Disgaea D2: A Brighter Darkness

NIS celebra il decimo anniversario di Disgaea con un seguito diretto del primo episodio
Scritto da il 20 agosto 2013
Disgaea D2: A Brighter Darkness Anteprima

Un recente sondaggio di Dengeki Online ha rivelato i titoli di Nippon Ichi Software più amati dai giocatori giapponesi. Non sorprende trovare al primo posto Disgaea: Hour of Darkness, importantissimo per la crescita della software house e per la sua espansione in America: senza di esso, con tutta probabilità non esisterebbe NIS America, publisher fondamentale nella storia recente delle localizzazioni di JRPG.

Dieci anni dopo l'uscita di Disgaea, possiamo contare altri episodi, porting e spin-off, ma non era ancora arrivato un vero e proprio seguito, che riprendesse storia e personaggi. Disgaea D2 è proprio questo: non è Disgaea 5 (che è attualmente in pre-produzione o in produzione), bensì un sequel diretto dell'indimenticabile Hour of Darkness.


Il ritorno di Laharl, Etna e Flonne

I tre personaggi principali del primo episodio (Laharl, Etna e Flonne, appunto) sono sicuramente i più famosi fra quelli partoriti da NIS, quindi non sorprende trovare loro cameo un po' dappertutto. In A Brighter Darkness i nostri eroi tornano protagonisti, in una storia che si colloca qualche anno dopo quella di Hour of Darkness. Di seguito, dunque, trovate qualche PICCOLO SPOILER, che potete evitare saltando il paragrafo; si tratta, ad ogni modo, di indicazioni molto sommarie, nell'ambito di un gioco che fa della gag più che della trama il punto di forza del suo script.

Divenuto Overlord del suo Netherworld, Laharl si sente degno del padre, precedente sovrano; tuttavia, un giorno si rende conto di avere un problema non da poco: la maggior parte dei demoni suoi sudditi non sa nemmeno chi sia l'Overlord! Esistono, poi, anche fazioni che mirano a detronizzarlo... Con l'aiuto di Etna e Flonne, Laharl cerca di aumentare la sua notorietà, ovviamente con l'uso della forza.

Al cast così composto si aggiungeranno altri personaggi inediti, fra cui Sicily, la (sedicente?) sorella minore del protagonista, scesa nel Netehrworld con l'intenzione di diventare il nuovo Overlord. Speriamo che siano all'altezza delle “vecchie glorie”.


Meccaniche collaudate e qualche novità

Apparentemente non ci sono state rivoluzioni nel gameplay, come è giusto che sia, d'altro canto: Disgaea è una serie che poggia su meccaniche ben rodate e che può vantare una identità marcata nel panorama dei JRPG tattici. Quel che è certo è che, come al solito, Nippon Ichi Software ha aggiunto qualcosa (solitamente si tratta di armi, attacchi e classi, ma non solo) e modificato qualcos'altro, dando anche ai fan di lunga data nuovi elementi da scoprire.

Balza subito all'occhio il nuovo sistema di cavalcature, che va a sostituire il vecchio Magichange: grazie al comando Piggyback, un humanoid (come Laharl, giusto per fare un esempio) può montare sulla groppa di un'unità monster (come i dragoni o i Prinny, mascotte della serie), e ciò conferisce un attacco speciale, che cambia in base al tipo di cavalcature, e un boost alle statistiche proporzionale alla compatibilità, che crescerà in forza della cooperazione fra i due combattenti.

Il concetto di Item World (enorme dungeon con floor e path multipli, la cui funzione primaria è potenziare gli oggetti) ritorna, ma viene elaborato e trasformato in Item Sea: il proprio party viaggerà su un vascello, che potrebbe incontrare navi pirata o approdare su un'isola che ospita un tesoro, ovviamente presidiato da un temibile boss.

Un ruolo importante è giocato anche dal grande castello di Krichevskoy, il precedente Overlord: esso funge da hub, e può essere esplorato con Laharl, Etna o Flonne, offrendo interazioni diverse a seconda del personaggio utilizzato, in particolare le conversazioni con i vassalli. Sono già stati avvistati alcuni luoghi tipici, come l'ospedale, il negozio Rosenqueen Co. e la Dark Assembly, dove è possibile introdurre nuove regole vincendo le votazioni in vario modo (i senatori possono essere corrotti o anche sconfitti in battaglia). Sempre tramite la Dark Assembly possono essere create nuove truppe, appartenenti alla famiglia dei mostri (che prima devono essere sconfitti in battaglia), dei demoni e degli angeli. I personaggi umanoidi possono avere diverse personalità, che influiscono sulle Evilities (skill, in sostanza) a disposizione.


Oscurità a settembre

Disgaea D2: A Brighter Darkness dovrebbe uscire in Europa il 27 settembre, una decina di giorni prima del debutto sul suolo americano. Il gioco è disponibile dallo scorso 20 marzo in Giappone, dove è stato ben accolto da critica e pubblico, che però hanno manifestato un entusiasmo minore rispetto a quello che ha accompagnato Disgaea 4: A Promise Unforgotten, il secondo gioco di NIS più amato dai Giapponesi, stando al sondaggio di cui si parlava in apertura. Il quarto, invece, è proprio Disgaea D2, quindi possiamo essere abbastanza sicuri della sua qualità: non è alla pari del fratellone, ma saprà farsi apprezzare.

Se avrà metà della classe del prequel sarà un ottimo tattico!
ASPETTATIVA4/5
Disgaea: Afternoon of DarknessIl primo episodio, probabilmente nella sua versione migliore.
Disgaea 4: A Promise UnforgottenIl miglior Disgaea dopo Hour of Darkness.
SCHEDAGIOCO
Cover Disgaea D2: A Brighter Darkness

Disgaea D2: A Brighter Darkness

Scheda completa...
Disgaea D2: A Brighter Darkness2013-08-20 12:24:22http://www.vgnetwork.it/anteprime-playstation-3/disgaea-d2-a-brighter-darkness/NIS celebra il decimo anniversario di Disgaea con un seguito diretto del primo episodio1020525VGNetwork.it