Motorstorm: Apocalypse

Fango, sportellate e derapate pronte a tornare…anche in 3D!
Scritto da Mail@ BlackDukeITAil 27 settembre 2010
Motorstorm: Apocalypse Anteprima

Il 3D, come il Blu-ray dei vecchi tempi e, più in generale, tutte le nuove tecnologie, ha bisogno di un supporto iniziale per cercare il più possibile di sfondare. Tecnologia complicata quanto semplice, il 3D è ormai stato sdoganato, nel campo della cinematografia, da quell’incredibile kolossal di Avatar. Da quel momento in poi, nessun film può evitare una sua versione tridimensionale. Sul fronte console, invece, la tecnologia deve ancora approdare in forze, dato che c’è da superare un passaggio in più: fare acquistare ai consumatori, dopo averli bombardati con scritte “HD” per più di quattro anni, una nuova fiammante Tv HD3D. La cosa non è semplice affatto, e Sony, che ha deciso di fare della sua, multivalente PS3, il primo vero e proprio lettore Blu-ray 3D (tramite aggiornamento software), oltre che il punto di riferimento per l’applicazione della tecnologia in questione al campo dei videogiochi, sa che ha bisogno di titoli spettacolari. E se Killzone 3 promette di portare il 3D in un genere di tanto successo come quello degli FPS, quale altro titolo può prendersi questo onere nei confronti dei racing game? Ovviamente, il titolo in questione: Motorstorm Apocalypse! E a noi, gente comune, ce ne frega qualcosa di questo 3D? Probabilmente no, ma Motorstorm merita sempre un’attenzione particolare!


Post-Apocalittico? No!

Senz’ombra di dubbio, Motorstorm Apocalypse segna la svolta più ampia, come ambientazione, di tutta la – giovane – serie. Abbandonati i soffocanti deserti del debutto, lasciati – a malincuore, veramente – i lussureggianti paesaggi di Pacific Rift, ecco che Apocalypse ci trasporta in niente di meno che delle città sull’orlo di chissà quale catastrofe ambientale. Con tutta probabilità questa scelta farà storcere il naso ai fan della serie, in quanto sembrerebbe che le velleità rallystiche siano ormai state abbandonate in favore della pura e semplice spettacolarità dell’azione. Non è del tutto verò però, dato che saranno comunque presenti le solite piste piene di strade alternative, con vari tipi di terreno, dal fango allo sterrato, dall’asfalto alla ghiaia, ai quali determinate classi di vetture si adatteranno più facilmente di altre. In più, prepariamoci a piste che cambiano in tempo reale, come già visto in Split/Second, con esplosioni che devastano strade, derapate sui bordi di grattacieli in fiamme e salti nel nulla. Sì, a parole suona spettacolare, ma giocato sarà ancora meglio, ne siamo certi. Come se tutto ciò non bastasse, nella città alle prese con l’apocalisse, il giocatore se la dovrà vedere anche con bande di criminali e saccheggiatori che si giocano il controllo di quello che resta a suon di mitragliatori, lanciamissili ed elicotteri d’assalto. Il tutto dovrebbe fornire ulteriore varietà all’azione, nonché una grande dose di spettacolarità. Gli sviluppatori di Evolution Studios descrivono il nuovo Motorstorm non come un titolo post-apocalittico, ma come apocalittico esso stesso. L’idea è quella di far vivere al giocatore un’esperienza motoristica ai limiti del reale. Insomma, se avete visto il film 2012, immaginate di ambientare in quel mentre una gara rallystica (!!!). Per il resto, il gameplay ricalcherà senza modificare molto quello dei precedenti episodi, andandosi quindi a piazzare tra i giochi di corse arcade a suon di turbo, sportellate, schianti ed esplosioni. Ogni tanto ci vuole!


Il festival si è spostato…di nuovo.

