Metal Gear Solid V: The Phantom Pain - Online

Anche MGS V: The Phantom Pain ci porta di nuovo in squadra con il suo leggendario multiplayer
Scritto da Mailil 29 dicembre 2014
Metal Gear Solid V: The Phantom Pain - Online Anteprima

Se c'è una saga videoludica che di certo non ha bisogno di presentazioni o introduzioni di vario genere è certamente quella di Metal Gear, che dal lontano 1987 ad oggi ha decisamente fatto strada nei cuori e nelle console di milioni di appassionati. Non è certo un segreto data l'attesa spasmodica e l'hype a mille di praticamente chiunque che sia in dirittura d'arrivo negli scaffali di tutto il mondo l'ultimo capitolo della fortunata serie, quel Metal Gear Solid V: The Phantom Pain preceduto quest'anno dall'ottimo seppur breve prologo che è stato Ground Zeroes, e con l'atteso ultimo capitolo è in procinto di riaffacciarsi sui nostri schermi anche il leggendario Metal Gear Online, giunto oramai alla sua terza incarnazione la quale promette davvero bene, stando a quanto ha rivelato il trailer mostrato ad hoc ai Video Game Awards ad inizio dicembre, dal quale è strato possibile trarre diverse informazioni sul gioco. Andiamo a scoprire quali.


Vera cooperazione tattica

L'aspetto più caratterizzante dell'esperienza passata di Metal Gear Online è senza dubbio l'accento sulla componente tattica e cooperativa presente in ogni partita: nessun altro gioco online garantiva, anzi pretendeva, una coordinazione e un affiatamento totale tra i membri del gruppo per riuscire a prevalere sulle squadre nemiche, elevando MGO ben al di sopra di tanti altri blasonati esponenti del gioco online cooperativo, persino giochi studiati esclusivamente con tale intento come quel gioiellino che fu Left 4 Dead riuscirono a raggiungere tale profondità tattica. Ovviamente negli intenti di Kojima e soci c'è quello di alzare ulteriormente l'asticella in questa nuova versione e settare nuovi standard per questo genere di esperienze multiplayer. Sin dall'inizio del trailer mostrato si nota chiaramente quanto il team di sviluppo stia puntando in alto, all'inizio è possibile notare subito un ampliamento del numero di membri per ogni squadra, fissato a quanto pare ad otto in virtù molto probabilmente dell'ampiezza decisamente aumentata delle mappe a disposizione (ricordiamo che la campagna single player sarà un open world quindi è lecito aspettarsi mappe sensibilmente più grandi anche per MGO, seppur con dei limiti chiaramente imposti dalla tipologia di gioco). Il team di sviluppo ha inoltre annunciato che per le varie partite sarà possibile intervenire su numerosi parametri, tra i quali anche le condizioni meteorologiche e presumibilmente anche l'orario come accade nelle missioni secondarie di Ground Zeroes, cose che indubbiamente influiranno sull'approccio e il gameplay delle sessioni. Numerosi saranno inoltre i nuovi gadget a disposizione dei giocatori, tra cui annoveriamo i palloni Fulton che, una volta attaccati ai giocatori avversari, permettono di sollevarli e lasciarli a mezz'aria in balia dei cecchini, a meno che non venga immediatamente fatto esplodere da un compagno il suddetto pallone in tempo per liberare il malcapitato. Altra aggiunta è il pupazzo del cucciolo, che nel puro stile humor di Kojima e soci sostituisce (o si affianca, ancora non si sa) le riviste porno offrendo in pratica il medesimo risultato: una volta piazzato in terra l'avversario che si trova a posarvi sopra lo sguardo rimane intenerito e quindi immobile per qualche secondo e quindi alla nostra mercé. Unico davvero. Bella idea anche l'introduzione del camouflage stealth disponibile a quanto pare ad un membro del gruppo ma decisamente utile alle strategie di infiltrazione della squadra. Del resto le meccaniche sembrano (per fortuna) immutate, sarà come sempre indispensabile la coesione e l'organizzazione accurata del gruppo, che coordinandosi potrà agire nel modo migliore per sconfiggere la squadra nemica. Un piccolo dubbio in verità rimane: essendo in Ground Zeroes stata eliminata la barra della stamina presente nei capitoli precedenti, che quindi anche in MGO svolgeva il suo dovere nell'impedire azioni troppo frenetiche e convulse quali corse chilometriche di soldati impazziti, in favore di un'unica barra che si ricarica progressivamente il dubbio è che questa modifica possa in qualche modo sbilanciare l'ottimo equilibrio delle precedenti versioni facendo pendere il tutto verso un'azione troppo predominante ed esasperata. Vedendo come si svolgeva la missione del trailer sembra che il pericolo sia scongiurato grazie all'utilizzo dei suddetti gadget e alla conformazione della mappa ma staremo a vedere, non è poi detto che per MGO solamente si possa tornare al vecchio sistema reintegrando la stamina, tutto può essere.

