The Legend of Zelda : Ocarina of Time 3D

Cavalcare le lande di Hyrule, in 3D
Scritto da Mail@ mattscannail 27 aprile 2011
The Legend of Zelda : Ocarina of Time 3D Anteprima

Ci sono pochi giochi che hanno influenzato la nostra cultura e la nostra vita come The Legend of Zelda: Ocarina of Time, titolo made in Nintendo realizzato per Nintendo 64 nel 1998 e da molti incensato come il miglior videogame di tutti i tempi. Vista la sua importanza e fama e nonostante sia già stato riproposto su altre console (vi facciamo l'esempio della versione inclusa nell'Edizione Limitata di Zelda: The Wind Waker su Gamecube, senza dimenticare la Virtual Console di Wii ndr) in vari momenti, l'arrivo di una nuova versione non può che incuriosire anche tutti quelli di voi – speriamo la maggior parte – che abbiano già affrontato almeno una volta le avventure di Link in quel di Hyrule. Il caso di Ocarina of Time 3D è poi particolare, in quanto questa volta non si tratta di un semplice porting per la neonata Nintendo 3DS, ma un vero e proprio remake, dotato di una buona quantità di innovazioni, prima e non ultima un restyling grafico, con l'inclusione dell'effetto 3D stereoscopico. Come vedremo poi, gli sviluppatori di GREZZO (sì, si chiamano proprio così i ragazzi che sostituiranno il Team EAD in questa occasione...ndr) sono intervenuti anche sul gameplay e hanno inoltre aggiunto del materiale, pur non rivoluzionando un “mostro sacro” come Ocarina...anche perché dopo avrebbero dovuto rispondere delle conseguenze alle miriadi di fan nostalgici.


Una leggenda che non muore mai

Forse non è il massimo che per una nuova console il titolo più atteso del primo anno (o quantomeno dei primi sei mesi, visto che Mr.Shigeru Miyamoto ha promesso un nuovo Mario inedito in questo 2011...ndr) sia un remake di un gioco che ha ormai 13 anni sul groppone, ma quando si parla di una vera leggenda dei videogame come la serie di Zelda, in particolare di questo episodio, che fu il primo a sfoggiare una grafica in 3D, non si può non subire questo tremendo livello di hype in ogni caso. Il mondo variopinto di Hyrule resta nei cuori di milioni di giocatori in tutto il mondo nella sua versione originale, ma GREZZO ha lavorato alacremente per migliorare, in primo luogo, la ormai oggettivamente datata grafica di Ocarina of Time, concentrandosi in particolare sugli sfondi e gli ambienti di gioco, ma senza dimenticare i modelli dei personaggi, completamente ridisegnati.Non aspettatevi qualità ai livelli di Twilight Princess, anche perché resta una precisa scelta di design, per non perdere il feeling dell'originale, quella di mantenere lo stile blocchettoso di Saria, Link e soci, ma Ocarina of Time 3D sembra già bellissimo. Dalle immagini che accompagnano questo articolo potrete anche voi giudicare i progressi nel look della rinnovata landa di Hyrule (notevoli davvero quelli di Castle Town, ora città molto più viva e animata), i quali poi sono impreziositi dall'effetto 3D, magari non funzionale al gioco come in altri casi ma sicuramente in grado di donare a queste tanto amate locations un aspetto nuovo, molto più colorato, ben illuminato e intrigante.

