Mass Effect 3 [Update]

Il ritorno del Comandante Shepard
Scritto da Mailil 19 gennaio 2012
Mass Effect 3 [Update] Anteprima

Messa in archivio la strepitosa annata del 2011, torniamo a parlare di uno dei titoli più attesi del 2012, Mass Effect 3, soprattutto per scoprire come terminerà questa fantastica trilogia di giochi di ruolo-action sviluppata da BioWare ed iniziata circa 4 anni fa. Il Comandante Shepard si troverà ad affrontare nella battaglia finale i terribili Razziatori il cui unico scopo è quello di distruggere l’universo e tutti coloro che ci vivono. Shepard però non sarà solo nell’impresa ma verrà affiancato dai suoi compagni di viaggio, che l’hanno aiutato anche nelle avventure precedenti ed a cui altri potrebbero unirsi nuovi elementi in questo terzo capitolo, atteso per i primi di Marzo su PC, PS3 e Xbox 360.


Mass Effect 3 in cooperativa

Una delle principali novità svelata qualche tempo fa da parte di BioWare è l’introduzione del comparto multiplayer in Mass Effect 3.

All’annuncio molti fan della serie hanno storto il naso, non perché non riponessero fiducia in BioWare, ma per l’apparente poca inerenza del multiplayer con l’impostazione della serie, da sempre votata esclusivamente al single player e molto longeva senza nessun tipo di modalità multigiocatore.

Dopo essere venuti a conoscenza dei principali dettagli del multiplayer di Mass Effect 3 molti hanno capito e condiviso la decisione di aggiungerlo a fianco del single player. Come detto in precedenza questo terzo capitolo vedrà l’esplosione del conflitto contro i Razziatori, che invaderanno la Via Lattea intera distruggendo senza distinzione tutti i sistemi planetari ricchi di vita e civiltà. Questo drammatico stato delle cose fa sì che il conflitto non sia solamente una questione tra il team di Shepard e i cattivoni di turno, ma coinvolge tutti gli abitanti della galassia, tutti i pianeti, continenti, nazioni, città e paesi verranno spazzati via dall’universo se l’intervento non sarà rapido e massivo. La guerra dunque è vasta e diffusa, il protagonista non potrà certo vincerla da solo, proprio per questo è stato introdotto il multiplayer in Mass Effect 3, per mostrare ai giocatori come in altre zone della galassia, le diverse razze combattono per difendere le proprie case e i propri pianeti.

Mass Effect 3 dunque si avvarrà di un multiplayer cooperativo, non competitivo, nel quale fino a quattro giocatori uniranno le forze per respingere l’attacco dei Razziatori e dei nemici a loro alleati. Prima di iniziare una partita dovremo scegliere la razza del nostro personaggio tra le sei disponibili: Umani, Turian, Salarian, Asari, Krogan e Drell. Ogni razza avrà dalla sua alcune caratteristiche uniche, utili al combattimento o ad altri tipi di azioni, mentre i Krogan sfrutteranno le loro possibilità fisiche per il combattimento, le Asari saranno specializzate nell’utilizzo dell’energia biotica sia per offendere che per difendere. Oltre alle sei razze potremo personalizzare il nostro alter ego con ulteriori sei classi, le stesse che possiamo scegliere all’inizio di una partita single player: Adepto, Ingegnere, Soldato, Sentinella, Incursore e Ricognitore. Come ipotizzabile non ci saranno personaggi appartenenti al single player, ma altri più anonimi ma completamente personalizzabili.

I giocatori saranno trasportati in diverse mappe per raggiungere determinati obbiettivi stabiliti ogni volta dalla modalità di gioco. I nostri nemici saranno guidati dall’intelligenza artificiale che li farà reagire in modo diverso a seconda della loro tipologia e della mappa nella quale sono immersi, in generale il comportamento nemico è tendenzialmente molto aggressivo e cercherà in ogni momento di farvi muovere dalle vostre coperture.

I personaggi in gioco matureranno esperienza in base alle azioni svolte e al nostro apporto al raggiungimento degli obiettivi stabiliti. Questa esperienza ci permetterà di far progredire il nostro personaggio nelle sue abilità specifiche, rendendolo sempre più efficace ad ogni nuovo scontro. Le statistiche e i punti guadagnati non verranno resettati a fine partita così da mantenere un senso di continuità con il personaggio da noi creato.

Galaxy at War, questo è il nome del multiplayer cooperativo di Mass Effect 3, vanterà anche differenti modalità di gioco che metteranno i giocatori di fronte a diverse sfide come il difendere un punto da ondate di nemici, oppure missioni di maggior movimento dirette a liberare aree ed edifici dai suoi nemici e così via; ad oggi non sappiamo quante e quali saranno le modalità di gioco di Galaxy at War.

