The 3rd Birthday

Un altro grande ritorno dopo un’altra grande attesa.
Scritto da il 02 dicembre 2010
The 3rd Birthday Anteprima

Di recente abbiamo assistito a più di un revival nel contesto JRPGistico, dando un’occhiata in anteprima a Golden Sun: L’Alba Oscura e a Tactics Ogre: Let Us Cling Together, esponenti di serie che erano date quasi per defunte. Questo era il caso pure di Parasite Eve, che può letteralmente rinascere grazie a The 3rd Birthday, eloquente sin dal titolo: annunciato per la prima volta nel 2007 come gioco per cellulari giapponesi, viene confermato sulla console portatile Sony l’anno seguente nell’evento SE dal nome criptico di DKΣ3713, per poi diventare ufficialmente esclusiva PSP nel successivo TGS. Così, dopo più di tre anni da quel primo annuncio, Parasite Eve tornerà sulle scene, più precisamente il 22 dicembre 2010 in Giappone, dieci anni dopo l’uscita del secondo episodio, in sostanza.

Questo periodo relativamente lungo di gestazione (relativamente, ribadiamo, dal momento che in Square Enix ormai i tempi sono diventato biblici) è giustificato dal fatto che si tratta di un progetto di davvero alto profilo, tanto che il direttore artistico, Isamu Kamikokuryou, si è preposto l’obbiettivo di raggiungere la miglior grafica su PSP, avvalendosi anche dell’aiuto di molti membri del team responsabile (colpevole, verrebbe da dire:p) di Final Fantasy XIII. Giudicheremo meglio col gioco fra le mani, ma intanto potete farvi un’idea con gli screenshot che vi forniamo e il trailer del TGS:

Animazione Flash 


La nuova Aya

Uno degli elementi più amati dalla fanbase è per forza di cose la protagonista Aya Brea, che torna in questa avventura piuttosto cambiata, maturata, a detta di Toriyama (no, non è quello di Dragon Ball, ndr), decisamente più insicura e vulnerabile: sarà da vedersi come verrà conciliato questo cambiamento nei confronti della coerenza all’interno della serie, ma con una buona trama ciò non dovrebbe essere un problema. Risulta difficile, al momento, capire che tipo di legame intercorrerà fra The 3rd Birthday e gli episodi precedenti, siccome Tabata (director) è stato abbastanza sibillino: “Ha alcuni elementi di Parasite Eve e Parasite Eve 2, ma non è un sequel. Ci piacerebbe che voi lo vedeste come un nuovo titolo con protagonista Aya Brea”, qualunque cosa significhi precisamente questa affermazione. Spin-off, probabilmente. Queste le premesse: New York è stata invasa da mostri chiamati Twisted e l’organizzazione CTI ha il compito di fermarli. Ovviamente Aya ne fa parte, anzi, ha un compito speciale, in quanto è l’unica persona in grado di utilizzare il sistema Overdrive, di cui parleremo in sede di gameplay. Inutile, anzi dannoso, per via di eventuali spoiler o pseudo tali, dilungarsi ulteriormente in questo momento.

Uno degli aspetti più apprezzati di Aya è indubbiamente quello fisico, tanto che la scena forse più chiacchierata nella serie è quella della doccia. Square Enix, ovviamente, non avendo alcuna intenzione di lasciare i fan a bocca asciutta, ha allestito un corposo fanservice: innanzitutto, saranno disponibili diversi costumi (tra cui uno da cameriera…), ci saranno scene sexy (tanto il rating è 18, sia chiaro) e i vestiti si strapperanno se vengono subiti dei danni, lasciando scoperte ampie zone e rendendo più vulnerabile Aya ai colpi dei nemici. 


“Cinematic Action RPG”

Alla Square Enix amano inventarsi nomi e categorie particolari, come questa per definire il genere di The 3rd Birthday: in sostanza, abbiamo un JRPG molto improntato all’azione, con meccaniche da TPS accostabili a RE5, quantomeno in relazione alla visuale, con una telecamera che si colloca sopra la spalla di Aya. La grossa differenza è il sistema di lock-on: l’azione è così semplificata e più veloce, non essendo possibile mirare a varie parti del corpo. D’altronde non parliamo di un TPS. Il pezzo forte dovrebbe rivelarsi l’utilizzo del sistema Overdrive, che, come già accennato, gioca un ruolo fondamentale tanto nella trama quanto nel gameplay: esso permette alla bionda protagonista di entrare nel corpo di uno dei compagni di squadra, a cui possono pure essere dati degli ordini, donando così risvolti tattici all’azione pura. Un’ altra abilità è legata alla barra visibile sotto a quella della salute, chiamata Liberation, che si riempirà durante i gli scontri a fuoco conferendo capacità combattive maggiorate ad Aya.

Gli elementi tipicamente ruolistici non sembrano essere poi così corposi, ma questa è una caratteristica a cui Parasite Eve ci ha già abituato, specialmente con un secondo episodio che stava dalle parti dei survival horror classici, del tipo dei primi tre Resident Evil, per intenderci.

Silent Hill Origins ( PS2 )La componente survival horror ha sempre avuto un grande peso in Parasite Eve, quindi probabilmente se attendete questo gioco, anche Silent Hill sarà di vostro gradimento. Disponibile su PSP e PS2.
Resident Evil 5 ( PS3 )Alcune meccaniche da TPS accomunano PE3 a RE5, oltre all’elemento horror. Puntate alla Gold Edition.
SCHEDAGIOCO
Cover The 3rd Birthday

The 3rd Birthday

Scheda completa...
The 3rd Birthday2010-12-02 15:19:05http://www.vgnetwork.it/anteprime-sony-psp/the-3rd-birthday/Un altro grande ritorno dopo un’altra grande attesa.1020525VGNetwork.it