Ovviamente, tutto il “festival” di Motorstorm si è spostato nel nuovo set (anche se ci riesce difficile immaginare un festival motoristico in una città in balia dell’apocalisse). E quindi, preparatevi ad una lunga modalità carriera, con più di 40 gare a cui partecipare, con grado crescente di difficoltà. Nel mondo fittizio di Motorstorm, il festival e con esso le gare si svilupperanno nell’arco di 48 ore. Giornatine intense insomma! Tredici classi di veicoli saranno a disposizione del giocatore, tra i vari Buggy, MotoAuto da Rally, Tir, Monster Truck degli scorsi episodi, ai quali si aggiungono le new entry di Muscle Car, Super Car, Super Bike e Chopper. Insomma, una possibilità di scelta non indifferente, se si conta che ogni classe avrà i suoi pro e i suoi contro, così come i terreni più o meno favorevoli. In più, sarà possibile personalizzare i veicoli, cambiando i colori, gli adesivi, i cerchioni e tante altre parti della carrozzeria. Le opere dei giocatori potranno poi essere scambiate online. E’ poi possibile creare le proprie regole di gioco, scegliere quali condizioni di vittoria applicare, quanti giri e tanti altri fattori, e giocare con questa modalità online. A proposito di Online, confermati i 16 giocatori in contemporanea, e in più sarà possibile giocare in quattro sulla stessa console tramite schermo condiviso, anche in internet. Altra nuova introduzione è un sistema di perks, simile a quanto reso ormai celebre da Modern Warfare. Insomma, salendo di livello sarà possibile sbloccare determinati potenziamenti equipaggiabili a seconda delle preferenze del giocatore. Non una marea di novità, ma comunque sufficienti a giustificare un nuovo episodio della saga. I miglioramenti alla componente online saranno quelli da tenere più sott’occhio.


3D o non 3D?

Sotto il profilo tecnico, Apocalypse ovviamente migliora dal precedente episodio, aumentando il numero di oggetti su schermo, gli effetti speciali così come perfezionando i modelli delle auto. Anche l’interazione con l’ambiente ha subito un aumento, necessario nella nuova – ben più movimentata – ambientazione. Ovviamente risalta l’introduzione del 3D, ed essendo Motorstorm Apocalypse uno dei primi titoli a spingere la tecnologia, ci aspettiamo una buona applicazione della visione stereoscopica con oggetti che volano di qua e di la. Sostanzialmente, però, dovremo aspettare l’uscita del gioco per giudicare meglio. E soprattutto dovremmo aspettare che la tecnologia 3D prenda piano piano piede. In definitiva, anche in sole due dimensioni, Apocalypse fa il suo figurone. Per quanto riguarda il comparto sonoro, affianco alle solite esplosioni e rombi di motore, speriamo che la colonna sonora, dopo quella un tantino anonima di Pacific Rift, torni ai fasti del primo episodio, con tanto Rock e Metal pronti a caricare il giocatore nelle fasi più adrenaliniche.


La fine del mondo…è solo l’inizio!

Per quanto lo stile sia cambiato un pochino - e già rimpiangiamo le piacevoli ambientazioni di Pacific Rift -, questo nuovo Motorstorm merita tutte le attenzioni del caso. In realtà, una data ufficiale ancora non c'è, ma il titolo dovrebbe essere previsto per Febbraio 2011, dove sarà probabilmente "circondato" da una marea di titoli di spicco, tra i quali il già citato Killzone 3. Rischia forse di passare un tantino inosservato, ma sarebbe un grande errore, dato che questo nuovo episodio promette di divertire almeno quanto hanno fatto i precedenti, aggiungendo qualcosina ad una formula che dal secondo episodio ha preso un'ottima piega. Se avete una PS3 e non vi piace la guida simulativa e seriosa di Gran Turismo 5…beh forse avete trovato una valida alternativa!

Motorstorm Pacific RiftIl secondo episodio della saga migliora tantissimo dal titolo di lancio di PS3, ed è uno dei migliori arcade racing game disponibili al momento. Anche Platinum.
Colin McRae: DiRT 2 ( X360 )Dirt 2 prende molto più seriamente di Motorstorm il concetto di Rally, ma lascia comunque spazio per il divertimento di tutti.
SCHEDAGIOCO
Cover Motorstorm: Apocalypse

Motorstorm: Apocalypse

Scheda completa...
Motorstorm: Apocalypse2010-09-27 09:00:00http://www.vgnetwork.it/anteprime-playstation-3/motorstorm-apocalypse/Fango, sportellate e derapate pronte a tornare…anche in 3D!1020525VGNetwork.it