Final Fantasy Type-0 HD [Secondo Hands-On]

La riconquista del mondo passa per la classe Zero
Scritto da @ EdrianoCordarail 25 febbraio 2015
Final Fantasy Type-0 HD [Secondo Hands-On] Anteprima

Il giorno dell’uscita nei negozi di Final Fantasy Type-0 si avvicina sempre più e, seppur molti di voi staranno attendendo questo porting per la presenza della ghiotta demo di Final Fantasy XV inclusa nella confezione, noi siamo desiderosi di appurare se Square-Enix sta facendo un buon lavoro di restauro data la natura portatile del capitolo in questione. Type-0 è stato considerato da molti esperti uno tra i migliori titoli a disposizione dell’ormai defunta PSP, limitandosi però alla pubblicazione sul solo territorio giapponese, lasciando a bocca asciutta i tanti fan occidentali. Per questo motivo la notizia dei lavori su una versione del gioco dedicata alle console di nuova generazione ha subito fatto drizzare le orecchie a molti vecchi appassionati che non vedevano l’ora di gustarsi le avventure della classe Zero in un idioma comprensibile. Dopo l’hands on dello scorso anno effettuato su una versione del gioco ancora agli stati iniziali, in questi giorni abbiamo avuto modo di provare con mano una build di Type-0 allo stadio semi-definitivo.


Secondo giro di boa

Ancora sono nitide le impressioni sul gioco maturate mesi fa e pertanto con occhi attenti si sono potute scorgere alcune migliorie apportate dagli sviluppatori. Innanzitutto fa piacere vedere che la localizzazione italiana è presente, con tanto di traduzioni letterali che sembrano aver quel tocco orientale tanto caro agli otaku nostrani. Ciò che invece balza subito agli occhi sono i modelli dei personaggi principali, ancor più raffinati rispetto alla prima build, che seppur diano l’idea di svecchiamento marcano un bel contrasto con i modelli quasi abbozzati dei personaggi di contorno. Infatti, cittadini, soldati, studenti e chiunque altro non sia direttamente coinvolto nella storia ha palesemente avuto meno attenzioni. C’è ancora tempo per una piccola rinfrescata e quindi siamo piuttosto speranzosi sotto questo aspetto. Le ambientazioni, invece, soffrono ancora un po’ troppo delle origini “pspiane”, con texture non molto particolareggiate che però vengono accompagnate da dei buoni effetti di luce che ammodernano il comparto grafico nel suo insieme. Infine, il comparto sonoro risulta già ottimo, con una colonna sonora rimasterizzata in alta definizione ed un doppiaggio in inglese convincente, almeno nelle prime parti di gioco. Infatti, la nostra nuova prova ha avuto inizio laddove l’avevamo lasciata, lasciandoci così approfondire meglio alcuni aspetti del gameplay.


Girovagando per la mappa…

Dopo la parte iniziale che introduce la storia che fa da fondamenta, arriva il momento di prendere per mano il proprio party e partire all’insegna delle missioni, sia secondarie che principali. Il roster di combattenti è molto ampio e un’analisi approfondita su essi ed eventuali migliorie rispetto al passato è stato impossibile dato l’esiguo tempo a nostra disposizione. Le sessioni di gioco sono quindi state utili per capire come il gioco reagisce nelle fasi di battaglia e soprattutto con i controlli meno ristretti rispetto alla console portatile Sony. (la prova è stata effettuata su PlayStation 4 ndr.) Come già avevamo notato nella prima prova, a farci storcere un po’ il naso ci pensa la telecamera ballerina che, seppur regolabile con lo stick analogico destro, in movimento risulta molto sensibile dando vita a dei veri scatti di focus d’immagine che possono scombussolare la visuale al giocatore. In battaglia basterà inquadrare un nemico premendo il pulsante R1 ed in questo modo la telecamera si sposterà alle nostre spalle, ma al primo movimento sarà già tutto da risistemare. Insomma una rincorsa alla corretta visuale che potrebbe essere evitata con poco; vedremo nella versione finale del gioco. Per il resto i comandi rispondono ottimamente in battaglia e sia le mosse standard, quelle speciali e le magie riescono ad essere indirizzate correttamente.


Improvement and upgrade

La prova ha visto una parte di sessione indirizzata per li più allo sfogliare i menu di gioco e le statistiche dei personaggi. Con l’Altocristallium sarà possibile spendere i Phantoma raccolti in battaglia o acquistati dai negozianti per potenziare gli attacchi dei combattenti mentre per far evolvere le loro abilità bisognerà spendere i PA ottenuti nel corso della crescita degli studenti della classe Zero. Questi dettagli del gioco ci lasciano particolarmente fiduciosi nel caso in cui il comparto tecnico si riveli sottotono, andando quindi a riequilibrare il giudizio globale; ma è ancora presto per dirlo. Piccoli miglioramenti possono ancora essere fatti e la via intrapresa sta plasmando un prodotto che in quanto a contenuti e profondità non è di certo l’ultimo arrivato. Lascia l’amaro in bocca vedere purtroppo quelle fasi a corridoi che sulle console attuali potevano essere accantonate in favore di ambientazioni ampie e continue ma va da sé che il titolo originale è stato concepito così. Qualche settimana ed avremo il verdetto finale mentre per ora attendiamo fiduciosi.

Type-0 su console casalinghe, con una pulizia grafica e gameplay solido, ha l’opportunità di fare molto bene
ASPETTATIVA4/5
Bravely DefaultSquare-Enix cerca ogni tanto di tirare fuori un coniglio dal cilindro ed il gioco sviluppato per 3DS ne è un esempio.
Final Fantasy X X-2 HD Remaster ( PS4 )Se vi siete persi i capitoli di Final Fantasy X potete rigiocarli in HD.
SCHEDAGIOCO
Cover Final Fantasy Type-0 HD

Final Fantasy Type-0 HD

Scheda completa...
Final Fantasy Type-0 HD [Secondo Hands-On]2015-02-25 09:00:00http://www.vgnetwork.it/anteprime/final-fantasy-type-0-hd-secondo-hands-on-48664/La riconquista del mondo passa per la classe Zero1020525VGNetwork.it