Fable : The Journey

L'avventura del calesse magico
Scritto da Leandro "White Lhio" Rossiil 08 dicembre 2011
Fable : The Journey Anteprima

Fable: un nome, una storia: la storia dell'RPG più discusso degli ultimi anni. Osannato da alcuni e bistrattato da altri, non si può comunque negare che il titolo ideato da Peter Molyneaux, uno dei pochi "sognatori" rimasti ancora in circolazione, abbia lasciato il segno su tutti quelli che lo abbiano provato.In vista dell'uscita del prossimo capitolo, The Journey, pensato per sfruttare le potenzialità del Kinect, è dunque d'obbligo gettare uno sguardo al futuro e chiedere alla sfera di cristallo cosa ci aspetta in questo magico viaggio. La promessa stavolta è di proiettarci a un livello superiore d'immedesimazione e di farci toccare con mano il potere di un vero stregone.


FPM: First Person Magic

Cominciamo rivelando ai più pigri una notizia che renderà felici la maggior parte di essi. Per non affaticare troppo il giocatore, costretto talvolta a movimenti eccessivi o ad assumere posizioni scomode o innaturali (in dipendenza del luogo dove è stato installato il Kinect), i programmatori hanno subito specificato che il loro prodotto potrà essere goduto appieno anche restando seduti. Azioni come quella di lanciare un incantesimo potranno essere effettuate con dei semplici gesti delle mani, rendendo l'esperienza molto più divertente e meno faticosa. In questo modo, le varie sessioni di gioco si allungheranno e il giocatore si sentirà appagato. Da considerare anche il fatto che dovremo impiegare non soltanto le braccia, ma pure il volto e il busto; roteare il capo infatti si rivelerà in più di un'occasione necessario allo scopo di scegliere la direzione da imboccare.Com'è facile intuire, il gioco si svolge nel mondo di Fable: ritroveremo quindi l'atmosfera che ha caratterizzato i 3 episodi della serie principale. Vivremo l'avventura attraverso gli occhi del nostro alter ego e a differenza di quanto si potrebbe credere dopo la demo mostrata allo scorso E3, i cui movimenti e le scelte sembravano predeterminate, sarà garantita una certa libertà d'azione. Un po' come negli sparatutto su binario, ci troveremo davanti a svariate diramazioni ognuna delle quali ci porterà ad attraversare un percorso differente. In realtà, l'esempio di cui sopra non è del tutto pertinente, sia perché Fable: The Journey è ben lontano dall'essere un FPS, sia perché molto probabilmente non resteremo vincolati su un "binario".I combattimenti saranno a ben vedere il pilastro portante di questa ambiziosa struttura. La parte più divertente sarà senz'altro quella riguardante l'evocazione di specifici incantesimi, i quali potranno poi essere scagliati sui nemici. Ogni attacco richiederà da parte nostra una serie di movimenti diversi, a seconda della magia che vorremo sfruttare in quella precisa occasione. Per lanciare una sfera di energia sarà necessario appallottolare le mani, attendere un po' di tempo per richiamare a se le forze magiche e infine liberare il potente attacco. Per scagliare via una lancia elettrificata dovremo invece disegnare in aria una linea, afferrarla per un'estremità e poi... ZACK.Fondamentale sarà anche l'impiego di oggetti che potremo raccogliere durante le nostre scampagnate. Alcuni di essi avranno proprietà benefiche e curative, mentre altri serviranno a migliorare le nostre prestazioni. Ancor meglio saranno poi le cianfrusaglie che potremo usare in battaglia e che dovremo letteralmente costruire usando i vari pezzi a nostra disposizione. Otterremo così delle misture utili per ogni occasione.A rendere l'avventura ancor più caratteristica e intrigante, ci saranno infine i dilemmi morali da risolvere. A seconda della condotta che manterremo e delle decisioni che prenderemo durante il corso dell'avventura, la storia si svilupperà in modo diverso e il nostro personaggio andrà man mano a delinearsi sempre più dettagliatamente. In particolare, sarà il nostro rapporto col cavallo (gran parte della storia si svolge a bordo di un calesse) a determinare le conseguenze più importanti, ma di questo ne sapremo più in futuro.

Con Kinect guidare il calesse sarà una passeggiata 


Che vista magica!

Fable: The Journey è atteso per il prossimo anno, ma da quanto abbiamo visto fin'ora il comparto tecnico, forte dell'ormai abusatissimo Unreal Engine, è davvero di alto livello. Effetti particellari e d'illuminazione d'avanguardia, animazioni molto curate, modelli poligonali di prim'ordine e tanti dettagli a tutto schermo.Con queste premesse, le speranze per un titolo che possa realmente accontentare tutti ci sono. Non resta che attendere il verdetto finale e sperare che per una volta il sogno si sia realizzato.

The GunstringerForse il miglior gioco only-Kinect disponibile al momento.
Rise of NightmaresUn prodotto indicato per gli amanti del terrore. Da giocare interamente col Kinect
SCHEDAGIOCO
Cover Fable: The Journey

Fable: The Journey

Scheda completa...
Fable : The Journey2011-12-08 09:00:00http://www.vgnetwork.it/anteprime-xbox-360/fable-the-journey/L'avventura del calesse magico1020525VGNetwork.it