Injustice: Gods Among Us [Hands-On]

I supereroi se le danno di santa ragione
Scritto da Mail@ M4rCuSil 20 marzo 2013
Injustice: Gods Among Us [Hands-On] Anteprima

Negli ultimi anni i prodotti videoludici e cinematografici dedicati ai supereroi più famosi hanno subito un vero e proprio boom, attraendo a sé sia i fan del genere sia i neofiti che conoscono questi personaggi solo di nome. In particolare, oltre ai film e ai videogiochi dedicati ai personaggi Marvel, i prodotti basati sull’universo DC Comics si sono contraddistinti per la loro qualità, soprattutto quando si parla di pellicole cinematografiche come quelle appartenenti alla trilogia di Batman. Ed è forse proprio questo concentrarsi su un personaggio alla volta che fa aumentare il livello qualitativo delle produzioni Warner che, dopo l’anno appena passato dedicato a Batman, si appresta ad entrare nel promettente anno dedicato a Superman. Per fare le cose per bene, però, Warner ha deciso di dare risalto anche ai restanti personaggi DC Comics proponendo un picchiaduro sviluppato dai talentuosi ragazzi di NetherRealm Studios, già responsabili dell’ottimo Mortal Kombat. Questo titolo è Injustice: Gods Among Us e noi l’abbiamo provato con mano negli uffici di Warner Bros. a Milano.


Batman vs Superman

In realtà un tentativo di inserire personaggi DC in un picchiauro era già stato effettuato con Mortal Kombat vs DC, ma questo genere di giochi “misti” implica qualche difficoltà non da poco. Una su tutte l’aspettativa, un fan della serie Mortal Kombat si aspetterà un certo tipo di gameplay quando vede il nome del brand sulla confezione, e questo porta parecchi problemi e limitazioni agli sviluppatori, soprattutto se devono tener conto dell’altra metà del roster che di Morta Kombat non ha proprio nulla. Per questo i ragazzi di NetherRealm Studios hanno preferito concentrarsi su un brand unico, avendo così la possibilità di spaziare tra l’esperienza maturata con una serie importante come quella di MK e la libertà data da un cast di personaggi del calibro di Batman, Superman, Flash e compagnia.
La storia, almeno stando dal filmato iniziale mostratoci durante la presentazione, pare molto interessante: Metropolis è stata colpita da un ordigno nucleare piazzato dal Joker, uccidendo così milioni di persone. Mentre Batman lo sta interrogando arriva Superman che, in un impeto di rabbia, solleva il Joker e lo uccide. “Per il resto dovrete acquistare il gioco” ci dice lo sviluppatore. Con una premessa del genere la tentazione è davvero forte. La storia è narrata in maniera simile al’ultimo Mortal Kombat, passando quindi da un personaggio all’altro in momenti diversi della trama, cosa che ci fornirà un punto di vista diverso di volta in volta sulla storia.
I personaggi giocabili in Injustice saranno 24, comprensivi di supereroi importanti come quelli sopra citati ma anche di personaggi “secondari” come Raven e Black Adam. Gli scontri avverranno in una delle 14 arene disponibili, che con la loro struttura a più livelli garantiranno una discreta varietà negli scontri. Le arene, infatti, saranno piene zeppe di oggetti interattivi da utilizzare contro l’avversario, ma la cosa davvero interessante è che ogni personaggi interagirà con essi in maniera del tutto diversa, basata sui poteri e sulle capacità fisiche del personaggio stesso. Inoltre, utilizzando una mossa particolare ai bordi dello schermo, si attiverà una breve scena animata che porterà i due giocatori in un’altra parte della mappa (per esempio dalle strade di Metropolis fino al tetto di uno degli edifici vicini), fatto che rende imprevedibile e variegato ogni scontro. 
Il gioco ci propone subito un tutorial nel quale apprendere le azioni di base del personaggio: tre tasti adibiti agli attacchi leggero, veloce e pesante, più uno dedicato all’attacco speciale. Quest’ultimo, più che un attacco vero e proprio, fornisce uno status potenziato al personaggio, ovviamente in maniera proporzionata ai poteri di ciascuno di essi. È poi disponibile, dopo aver riempito il Supermeter, una supermossa sulla falsariga dell’X-Ray dell’ultimo Mortal Kombat, che mette in scena una breve sequenza animata nella quale il personaggio infligge pesanti danni all’avversario con una mossa a tema.

