Akiba's Trip: Undead & Undressed

Un'altra serie giapponese debutta in Occidente
Scritto da il 04 settembre 2014
Akiba's Trip: Undead & Undressed Anteprima

Negli ultimi anni le localizzazioni di JRPG et similia sono incrementate per qualità e quantità, grazie all'operato di publisher come Aksys, XSEED Games e NIS America. Ancora una volta ci troviamo a parlare di questi ultimi due, dal momento che Akiba's Trip: Undead & Undressed è stato localizzato da XSEED Games ma sarà pubblicato nel Vecchio Continente da NIS America, secondo la stessa formula dell'ottimo Ys: Memories of Celceta.


A caccia di vampiri

Akiba's Trip: Undead & Undressed è il seguito di Akiba's Trip, Action-RPG open-world uscito su PlayStation Portable nel 2011 (e l'anno successivo in versione Plus) nel solo Giappone. Il giocatore, nei panni di uno studente liceale, doveva andare a caccia di vampiri in quel di Akihabara (o Akiba, più brevemente), il quartiere dell'elettronica di Tokyo; si trattava, però, di vampiri particolari, in grado di esporsi alla luce del sole se dotati delle loro vesti, quindi per sconfiggerli era necessario scovarli per strada e privarli dei loro vestiti! Si tratta di un tocco di follia e allo stesso tempo di fanservice, due elementi molto amati dagli otaku.

Undead & Undressed, come potete immaginare dal sottotitolo che in Occidente sostituisce il numero 2 (ma, tranquilli, il gioco è stand alone), si rifà allo stesso canovaccio del predecessore, ma lo amplia (soprattutto per quanto attiene alla fedeltà visiva, come vedremo tra pochissimo), grazie anche alla maggior potenza delle console per le quali è stato progettato. Il protagonista Nanashi è stato trasformato in un morto vivente, ma riceve l'aiuto di una cacciatrice di Synthister (è il nome dei mostri) di nome Shizuku Tokikaze; insieme, i due lotteranno tra le fila dell'organizzazione chiamata “Akiba Freedom Fighters”. Il gioco presenta diversi path e finali multipli.

La ricostruzione di Akihabara è veramente notevole, al di là del comparto tecnico non all'avanguardia: Acquire ha ricostruito più di 130 autentici negozi. Ovviamente vari marchi vedranno il loro nome storpiato (ad esempio Softband invece di Softbank). Se volete vedere un sorprendente comparison fra realtà e ricostruzione digitale, potete spulciare la sezione “Akihabara Life” nel sito ufficiale del gioco.


Una localizzazione coi fiocchi

Come abbiamo già detto, la localizzazione è opera di XSEED Games, che ha fatto davvero un lavoro notevole. Innanzitutto, è presente il dual audio, anche nell'edizione PS Vita, feature non scontata: se, infatti, era impensabile che fosse rimosso il dub originale, non sarebbe stato scandaloso non includere quello inglese, piuttosto dispendioso. E invece il publisher ha deciso di realizzare il doppiaggio in Inglese più corposo della sua storia, un'operazione che ha richiesto ben sedici giorni.

Inoltre va segnalata anche un'aggiunta minore, cioè la presenza degli strip portrait maschili, compresi solo nella versione per PlayStation 4 in Giappone. Nulla di sconvolgente, ma fa sempre piacere vedere quanta cura XSEED Games riponga nel suo lavoro. Per chi si stesse chiedendo cosa sia uno strip portrait, esso è un ritratto che può essere utilizzato come wallpaper per il menu del gioco. Cosa ritrae? Vampiri spogliati, ovviamente!


A tutta Sony

Akiba's Trip: Undead & Undressed è disponibile per PS Vita, PlayStation 3 e PlayStation 4. XSEED ha già pubblicato negli Stati Uniti le prime due versioni, mentre quella next-gen uscirà a Novembre. In Europa NIS America pubblicherà il gioco su tutte e tre le piattaforme con date diverse: si parla del 10 Ottobre su PS Vita e PlayStation 3 e di un non meglio specificato 2015 su PlayStation 4.

Le varie versioni non presentano differenze significative, posto che il gioco non spreme fino ai suoi limiti nemmeno la console meno performante delle tre, cioè PS Vita. Ovviamente, potendo scegliere è meglio puntare sull'edizione per PlayStation 4, l'ultima in ordine cronologico, graziata da tempi di caricamento più brevi, da un maggior numero di passanti per le strade di Akihabara, dal supporto per lo streaming e da altre aggiunte minori, come il visual editor (per cambiare colori e altri elementi) e la Chibi Mode, presente anche nelle altre versioni ma non dall'inizio.

Un gioco fatto apposta per gli otaku! E forse solo per loro...
ASPETTATIVA3/5
Yakuza 4Anche nella serie di SEGA si gira spesso e volentieri per Tokyo, anche se i quartieri visitati sono diversi...
Lunar KnightsUn altro gioco giapponese che si ispira alla categoria del vampiro e la rielabora.
SCHEDAGIOCO
Cover Akiba's Trip: Undead & Undressed

Akiba's Trip: Undead & Undressed

Scheda completa...
Akiba's Trip: Undead & Undressed2014-09-04 09:00:00http://www.vgnetwork.it/anteprime/akiba-s-trip-undead-e-undressed-46931/Un'altra serie giapponese debutta in Occidente1020525VGNetwork.it