 

       Il negozio di Castle Town ha guadagnato una miriade di dettagli

 


Non solo grafica

Come potrete facilmente evincere dal titolo di questo paragrafo, questo remake non punta solamente su di un rinnovato motore grafico e l'aggiunta del 3D stereoscopico, ma include anche novità e migliorie dal punto di vista del gameplay, sfruttando le altre tecnologie che 3DS offre e che, ovviamente, Nintendo 64 non offriva più di una decade fa. La base del sistema di controlli rimane invariata: il Circle Pad sostituisce lo storico analogico del pad tricornuto, portando con sé la sua grandissima precisione nel muovere Link (o Epona), i pulsanti A e B restano rispettivamente dediti all'arte dell'eloquenza (o dell'interazione con gli oggetti in generale) il primo e della spada il secondo. I cambiamenti sono da trovarsi altrove, dicasi nella gestione degli Item e nell'uso degli stessi, utilizzando a dovere le possibilità portate dal touch-screen e dal giroscopio di 3DS. Mappa del mondo (la mappa più specifica rimane sullo schermo superiore), inventario e scorciatoie per l'equipaggiamento sono relegate al display inferiore e sono raggiungibili con le dita, eliminando notevoli quantità di tempo perse a navigare nei menu (ricordate gli stivali di ferro nel Water Temple? Lo stesso creatore del gioco Aounuma sostiene di perderci ancora oggi il sonno a pensarci ndr). Anche l'uso di alcune armi come l'arco e la fionda è stato cambiato, dando oggi la possibilità di usare il giroscopio interno della console per mirare ai nostri obbiettivi, semplicemente inclinando il nostro portatile in aria nella direzione che vorremo (il controllo analogico comunque resta lì per chi lo trovasse più comodo). A scanso di ulteriori sorprese, che potremmo trovare nella versione finale, il gameplay di Ocarina of Time sembra non aver perso nulla in questa trasposizione ma anzi pare aver guadagnato in immediatezza e semplicità.

Ritorna il temutissimo Water Temple, con un touch screen in più al nostro fianco


Boss Fight e Master Quest

In aggiunta alla Storia principale, Nintendo e GREZZO includeranno due “modalità” aggiuntive a Ocarina of Time 3D, per rendere il pacchetto più appetibile, in maniera simile a quanto successe con Super Mario 64 DS ai tempi del lancio della prima console a due schermi. Master Quest non è una novità, ma è un bonus di quelli non da poco, in quanto si tratta di una rivisitazione, specchiata (un oggetto a sinistra nell'originale si troverà a destra per esempio) per l'occasione, dell'intera Story , nella quale però vengono cambiati i puzzle e il posizionamento degli oggetti all'interno dei dungeon. Nel caso abbiate giocato magari solo all'originale, potreste addirittura cimentarvi subito nel difficile Master Quest. Di Boss Fight sappiamo molto meno invece, ma, andando a logica, dovrebbe essere un modo divertente di poter sfidare tutti i mostri di fine dungeon in sequenza, magari con il tutto regolato da un sistema di punteggi.Le aggiunte e le migliorie promesse, ma già tangibili e anche da noi evidenziate tempo fa nel nostro breve tempo a disposizione con la demo del Kokiri Village (link), dovrebbero rendere The Legend of Zelda Ocarina of Time 3D un must-buy assoluto, anche di più di quello che sarebbe stato un mero porting dell'originale. GREZZO pare si sia impegnata a fondo, includendo due modalità interessanti come l'avventura Master Quest e Boss Fight, rivisitando il sistema di controlli, snellendolo e adattandolo alla versatile console portatile Nintendo e infine ridisegnando gentilmente la grafica, senza snaturare il capostipite. Per un giudizio definitivo dovremo aspettare l'uscita, prevista per il 17 giugno in Europa, curiosamente due giorni prima di quella statunitense, quando 3DS riceverà da Nintendo il suo primo, vero, pezzo grosso.

The Legend of Zelda: Skyward SwordIl 2011 vedrà anche l'arrivo del primo – vero – Zelda per Nintendo Wii. Saranno rispettate le attese?
SCHEDAGIOCO
Cover The Legend of Zelda: Ocarina of Time 3D

The Legend of Zelda: Ocarina of Time 3D

Scheda completa...
The Legend of Zelda : Ocarina of Time 3D2011-04-27 09:00:00http://www.vgnetwork.it/anteprime-nintendo-3ds/the-legend-of-zelda-ocarina-of-time-3d/Cavalcare le lande di Hyrule, in 3D1020525VGNetwork.it