Una delle cose che BioWare ha sempre specificato dall’annuncio del multiplayer è che questa branca di Mass Effect 3 sarà opzionale, secondaria se vogliamo, infatti potremo benissimo giocare in single player senza nemmeno toccare per un istante il multiplayer; la trama e gli eventi della campagna saranno totalmente slegati dall’andamento del multi. Rimane comunque un filo conduttore di base tra il single e il multi visto e considerato che si combatte sempre nella stessa galassia contro gli stessi nemici. Giocare in multiplayer farà sì che le missioni di Shepard siano in qualche modo più agevoli, niente di radicale, ma sicuramente meno problematiche. 


Un’esperienza mai uguale a sé stessa 

Chi ha giocato ad almeno un Mass Effect dei due per ora esistenti avrà testato con mano la profondità narrativa, la complessità dell’intreccio e soprattutto i differenti sentieri che la trama può prendere in base alle nostre decisioni in determinate circostanze.

In Mass Effect 3 questa caratteristica distintiva non andrà perduta, anzi, sarà maggiormente esaltata da quello che BioWare ha tentato di imbastire.

Se possibile in Mass Effect 3 le diramazioni della trama saranno maggiori ed ogni bivio sarà più difficile da individuare rispetto ai capitoli precedenti, imboccheremo diversi passaggi dell’intreccio narrativo senza nemmeno accorgercene, dopo aver preso decisioni all’apparenza poco importanti o comunque limitate. Gli sviluppatori vogliono creare un costate effetto di sorpresa all’interno di Mass Effect 3, hanno aggiunto continue deviazioni e finte conclusioni in modo da farci credere che una determinata causa abbia una specifica conseguenza per poi farci realizzare che gli effetti sono stati di tutt’altro tipo. Nell’universo di Mass Effect 3 nulla sarà casuale od ovvio.

Capitava spesso in Mass Effect 2 di capire anticipatamente il fine di una certa missione in quanto la struttura era simile e la concatenazione di eventi era la stessa, nel prossimo capitolo della serie invece le missioni saranno studiate in modo da essere sempre varie e diverse tra di loro. Il level design sarà incaricato di questo compito, gli scenari saranno i più svariati possibili e, così come per lo sviluppo narrativo, presenteranno dei percorsi ovvi che ci guideranno verso ambienti e situazioni diverse da quelle che ci saremmo aspettati. Gli obiettivi delle missioni saranno più frastagliati e meno lineari.

Una delle novità circa il single player di Mass Effect 3 saranno le tre modalità di gioco tra cui scegliere all’inizio di ogni partita; dovremo optare tra Azione, Gioco di Ruolo e Storia. Queste non sono altro che delle alternative rispetto alla quantità di informazioni e impostazioni che il giocatore, che magari si avvicinava per la prima volta alla serie, doveva decidere e fissare all’inizio della partita, senza sapere che effetti avrebbero poi avuto sulla giocabilità. Una semplificazione delle impostazioni iniziale di una partita: la modalità Azione sarà maggiormente diretta all’esaltazione degli scontri e del gameplay simil-sparatutto di Mass Effect, in questo modo verrà allentata la tensione delle decisioni pesanti da prendere durante lo svolgimento della trama; Storia invece sarà l’esatto opposto, verrà posta l’enfasi sulla trama, i dialoghi e le scelte mentre le fasi di combattimento verranno semplificate per renderle più scorrevoli ed agevoli per coloro poco avvezzi al genere action; infine Gioco di Ruolo dovrebbe essere l’impostazione standard per giocare a Mass Effect 3, ovvero quella che mantiene tutto inalterato per ottenere il massimo da ogni aspetto del gioco. La cosa fondamentale è che queste tre modalità non saranno fisse ed invariabili ma potranno essere modificate durante la partita, intervenendo sulle opzioni specifiche, una volta che il giocatore abbia pienamente compreso quello che è il loro effetto sulla giocabilità.


La fine della saga si avvicina

Multiplayer o non multiplayer, Mass Effect 3 rimane il titolo più atteso del 2012, o almeno del primo trimestre; la voglia di conoscere la conclusione della trama e la curiosità di scoprire cosa di nuovo è stato introdotto nella campagna single player fanno sì che tutti i fan della serie segnino con nervosa apprensione i giorni che li separano dal tanto agognato 9 Marzo con la consapevolezza che sarà sì la fine delle vicende del Comandante Shepard ma di certo non sarà la fine di Mass Effect e dell’universo creato da BioWare.

Mass Effect ( X360 )Esiste un modo migliore di aspettare Mass Effect 3…
Mass Effect 2 ( X360 )... se non quello di giocarsi i capitoli precedenti?
SCHEDAGIOCO
Cover Mass Effect 3

Mass Effect 3

Scheda completa...
Mass Effect 3 [Update]2012-01-19 00:25:35http://www.vgnetwork.it/anteprime/mass-effect-3-update/Il ritorno del Comandante Shepard1020525VGNetwork.it