The Last Guardian

Ora è davvero ufficiale: The Last Guardian esiste, ed uscirà “si spera” (???) nel 2016
Scritto da Mailil 25 giugno 2015
The Last Guardian Anteprima

Come un fulmine a ciel sereno ecco che in quel di Los Angeles, ad inizio dell’E3 2015 e durante la conferenza di apertura di Sony si sono materializzati i sogni e i desideri di tanti giocatori e appassionati che ormai tra voci di ritardi, cancellazioni poi smentite e problemi di vario genere avevano perso le speranze di vedere l’opera magna del Team ICO, quel The Last Guardian che doveva chiudere il cerchio delle opere di Fumito Ueda fungendo da anello di congiunzione tra quei capolavori senza tempo che sono ICO e Shadow Of The Colossus. Ebbene sì, quest’opera esiste, è vicina al suo completamento e si è mostrata in forma smagliante su PlayStation 4 con una demo che ha riacceso gli entusiasmi di tutti, mostrando tutta la sua grandiosa vena artistica e uno stile inconfondibile. The Last Guardian è con noi finalmente.


La strana coppia

The Last Guardian narra la storia di un ragazzino, il quale viene rapito in circostanze misteriose, e del suo incontro con l’enorme bestia Trico, un animale di dimensioni davvero grosse che sembra un incrocio fra un cane ed un qualche tipo di uccello. Trico non vola ma le zampe, il manto e qualche particolare del muso ricordano vagamente quelli di un pennuto. Il tema principale della produzione è proprio incentrato sul rapporto fra i due improbabili amici, il legame di amicizia che si instaura fra l’uomo e l’animale, il bisogno che ognuno dei due ha dell’altro per trovare il coraggio e proseguire nella ricerca di una via di fuga, insieme. Tema ricorrente quello della necessità di collaborare nelle opere di Ueda, che già in ICO aveva poggiato su di esso un solido gameplay unito ad na direzione artistica che ha fatto entrare il famoso titolo nella storia e nei cuori degli appassionati. Qui ritroviamo quel tipo di esperienza, assieme al legame forte del protagonista con il proprio fedele animale già vista in Shadow Of The Colossus, ed è proprio qui che si chiude il cerchio. Le ambientazioni mostrate finora ricalcano appunto in larga parte quelle viste in SOTC così come lo stile visivo e artistico, fiore all’occhiello del team di sviluppo, e tutto questo crea appunto quella commistione che dà vita a quello che nelle intenzioni del geniale game designer è il punto di incontro tra i due precedenti titoli, dando vita a questo terzo episodio dell’ideale trilogia firmata Japan Studio. Come i più informati sapranno il buon Fumito nel corso degli anni ha deciso di lasciare Sony rimanendo in ogni caso direttore e consulente del progetto, per il quale si occupa principalmente della direzione creativa assieme al suo piccolo team esterno, la GenDesign. La demo presentata all’E3 ha mostrato il gioco in azione in una piccola sezione in cui il bambino e Trico devono superare quelle che sembrano essere rovine di un qualche castello o torre oramai abbandonata, aiutandosi a vicenda per saltare da una piattaforma e l’altra, dove la distanza è troppo grande per il ragazzino interviene Trico con un balzo enorme, preparandosi poi ad afferrare il suo amico una volta lanciatosi nella sua direzione. Di contro il buon ragazzo è in grado di azionare leve e spostare oggetti con precisione per sgomberare la strada all’enorme e docile amico. Ueda ha assicurato che ci saranno diverse location differenti ma non si è sbilanciato sulla quantità ne sulla durata del gioco.


Come ti pompo l’hardware

Un tassello importante dello sviluppo di The Last Guardian è stato senza dubbio l’arrivo di PlayStation 4. Il nuovo hardware ha dato una grande mano agli sviluppatori che non hanno esitato a spostare immediatamente la produzione su di esso. Infatti lo stesso Shuhei Yoshida, presidente di Sony, ha dichiarato che la famosa demo del gioco mostrata all’E3 del 2009 quando il gioco era in sviluppo su PS3 soffriva di enormi problemi tecnici legati alla potenza di calcolo della macchina: il filmato era infatti accelerato per apparire fluido ma in realtà il framerate era davvero bassissimo e instabile, da qui naquero tutte le voci sui vari ritardi e presunti cancella menti del gioco. Fortunatamente il cambio generazionale ha permesso alla creatura di Ueda di prendere la giusta via, e ciò che è stato mostrato ora è perfettamente giocabile e ottimizzato. Lo stile visivo non ha subito variazioni nel processo di riprogrammazione su PS4, la vena artistica e la mano del talentuoso team nipponico sono rimaste invariate e il tutto mantiene la stessa poesia, la stessa personalità mostrata sin dall’inizio. I miglioramenti puramente tecnici sono misurabii in texture più definite e shader più convincenti, le animazioni appaiono molto fluide e ben curate, sono stati analizzati infatti i movimenti dei cani e degli uccelli per dare vita alle movenze di Trico, che appare il più delle volte come un cucciolo impaurito a dispetto della stazza imponente e della potenza che è in grado di esprimere, il che dona ulteriormente fascino alla creatura, impaurita e bisognosa del sostegno e dell’affetto del ragazzino esattamente quanto lui ha bisogno delle stesse cose da parte di Trico. Quest’alchimia di certo sarà il motore dell’intera produzione, in cui saremo chiamati a coordinare le azioni dei due protagonisti anche quando queste sembreranno negative per uno dei due, poiché sarà necessario sacrificare a volte il singolo per il bene di entrambi, in un percorso di crescita che sicuramente ci arricchirà ed emozionerà.


Stavolta arriva davvero

Concludiamo la nostra anteprima stavolta con la consapevolezza che il gioco esiste, lo abbiamo visto in azione e il suo annuncio è più che ufficiale, non si scappa, la “sindrome di Duke Nukem Forever” è stata evitata e il gioco si appresta ad approdare sui nostri scaffali, l’unica nota stonata è quel laconico “speriamo di pubblicarlo entro la fine del 2016” pronunciato da Fumito Ueda stesso in quel di Los Angeles, che getta qualche dubbio sulla celerità dei lavori di completamento, ma poi il buon Yoshida è intervenuto dicendosi molto fiducioso che il 2016 sarà l’anno giusto per l’uscita di questo attesissimo gioco. Concludiamo dicendo che noi come voi attendiamo con ansia buone nuove quanto prima su possibili finestre di lancio, l’attesa in ogni caso volge finalmente davvero al termine e ricordiamo che il gioco è atteso in esclusiva assoluta per PlayStation 4. Stay Tuned!

UNO DEI GIOCHI PIÙ ATTESI DELLA STORIA STA DIVENTANDO REALTÀ, ED APPARE ANCORA PIÙ BELLO DI COME CE LO RICORDAVAMO. VOGLIAMO SOLO UNA DATA ORA, SOLO QUELLA
ASPETTATIVA5/5
ICO & Shadow of the Colossus CollectionLe produzioni precedenti di Ueda, splendide, meravigliose, fantastiche.
Toren ( PS4 )Sulla falsariga di ICO, un altro giorno "onirico".
SCHEDAGIOCO
Cover The Last Guardian

The Last Guardian

Scheda completa...
The Last Guardian2015-06-25 09:31:20http://www.vgnetwork.it/anteprime-playstation-4/the-last-guardian-49985/Ora è davvero ufficiale: The Last Guardian esiste, ed uscirà “si spera” (???) nel 20161020525VGNetwork.it