Everybody's Gone to the Rapture

Forever alone
Scritto da Mail@ VGNRosarioil 23 gennaio 2015
Everybody's Gone to the Rapture Anteprima

Durante la GamesCom del 2013, Sony aveva annunciato una nuova esclusiva PlayStation 4, Everybody's Gone to the Rapture, sviluppata dal team indipendente The Chinese Room (in collaborazione coi Santa Monica Studios), uno dei team più interessanti del periodo, merito di produzioni molto particolari che hanno saputo impressionare i giocatori con i loro racconti e le ambientazioni, due componenti che nei loro titoli rappresentano sempre una funzione basilare, molte volte più dello stesso gameplay. Dopo il suo annuncio, Everybody's Gone to the Rapture è praticamente scomparso dalle scene, concedendoci solo qualche approssimata notizia, alcune immagini e un breve trailer mostrati all’E3 2014.


Solo nel mondo

Everybody’s Gone to the Rapture sarà collocato in una specie di realtà parallela, nell'anno 1984 in Inghilterra, nella contea dello Shropshire. Il titolo è tuttora incompleto, ma la qualità dell'operato del CryEngine 4 si evidenzia lo stesso. Il protagonista si dirige lungo una strada di campagna, incrociando alcune case è attraversando un campo di grano, una bicicletta lasciata per terra e una carriola che dava l’impressione di essere stata abbandonata in tutta fretta. In un contesto post-apocalittico decisamente lontano da esplosioni atomiche o infezioni virali privi di controllo. Il contrasto tra l'apparente calma del paesaggio e le tracce di una vita annientata inaspettatamente dai medesimi luoghi è infatti solamente il primo dei contesti sui quali Everybody's Gone to the Rapture sembra dipendere. La storia narrata dal titolo The Chinese Room segue il viaggio di un superstite (o non salvato?) dalla fine del mondo, in cui il suo obbiettivo e quello di costruire un legame con altri cinque personaggi principali che potranno fare luce sulla natura del cataclisma da poco verificatosi.


Il fulcro è l'esplorazione

L'interazione con gli altri personaggi avverrà tramite l’utilizzo di peculiari sfere di luce fluttuanti che rappresentano la parte residua di memoria, coscienza e indole delle persone defunte; interagire con queste sfere permette di accedere a scene di vita passata, ricordi o pensieri dei personaggi ad essi collegati, ampliando storia ed enigmi di conseguenza. Come promesso dagli sviluppatori, al giocatore sarà concessa massima libertà grazie a un mondo di gioco aperto e sprovvisto di binari, un open world in cui non sono presenti missioni e dove non ci sono punti prestabiliti da raggiungere. Secondo gli sviluppatori, tale approccio fa in modo che il giocatore venga maggiormente coinvolto e che il ritmo non sia interrotto da obiettivi che impongono determinati percorsi. L'ambiente di gioco sarà pertanto da setacciare in lungo e in largo, e di conseguenza starà proprio all’utente stabilire eventualmente il ritmo della storia, optando di volta in volta se approfondire la conoscenza di un territorio e di chi lo ha abitato. Niente zombi, niente mostri, niente superstiti desiderosi di far fuori il giocatore per pura insania o per sottrargli le poche cose che possiede.


L'eclissi di sole

Everybody’s Gone to the Rapture tenterà di andare ancora oltre, servendosi dei cospicui valori produttivi del progetto per togliersi di dosso la reputazione di “indie”. E in effetti, si intuisce subito quanto The Chinese Room voglia mirare in alto con questa esclusiva PlayStation 4, desidera che il titolo diventi il termine di paragone per quanto concerne la narrazione ambientale e che questo principio si collochi come una delle vere strade che i videogiochi dovrebbero imboccare per emanciparsi e differenziarsi visibilmente dagli altri media. Obiettivo sicuramente non facile, ma le caratteristiche per realizzare qualcosa di totalmente originale ci sono tutte. Il titolo è attualmente in fase di sviluppo, quindi molte informazioni sono attualmente incomplete: siamo al corrente della presenza di un elemento essenziale nell’avventura, un’eclissi di sole, collegata probabilmente ai tragici avvenimenti narrati. Inoltre nel gioco si allude ad un “rapimento”: da parte di chi? Bisognerà aspettare ancora qualche mese per saperne di più, ma da quel poco che si conosce, si tratta di un gioco da tenere senz'altro d’occhio.

Everybody's Gone to the Rapture promette di essere un'esperienza profonda e noi non vediamo l'ora di immergerci nella realtà post-apocalittica che The Chinese Room sta realizzando per gli utenti PS4.
ASPETTATIVA4/5
Journey ( PS4 )L’opera artistica di thatgamecompany è un avventura a tratti onirica, premiata come uno dei migliori giochi del 2012.
God of War: AscensionSe parliamo dei Santa Monica Studios come non citare l’ultima titolo dedicato al dio della guerra Kratos.
SCHEDAGIOCO
Cover Everybody's Gone to the Rapture

Everybody's Gone to the Rapture

Scheda completa...
Everybody's Gone to the Rapture2015-01-23 15:00:00http://www.vgnetwork.it/anteprime-playstation-4/everybody-s-gone-to-the-rapture-48283/Forever alone1020525VGNetwork.it