IFrame


E i Metal Gear dove stanno?

Altra introduzione senz'altro gradita è quella dei mech bipedi utilizzabili durante le fasi di combattimento più serrato, magari non dei veri Metal Gear come siamo abituati a concepirli ma decisamente qualcosa che ci va molto vicino e renderà sicuramente vari e dinamici gli scontri. Sarà possibile come nella precedente versione utilizzare anche i personaggi principali del gioco, nel video compaiono infatti Snake e Ocelot, ognuno con una propria abilità speciale unica proprio come accadeva nell'episodio precedente, quello integrato in Guns of The Patriots. Per quanto riguarda le modalità di gioco nessuno si è sbottonato riguardo ad eventuali novità, nel video viene mostrata una missione di infiltrazione in cui la squadra infiltrata deve recuperare dati sensibili presenti in un computer protetto dalla squadra nemica, ma è facilmente intuibile che potranno esserci i classici deathmatch e le missioni di salvataggio, per eventuali altre novità rimarremo in attesa di nuove informazioni dalla vecchia volpe (animale a caso, eh) di Kojima-San. Sul versante tecnico i giudizi sono sostanzialmente molto positivi, ma trattandosi di un trailer non in real time non possiamo ancora esprimerci sulla bontà della resa grafica e delle prestazioni del gioco in movimento vero e proprio. Comunque sia siamo fiduciosi che il risultato finale sarà quanto di più vicino ci possa essere al video mostrato, l'innegabile qualità del Fox Engine si è vista già in Ground Zeroes e quanto mostrato su MGO si mantiene certamente su quegli stessi ottimi standard, un bel salto qualitativo rispetto ai vecchi MGO, almeno su current-gen.


War has Changed

Come disse il vecchio (in tutti i sensi) Solid Snake nel preludio a Guns of The Patriots la guerra è cambiata, così come è cambiato il modo di "giocarla", e Metal Gear Online si appresta a tornare per riunire vecchi e nuovi appassionati di quella che per molti è una delle esperienze di gioco online più complete ed appaganti mai viste, un compito non facile come non è facile tenere alto il nome di un brand così importante in ogni sua reincarnazione, eppure Kojima ci è riuscito sia negli indimenticabili episodi single player che nelle versioni multiplayer precedenti, quindi non ci sono ad oggi elementi per pensare che non farà nuovamente il colpaccio con The Phantom Pain e la sua componente online. Tutto ciò che ci resta da chiedere ora è la data di uscita perché sicuramente non saranno pochi quelli che non stanno più nella pelle per mettere le mani sul nuovo capitolo di MGS nella sua interezza! Concludiamo dicendo che il gioco uscirà nel corso del 2015 per PC, PS3, PS4, Xbox 360 e Xbox One. Stay Tuned!

UN GIOCO COME MGO, COME I PREDECESSORI, NON PUÒ CHE ESSERE IN CIMA AI SOGNI DEGLI APPASSIONATI, ESATTAMENTE COME LA CAMPAGNA PRINCIPALE THE PHANTOM PAIN DI MGS V
ASPETTATIVA5/5
Metal Gear Solid V: Ground Zeroes ( PS4 )Il prologo di quello che sarà il capitolo principale The Phantom Pain, un ottimo se pur brevissimo assaggio.
Metal Gear Solid 4: Guns of The PatriotsLa campagna single player resta sicuramente un'esperienza magnifica per gli appassionati e non dello storico brand. L'online è stato chiuso, purtroppo.
SCHEDAGIOCO
Cover Metal Gear Solid V: The Phantom Pain

Metal Gear Solid V: The Phantom Pain

Scheda completa...
Metal Gear Solid V: The Phantom Pain - Online2014-12-29 15:00:00http://www.vgnetwork.it/anteprime/metal-gear-solid-v-the-phantom-pain-online-48108/Anche MGS V: The Phantom Pain ci porta di nuovo in squadra con il suo leggendario multiplayer1020525VGNetwork.it