Until Dawn [Hands On]

The Butterfly Effect
Scritto da Mail@ mattscannail 15 agosto 2014
Until Dawn [Hands On] Anteprima

Ce l’aveva spiegato benissimo il vulcanico professor Malcolm (Jeff Goldblum) in Jurassic Park, quindi tutti noi cresciuti a pane e dinosauri sappiamo già di cosa stiamo per parlare, tuttavia ci sarà anche qualcuno che non avrà invece familiarissimo il concetto. Ci riferiamo al cosiddetto Butterfly Effect, conosciuto in italiano come Effetto Farfalla, uno dei fondamenti della teoria del Caos, una concezione fisica dell’universo propugnata sull’esistenza di variabili casuali e imprevedibili in grado di alterare le regole matematiche del mondo in cui viviamo. L’Effetto Farfalla non significa altro che la possibilita per certe azioni, anche se piccole e forse considerate insignificanti, di causare effetti a lungo termine sul futuro, in grado di alterarlo anche completamente in certi casi. Il nome viene addotto a un racconto fantascientifico dell’autore americano Ray Bradbury, chiamato Rombo di Tuono e scritto negli anni ’50. Nella novella un viaggiatore del tempo, calpestando una farfalla in epoca preistorica, inizia una catena di eventi in grado di modificare completamente la vita sulla Terra al suo ritorno nella sua epoca. Tutto questo per introdurvi a Until Dawn, titolo horror realizzato da Supermassive Games e in arrivo nel 2015 su Playstation 4, gioco nel quale tutto ruota intorno a questo concetto dell’Effetto Farfalla. In Until Dawn infatti, originariamente annunciato per Playstation 3 e Move un paio di edizioni fa della Gamescom, ogni scelta che compiremo, ogni azione che porteremo a termine porterà a una variazione tangibile nella trama e potrebbe significare la vita o la morte per uno dei protagonisti.

IFrame


Una vacanza iniziata male… e finita peggio

Dopo due anni di silenzio stampa, quindi, il team inglese ha finalmente potuto rivelarci qualcosa in più su Until Dawn, a partire dal trailer d’esordio (secondo esordio per dire la verita, ndr.) mostrato alla conferenza pre-Gamescom di Sony. Until Dawn è un survival horror dove una innocente gita in una casa di montagna di 8 ragazzi americani si rivelerà presto un vero e proprio incubo. Un incipit degno del piu banale dei teen drama, ma scendiamo nei dettagli. Il giocatore impersonerà a turno uno qualsiasi dei componenti del gruppo di amici, per le quali performance e fattezze Supermassive ha scannerizzato e assoldato una manciata di attori statunitensi, tra i quali spicca la bionda Hayden Panettiere, conosciuta principalmente per i suoi ruoli nelle serie TV Heroes e Nashville. Dopo poche ore dal loro arrivo nell’edificio sperduto nei boschi infatti, alcune presenze decisamente tangibili interrompono l’idillio ed e lì che Until Dawn inizia dietro le quinte a sfogliare la sua margherita. Gli sviluppatori infatti hanno sottolineato come anche decisioni e azioni prese nei primissimi minuti di gioco risultino alla fine fondamentali per il vostro cammino nel gioco. Centinaia di possibili finali, migliaia di combinazioni: in Until Dawn nessuna partita sarà mai la stessa e per vivere tutte le storie del titolo Supermassive dovremo affrontare più volte la modalita storia, della durata approssimativa di 9 ore. Tutto ciò ci è stato esemplificato nella demo prima mostrataci e poi giocata dal vivo, nella quale un ragazzo e una ragazza si ritrovano a esplorare un’inquietante cantina, nel tentativo di ritrovare una loro amica scomparsa da tempo. I due hanno già vissuto esperienze sconcertanti, ma non sono ancora completamente persuasi di trovarsi di fronte ad eventi tremendi e soprannaturali. Con loro, infatti, vivremo qualche minuto di tensione, investigando il seminterrato in cerca di indizi, accompagnati da presenze demoniache e visioni spaventose. Il gameplay di Until Dawn è molto semplice e simile a quanto visto in Heavy Rain, composto da momenti tranquilli, di esplorazione e ricerca e da altri molto piu concitati, ricchi di QTE. La particolarità sta nell’utilizzo del giroscopio del dualshock 4 per esaminare gli oggetti o puntare la torcia. Certamente una reliquia delle prime versioni realizzate con PS Move in testa. Per dimostrare il funzionamento dell’effetto farfalla ci è stata mostrata una sequenza nella quale un personaggio decide o meno se raccogliere un paio di forbici: qualche minuto dopo infatti, attaccato da un tizio poco raccomandabile, il giocatore può difendersi con l’inspiegabilmente efficace oggetto di cancelleria, guadagnando tempo e riuscendo a scappare. Non avere raccolto le forbici o magari aver sbagliato il QTE in quel contesto ci avrebbe sicuramente portato su un binario diverso, scrivendo una storia differente.


Non tutto è horror quello che luccica

Nonostante questa geniale idea e tutte le ripercussioni che porta sulla rigiocabilità e la freschezza del gioco e anche un comparto grafico più che buono, realizzato con il motore grafico di Killzone Shadow Fall, Until Dawn ci ha convinto fino a un certo punto. Le premesse ci sono tutte, ma assistendo e poi provando con mano il livello disponibile qui alla Gamescom ci sono sorti tanti dubbi sulla qualità dello script e dell’intreccio, i fattori nettamente piu importanti in un gioco (e anche in un film se vogliamo) di questo genere. Nonostante Supermassive si fregi di aver addirittura utilizzato un macchinario per analizzare le reazioni fisiche delle persone alla paura e di essersi ispirata ai più grandi classici del genere, non siamo per nulla convinti di quello che abbiamo visto. I momenti passati con Until Dawn sono stati ricchi di jump scares, dialoghi molto banali, triti e ritriti del tipo “Cos’è stato?” e un’atmosfera non proprio evocativa, piuttosto assimilabile a un lungometraggio splatter di scarsa qualità. Facciamo un esempio: The Evil Within, testato qualche ora prima presso Bethesda, è sicuramente indietro come comparti grafici e certamente più lineare di Until Dawn, ma riesce nell’intento di creare un setting terrificante, capace di instillare quantomeno tensione anche nei piu arditi tra voi. In Until Dawn, invece, vi capiterà di vedere Hayden Panettiere in desabillè correre di qua e di là rincorsa da un tizio con un uncino, oppure di assistere a scene che potrebbero uscire da un qualsiasi capitolo di Saw l’enigmista. Certo, abbiamo visto molto poco delle innumerevoli scene che comporranno la versione finale di Until Dawn, quindi speriamo ancora di poter vedere tradotte tante belle premesse in un horror game da ricordare negli anni a venire.

Tante belle parole, una bella grafica, ma un risultato finale per ora un po' banale e poco originale.
ASPETTATIVA4/5
The Evil Within ( PS4 )La paura qui è vera.
Heavy Rain ( PS3 )Le meccaniche di Until Dawn ricordano moltissimo il gioco Quantic Dream.
SCHEDAGIOCO
Cover Until Dawn

Until Dawn

Scheda completa...
Until Dawn [Hands On]2014-08-15 18:33:16http://www.vgnetwork.it/anteprime-playstation-4/until-dawn-hands-on-46839/The Butterfly Effect1020525VGNetwork.it