Non solo lotta

Oltre alla classica modalità storia, il gioco ci propone diverse modalità bonus che garantiscono una discreta longevità al titolo. Una di queste, forse la più interessante, è quella denominata S.T.A.R. Labs, una sorta di Torre (quella di Mortal Kombat, ndr) in salsa DC Comics. In questa modalità potremo giocare fino a 240 missioni (10 per ogni personaggio) dal sapore squisitamente arcade; ogni missione non è, infatti, un semplice scontro bensì un minigioco sempre diverso che vede variare moltissimo il gameplay di base. Dovremo salvare un civile da un attacco missilistico nei panni di Superman, eludere la vigilanza di un museo nei panni del gatto di Catwoman, etc etc, la varietà è garantita e questa modalità rappresenta sicuramente una piacevole variante tra uno scontro e l’altro. Ogni minigioco verrà valutato, in pieno stile arcade, da un punteggio espresso in stelle, per un massimo di tre; i completisti sono avvisati, 
È ovviamente presente anche una modalità online, che propone le classiche modalità di scontro più una nuova interessante Re della collina. Il netcode, ci assicurano gli sviluppatori, è lo stesso di Mortal Kombat ma migliorato, cosa che dovrebbe farci stare abbastanza tranquilli riguardo la qualità della connessione. Sono inoltre previsti dei DLC nei mesi a venire, ma i ragazzi di NetherRealm Studios non si sono sbottonati in merito ai loro contenuti. Sicuramente, sempre in base alla risposta che il gioco riceverà da parte degli utenti, verranno distribuiti personaggi aggiuntivi, che in fase di sviluppo sono stati per forza di cose accantonati. Oltre a questo è presente una modalità simile alla Cripta dei vari Mortal Kombat, nella quale conservare tutti i contenuti bonus sbloccati durante le nostre partite.
Il gioco, oltre ad uscire su Xbox 360 e Playstation 3, vedrà la luce anche sulla nuova Wii U, della quale sfrutterà il Gamepad in maniera abbastanza basilare. Sarà infatti possibile avere sempre sott’occhio le mosse sullo schermo touchscreen del controller, oppure giocare direttamente su di esso, senza quindi dover aver bisogno del televisore. 

L'anno DC Comics?

Injustice: Gods Among Us ci ha piacevolmente colpiti, sia per la qualità del gameplay sia per il livello di contenuti offerto. La storia, de quel poco che abbiamo potuto vedere, pare molto interessante e pone le basi per una trama oomplessa ed articolata, se non altro di un livello superiore rispetto ad altre produzioni del genere. Tutti i fan delle produzioni DC Comics dovrebbero tenere d’occhio questo titolo, che potrebbe rivelarsi una vera e propria sorpresa in un anno che, lo ricordiamo, sarà dominato da Superman. Che sia anche l’anno di DC Comics?
Storia interessante e gameplay valido, non vediamo l'ora di provarlo nuovamente con mano
ASPETTATIVA4/5
Mortal Kombat ( X360 )Dagli stessi sviluppatori, uno dei migliori episodi della serie
Mortal Kombat vs. DC Universe ( X360 )I due universi si scontrano
SCHEDAGIOCO
Cover Injustice: Gods Among Us

Injustice: Gods Among Us

Scheda completa...
Injustice: Gods Among Us [Hands-On]2013-03-20 18:00:00http://www.vgnetwork.it/anteprime/injustice-gods-among-us-hands-on/I supereroi se le danno di santa ragione1020525VGNetwork.it