi il protagonista dall'alto. Questa scelta, l'ennesima analogia con  A Link to the Past, si rivela azzeccata perchè strizza l'occhio ai titoli vecchia scuola e si rende al contempo ancora attuale ed efficace a mostrare l'azione sullo schermo. Per quanto riguarda gli effetti sonori, Nintendo ha voluto evidentemente omaggiare i fan di vecchia data, perchè la maggior parte dei jingle e degli effetti sonori fin'ora mostrati sono presi di peso dal repertorio di A Link to the Past. Insomma, A Link Between Worlds è probabilmente lo Zelda che molti appassionati della saga stanno aspettando da anni perchè propone meccaniche assolutamente inedite nella serie condite da scelte stilistiche e di gameplay strettamente legate ad uno degli episodi più amati dell'intera serie. Gli ingredienti per un capolavoro quindi ci sono tutti, resta da vedere come le nuove meccaniche relative ai dungeon si accorderanno con il resto dell'impianto di gioco, pertanto il giudizio definitivo è spostato al 22 Novembre giorno in cui potremo finalmente mettere le mani sopra all'ultima fatica del team EAD
Meccaniche completamente inedite si fondono ad un impianto di gioco ampiamente rodato, il tutto nel segno di A Link to the Past.
ASPETTATIVA5/5
The Legend of Zelda: Ocarina of Time 3D Una delle migliori incarnazioni tridimensionali di Zelda.
Pokémon X - YCompletamente differenti come impostazione ma parliamo di titoli eccelsi.
SCHEDAGIOCO
Cover The Legend of Zelda: A Link Between Worlds

The Legend of Zelda: A Link Between Worlds

Scheda completa...
The Legend of Zelda: A Link Between Worlds2013-10-22 09:00:00http://www.vgnetwork.it/anteprime-nintendo-3ds/the-legend-of-zelda-a-link-between-worlds/Uno Zelda old school1020525VGNetwork.it