Escape Plan

Un Piano di Fuga per PlayStation Vita!
Scritto da Mail@ BlackDukeITAil 10 novembre 2011
Escape Plan Anteprima

Ogni console, specialmente quelle portatili, avrebbe bisogno del suo Escape Plan. Un “piccolo” titolo dallo stile peculiare, che cattura subito l’occhio (pur nella sua semplicità), dal gameplay ancora più unico e caratteristico, da affiancare ai soliti blockbuster. In realtà, PlayStation Vita, sotto questo punto di vista, parte (ancor prima di essere effettivamente disponibile) già con il piede giusto: affianco a titoli come Uncharted: Golden Abyss e WipEout 2048, abbiamo il già annunciato Sound Shapes, geniale unione di music game e platform, o l'intrigante action "gravitazionale" Gravity Rush. Ma Escape Plan, presentato alla scorsa Gamescom, pare avere quel qualcosa in più. Quel piccolo fattore che fa da subito comprendere le potenzialità del titolo, e che scatena l’interesse generale.


Benvenuti, Laarg e Lil! 

Escape Plan è realizzato da Fun Bits Interactive, ragazzi che “discendono” dai resti del Titan Studios, autore di quella piccola gemma del PlayStation Network che prende il nome di Fat Princess. Il concept di Escape Plan, affermano i suoi ideatori, era nella loro mente da tanti, tanti anni. Il tutto, inizialmente, era molto più semplice: l’idea era quella di trovarsi in una stanza, piena di insidie, ed aiutare dei personaggi estremamente stilizzati (dei veri e propri “stick men”) ad uscirne sani e salvi. Mentre la formula di base è rimasta la stessa, tanto è cambiato sotto il profilo dei personaggi, nonché degli ambienti di gioco, una volta che gli sviluppatori hanno visto PSVita e deciso che fosse giunto il momento di mettersi al lavoro. Laarg e Lil, questi i nomi dei due inediti protagonisti, sono dei non ben precisati “esseri”, il primo piuttosto corpulento, mentre il secondo assai smilzo, rinchiusi per qualche motivo in cella. Lo scopo del gioco è chiaramente quello di creare un vero e proprio “piano di fuga”, utilizzando le abilità intrinseche dei due simpatici omini per superare i vari enigmi, trappole, puzzle che si troveranno davanti a loro, per arrivare alla tanto agognata libertà. Laarg, ovviamente, ha la stazza per poter sfondare determinati oggetti, ed è sicuramente molto utile per liberarsi di quei pochi nemici che si incontreranno per strada. La rotondità di Laarg, però, lo rende un personaggio piuttosto lento ed impacciato. Ed è proprio qui che entra in gioco il magro Lil, agile e scattante, che potrà con facilità passare negli spazi più angusti, nonché gonfiarsi di elio per, letteralmente, galleggiare nell’aria, e raggiungere posti altrimenti irraggiungibili. Mentre nel concept originale i due non facevano altro che bisticciare, con Lil nei panni di quello “sveglio” e Laarg nei panni della vittima, ora pare che vedremo una collaborazione piena tra i due, senza dubbio con una spruzzata d’ironia presa in prestito dal magistrale esempio di Portal 2.

IFrame


Un comico Piano di Fuga.

Ciò che più caratterizza Escape Plan è il suo stile originale. L’azione è rappresentata in un dettagliatissimo bianco e nero, con effetti di luce curatissimi, ambienti ricchi di particolari mai scontati e in un connubio di 2D e 3D fantastico. Ma il carattere del vero Escape Plan, non sta in quello che potrebbe sembrare un malinconico o triste bianco e nero da Limbo. Tutt’altro: Escape Plan è figlio di Fat Princess, e del connubio comicità-violenza che tanto ha distinto il gioco Titan Studios dalla massa. Laarg e Lil se la dovranno vedere con trappole di ogni genere, e i risultati (negativi) saranno sempre sottolineati da morti alquanto spettacolari, spassose, divertenti almeno quanto importanti al fine di apprendere dove si è sbagliato, rendendo di fatto il gameplay del titolo un puzzle game tipo trial&error, dove osservare l’ambiente è sì importante, ma sbagliare sarà eventualmente fondamentale per capire i propri errori (un po’ come ci ha abituato a fare From Software con il suo Dark Souls). Il gioco Fun Bits vuole comunque essere un’opera alla portata di tutti, e non un crudo action-gdr come l’appena citato seguito di Demon’s Souls, quindi non incominciate ad allarmarvi. L’ilarità di Laarg e Lil, quindi, oltre a stare nello stile con cui sono creati, sta anche nelle situazioni che i due dovranno affrontare, con il giocatore che sarà chiamato a switchare tra i due per gestire al meglio il piano di fuga.


Vita perfetta per Escape Plan?

I ragazzi di Fun Bits Interactive hanno ben pensato, di fronte a tutta la marea di tasti e levette analogiche della nuova nata in casa Sony…di non usarli affatto. Già, Escape Plan, per voler essere il più accessibile possibile, punterà tutto su touch screen, touch pad posteriore e giroscopi. Ecco quindi che per muovere i personaggi da una parte all’altra del livello bisognerà far scorrere il dito nella direzione desiderata, per poi toccare lo schermo e dare il segnale di stop. Allo stesso modo, Laarg potrà fare un balzo facendo scorrere il dito dall’alto in basso, e Lil verrà guidato nelle sua fasi aeree dai sensori di movimento nascosti all’interno di Vita. Questi sono solo alcuni degli esempi dell’interazione multi-touch (ed oltre) che il giocatore avrà sia con i personaggi (guidati quindi indirettamente) che con l’ambiente di gioco. Sotto il profilo tecnico, Vita sembra esprimere al meglio lo stile unico di Escape Plan, riuscendo a creare l’atmosfera desiderata in modo assolutamente convincente. L’unica incognita rimane in realtà proprio il sistema di controllo, dato che controllare entrambi i personaggi, con il solo uso del touchscreen e touchpad posteriore, senza una sensibilità ed una precisione di rilevamento di imput perfetta potrebbe risultare alquanto complesso.

Piccola chicca: passate il mouse sopra all'immagine!


Un piccolo titolo da tenere sott’occhio.

Nel corso di questo articolo abbiamo citato diversi titoli, da Portal 2 a Fat Princess, passando anche per Dark Souls e Limbo. Escape Plan prende sicuramente qualcosa da ognuno di questi, ma si cade in errore se si pensa che sia solo un miscuglio di fattori già visti. Il titolo Fun Bits Interactive è un’opera assolutamente fresca ed originale, di quelle che non si vedono spesso, che cattura l'interesse con lo stile almeno quanto con il gameplay. PlayStation Vita, ancor prima di essere lontanamente disponibile, ha già nella sua manica un piccolo, ma importante, asso, da curare e perfezionare nei mesi che ci separeranno dal suo arrivo nei negozi (virtuali o meno, chissà).

EchochromeAltro titolo portatile dallo stile unico e dal gameplay...ancora più unico! Puzzle a base di illusioni prospettiche per tutti!
Portal 2 ( PS3 )Un altro Puzzle Game eccezionale, tutto a base di portali spazio-dimensionali e, volendo, buona e sana collaborazione.
SCHEDAGIOCO
Cover Escape Plan

Escape Plan

Scheda completa...
Escape Plan2011-11-10 09:00:00http://www.vgnetwork.it/anteprime-ps-vita/escape-plan/Un Piano di Fuga per PlayStation Vita!1020525VGNetwork.it