Tales of Xillia

Namco, dopo Graces F, potrebbe portare un nuovo Tales of in occidente!
Scritto da Giacomo "Gek" Quadrioil 05 luglio 2012
Tales of Xillia Anteprima

Tales of Graces F, JRPG della serie Tales of di Namco Bandai, si sta apprestando ad uscire in tutta Europa con una corposa limited edition da day one che include una quantità notevole di materiale al suo interno. Un evento inedito questo per la serie in occidente: dovete sapere infatti che, negli anni, i pochi titoli giunti sono stati notevolmente sfortunati nelle loro pubblicazioni in America e sopratutto Europa, questo a causa di una scarsa pubblicizzazione da parte di Namco e anche di un’agguerrita competizione dei JRPG Square Enix, quali Final Fantasy e Kingdom Hearts, che hanno purtroppo messo in ombra i comunque ottimi Tales of. Sembra però che il periodo della paura e del terrore stia, anche se con alcune difficoltà, finendo. Namco ha infatti portato in Occidente, negli ultimi anni, Tales of Vesperia per XBox 360, Tales of Symphonia: Dawn of the New World per Nintendo Wii, Tales of the Abyss per Nintendo 3DS ed appunto, tra poco anche Tales of Graces F. I titoli non giunti da noi sono ovviamente molti, tra i quali compaiono tutti i capitoli usciti qualche anno fa per Nintendo DS come Tales of Innocence e Tales of Hearts, Tales of Vesperia in versione PS3 ed anche l’ultimo capitolo realizzato ovvero Tales of Xillia. Su di esso però c’è da dire che qualcosa sembra si stia muovendo: alcune fonti dicono infatti che Namco potrebbe essere interessata a portarlo in occidente, tanto d’aver già registrato il marchio presso le autorità del caso. Inoltre, i continui riferimenti dei dirigenti dell’azienda su di una fantomatica sorpresa per i mercati europei ed americani sembrano portare, appunto, ad un’unica ipotesi plausibile: Tales of Xillia potrebbe uscire dal giappone!


Una storia tutta da gustare

Il gioco è ambientato a Liese Maxima, un mondo dove umani e mostri coesistono con altre chiature, chiamate spiriti. Gli spiriti supportano la civiltà umana concedendogli dei doni, come l’abilità di utilizzare il mana tramite lo Spirit Power. Il più potente di questi esseri si chiama Maxwell e la sua natura è misteriosa e sconosciuta. In questo mondo vi sono due principali nazioni: La Shugall è un impero secolare, con alle spalle una grante storia e la cui potenza si basa sull’abilità di utilizzare il mana. A Jule è invece una nazione in via di sviluppo il cui potere è derivato dalla capacità di addomesticare ed utilizzare i mostri e dal suo potente esercito.

In questo setting fanno la comparsa i due co-protagonisti ovvero Jude Mathis, un giovane medico tirocinante e Milla Maxwell, una misteriosa ragazza che pare essere strettamente legata con le creature chiamate spiriti. Si, avete capito bene: i protagonisti del titolo sono due e non uno come sempre avvenuto in Tales of. Ad inizio gioco sarà infatti possibile scegliere quale dei due poter impersonare anche se, effettivamente, le modifiche alla storia e alle situazioni in cui il giocatore verrà coinvolto sembrano essere tutto sommato marginali. Il resto del cast, rispetto al passato, non è molto corposo e comprende altri quattro personaggi: Alvin, un mercenario di 26 anni, Leia Rolando, una timida e riservata ragazza quindicenne amica d’infanza di Jude, Elise Lutus, una ragazza di dodici anni molto capace nell’abilità di invocare gli spiridi, ed infine Rowell J. Ilbert, un uomo di 62 anni, appartenente alla nobiltà. Pochi ma buoni? E’ ancora presto per dirlo ma speriamo che Namco abbia optato per una caratterizzazione profonda ed intrigante del cast, proprio come avvenuto a suo tempo con Vesperia!

Della trama, per ora, non possiamo dire poi moltissimo ma se rimarrà all’interno degli standard tipici, ciò che ci attenderà sarà un lungo ed interessante JRPG, dotato di una trama che strizza l’occhio alle più famose serie manga shonen giapponesi!


Novità in vista

La serie Tales of ha sempre avuto una struttura molto classica e, in fin dei conti, anche simile tra episodio ed episodio. Dopo il passaggio dalle due alle tre dimensioni abbiamo assistito si ad una lenta ma interessante evoluzione del battle system e delle sue dinamiche ma diciamo che si trattava di evoluzione, non stravolgimento ed innovazione. Con l’arrivo invece di Tales of Graces FNamco ha voluto fare il grande passo ed ha deciso di innovare notevolmente il sistema di combattimento introducendo meccaniche totalmente inedite.

