Dishonored [Update]

Corvo sta per arrivare e stupire tutti noi
Scritto da Marco "Thresher" Accogliil 03 ottobre 2012
Dishonored [Update] Anteprima

Dishonored, l’ultima fatica di Arkhane Studios che ricordiamo aver prodotto l’eccellente Dark Messiah Of Might & Magic, è ormai in dirittura d’arrivo previsto per il prossimo 12 Ottobre. Nuovi dettagli sono stati rivelati su quello che potrebbe rivelarsi una delle migliori sorprese di quest’anno, nonché uno dei pochi giochi al mondo che ha dato veramente libertà d’azione totale al giocatore. Prima di tutto però, analizziamo le informazioni che conosciamo già sul gioco.Dishonored sarà ambientato in una città marittima chiamata Dunwall nel bel mezzo della rivoluzione industriale in una realtà alternativa in cui tutte le tecnologie funzionano per mezzo di un nuovo tipo di energia. Tale setting, a tratti molto dark e in altri casi che richiama al ben più classico steampunk, dona originalità all’ambientazione che non vuole attingere dai canoni narrativi più comuni. Oltre a questo, nel mondo realizzato da Arkhane Studios la magia sarà una presenza costante, per mezzo di un’entità chiamata The Outsider.Sappiamo inoltre che il protagonista del gioco è stato ingiustamente accusato di avere ucciso l’imperatrice, e per questo è attualmente ricercato da tutto il paese. Conosciamo anche alcuni elementi base del gameplay, che in pieno stile Deus Ex o proprio Dark Messiah Of Might & Magic, lascia al giocatore totale libertà d’approccio, consentendogli di sfruttare il metodo preferito per avanzare nei livelli senza limitazioni di sorta. Per mezzo della magia, di arti di combattimento, armi da fuoco e l’immancabile oscurità, il protagonista potrà quindi scegliere liberamente se sfruttare l’arsenale a disposizione per spianarsi la strada oppure agire con il favore delle tenebre e eliminare le guardie senza farsi scoprire, passando ovviamente per numerose soluzioni alternative.


Dishonored: Human Revolution

Il paragone con la saga Deus Ex è quantomeno azzeccato visto che entrambi propongono le stesse caratteristiche: livelli non lineari, trama che strizza l’occhio verso i complotti e cospirazioni e la già sopracitata libertà d’azione che tanto ha reso il brand di Warren Spector così famoso. 
Il nuovo materiale mostrato su Dishonored ha reso il quadro un po' più semplice da comprendere: dato un particolare obiettivo, spetta al giocatore trovare il modo più congegnale per raggiungerlo. Opzioni alla mano, i mezzi con i quali potremo adempiere allo scopo saranno numerosi e non tutti mostrati in bella vista. 
L’intelligenza artificiale sembra essere programmata per offrire una sfida degna e soprattutto è stata calibrata per far sì che i nemici e i numerosi personaggi non giocanti possano reagire alle nostre azioni in modo coerente e mai troppo scontato. Ad esempio se una guardia è impegnata in una certa attività sarà anche meno propensa a dare attenzione a quello che le succede intorno, al contrario di un’altra posizionata di vedetta che avrà tutta l’attenzione focalizzata sui dintorni. Il loro comportamento potrà anche cambiare in base alle nostre dirette azioni, se il protagonista si farà scoprire e poi sarà abbastanza scaltro da scomparire, le guardie non torneranno alla loro ronda come se nulla fosse successo, ma rimarranno in allerta in caso di un nuovo attacco. Tutto questo ammesso naturalmente che gli sviluppatori mantengano le altisonanti promesse per il gioco.
Per contrastare l’inferiorità numerica, al giocatore verranno messi numerossissimi strumenti a disposizione. I gadget tecnologici che potremo utilizzare comprenderanno granate, trappole, sedativi e tanto altro. Anche i poteri saranno molto diversificati e consentiranno di sfruttare al meglio i numerosi approcci disponibili. Potremo prendere possesso di una guardia per formare un diversivo, ma anche dei civili presenti sulla scena e addirittura gli animali, consentendoci di fare un giro di ricognizione senza necessariamente uscire allo scoperto. Tra i poteri più interessanti, senza dubbio vale la pena di notare la possibilità di interferire col normale scorrere del tempo, la capacità di leggere nella mente dei nemici per ottenere informazioni e il teletrasporto. Resta da vedere come queste applicazioni saranno integrate nel contesto, ma visto il curriculum degli sviluppatori, possiamo certamente dormire sonni tranquilli.
Poteri e gadget ci saranno di grande aiuto

Abbasso i corridoi

Insomma, Dishonored pare avere tutte le carte in regola per essere un capolavoro capace di rivaleggiare con i suoi diretti concorrenti. Se oltre a tutte queste caratteristiche ci aggiungiamo dei livelli esplorabili in ogni anfratto (ma nessun mondo aperto da esplorare in lungo e in largo, come per Skyrim), diversi finali ottenibili in base al comportamento del giocatore e un motore grafico – il classico Unreal Engine 3 – messo sotto torchio per l’occasione, il rischio del gioco dell’anno è dietro l’angolo
Tra poco tempo potremo comunque valutare personalmente il prodotto finale e constatare il livello del lavoro svolto da Arkhane Studios, che speriamo si riveli essere molto alto.
Poteri, gadget e libertà d'azione, Dishonored è un gioco da tenere d'occhio
ASPETTATIVA5/5
Deus Ex: Human Revolution ( X360 )Abbastanza simile, ma senza magia.
Dark Messiah of Might and Magic: ElementsUn titolo dagli stessi creatori di Dishonored.
SCHEDAGIOCO
Cover Dishonored

Dishonored

Scheda completa...
Dishonored [Update]2012-10-03 09:00:00http://www.vgnetwork.it/anteprime/dishonored-update/Corvo sta per arrivare e stupire tutti noi 1020525VGNetwork.it