Tales of Xillia non ha, contrariamente a quanto ci si potrebbe aspettare, continuato il filone di Graces, preferendo espandere ed evolvere quanto fatto invece con Vesperia. Il nuovo battle system è infatti un’evoluzione di quest’ultimo ed introduce una novità non da poco: ora nei combattimenti si dovrà collaborare con un particolare partner per poter ottenere il massimo del punteggio ed efficienza dagli scontri. In questo modo il giocatore avrà la possibilità di dare vita ad attacchi devastanti ed essenziali per sconfiggere determinati nemici. Altra novità è poi il cambio in combattimento dei membri del gruppo, scelta interessante e sicuramente gradita, in grado di aggiungere una ulteriore profondità alle tattiche di gioco! A nostra disposizione avremo poi, come sempre, attacchi fisici, attacchi basati su abilità specifiche per ogni personaggio ed attacchi speciali da eseguire in singolo od in coppia. Totalmente modificato è anche il sistema di crescita dei personaggi, ora totalmente basato su di un sistema a griglia sul quale poter spendere punti esperienza. Ciò permetterà al giocatore di sviluppare sia le abilità fisiche come attacco, difesa, punti vita etc., sia di imparare nuove tecniche speciali. Ripresa da Graces è invece l’esplorazione delle ambientazioni: anche con Xillia non vi è più una world map ma “semplicemente” il mondo di gioco sarà tutto interconnesso. Namco ha però ascoltato le critiche dei fan ed ha provveduto ad inserire alcune aree più vaste e maggiormente esplorabili rispetto a Graces dove, di fatto, il percorso a volte era un po’ troppo guidato.


Due menti son meglio di una?

Uno degli aspetti che maggiormente ha distinto la serie Tales of negli anni è sicuramente stato l'ottimo stile anime di ambientazioni e personaggi. Namco ha sempre preferito infatti al realismo di titoli come Final Fantasy o Lost Odyssey, un tratto globale più cartoon, spensierato e colorato. Questo non si traduce affatto in atmosfere eccessivamente leggere e sbarazzine, anzi, ma semplicemente con un aspetto visivo più da cartone animato o film d'animazione appunto. In particolare, alcuni titoli vantano di fatto dei design davvero curati ed ispirati: come non citare infatti Tales of the Abyss o il più recente Tales of Vesperia? Anche Xillia, sotto questo aspetto, non è di certo da meno e vanta la collaborazione di due figure storiche: Kōsuke Fujishima e Mutsumi Inomata. Il risultato che è stato ottenuto, nonostante il logico scetticismo derivante dal fatto che sono due artisti differenti e con stili propri, è davvero ottimo e si può già da ora far rientrare nella stretta cerchia dei design meglio concepiti della serie! Insomma un lavoro con i fiocchi, cosa non facile da ottenere quando due menti si mettono a lavorare su di un unico prodotto. Scendendo però nel dettaglio possiamo già constatare da screen e filmati come i personaggi non abbiano nulla da invidiare ai vari Lloyd, Luke, Jade, Yuri, Estell e via dicendo, così come anche gli antagonisti risultano essere davvero intriganti e tutt’altro che banali. Una nota di merito va poi fatta per la scelta di variare leggermente lo stile globale del mondo di giochi in cui le avventure si svolgono: nonostante sia ancora preponderante l’elemento fantasy, il design di ambientazioni, mezzi e quant’altro ha avuto una leggera virata verso elementi più futuristici o comunque contemporanei rispetto a quanto fatto in precedenza!

Parlando però di questioni più tecniche, che cosa ha da offrire Xillia rispetto al suo predecessore? Di sicuro Namco Bandai ha svolto un accurato lavoro di miglioramento e rifinitura del motore grafico, limando tutti i piccoli e grandi difetti che affliggevano la precedente versione. I protagonisti hanno avuto come sempre un trattamento di riguardo per la loro realizzazione e gli sviluppatori hanno posto una notevole attenzione alla rifinitura delle espressioni facciali e movenze; ottimi anche i modelli dei vari nemici, mostri o umani che siano, che hanno subito un restauro rispetto al già buono Vesperia. Migliorate poi anche le ambientazioni che ora risultano molto meno spoglie e più variegate, anche se purtroppo non riescono ancora a raggiungere i livelli di altre produzioni. C’è però da dire che il budget a disposizione della serie non è mai stato ai livelli di ciò che investiva Square Enix in un Final Fantasy o Dragon Quest quindi, in un certo senso, il lavoro svolto rimane comunque pregevole.Nulla da segnalare sotto il profilo sonoro: i brani da noi ascoltati purtroppo non sono stati sufficienti a comprendere appieno la qualità globale anche se c’è da dire che di rado la serie ha offerto comparti sonori di pessima qualità. Splendida invece la opening animata, realizzata ancora una volta dal bravissimo studio Production I.G.!

Tales of Xillia rappresenta, come è stato anche Graces, una sorta di punto di svolta per la serie. Il battle system sarà pure un’evoluzione di quanto visto in Vesperia, ma è anche vero che introduce pesanti modifiche e novità. Anche l’esplorazione ha continuato con il filone inedito di Graces e lo sviluppo dei personaggi si basa ora su di un sistema a griglia. Il cast di personaggi sembra poi variegato e molto promettente, c’è da sperare quindi che ben si integrino con la trama globale e che sia stato svolto un adeguato lavoro di caratterizzazione. Non ci resta che incrociare le dita quindi e sperare che Tales of Xillia arrivi qui da noi in occidente: di fatto ha tutte le carte in regola per rivelarsi un ottimo JRPG!

La serie Tales of sembra voler finalmente sbarcare come si deve in occidente, speriamo che anche questo Xillia arrivi!
ASPETTATIVA4/5
Tales of Vesperia (X360)Se avete una 360 non potete perdervi questo ottimo titolo!
Xenoblade ChroniclesUno dei migliori JRPG di questa generazione, poco da discutere!
SCHEDAGIOCO
Cover Tales of Xillia

Tales of Xillia

Scheda completa...
Tales of Xillia2012-07-05 15:00:00http://www.vgnetwork.it/anteprime-playstation-3/tales-of-xillia/Namco, dopo Graces F, potrebbe portare un nuovo Tales of in occidente!1020525VGNetwork.it