Ori and the Blind Forest

Indie e Microsoft: pace fatta?
Scritto da il 19 giugno 2014
Ori and the Blind Forest Anteprima

Dopo anni rombanti all'insegna di Xbox Live Arcade, Microsoft si é fatta scavalcare da Sony nel rapporto con gli sviluppatori indie in occasione del travagliato cambio generazionale, segnato da diversi passi falsi per il colosso di Redmond. La situazione, comunque, é in miglioramento, sicché, dopo l'apertura delle danze con lo strampalato Super Time Force, il futuro di Xbox One pare più roseo sotto questo profilo (e anche altri). Merito del programma ID@Xbox, che consente ai team indipendenti di auto-pubblicarsi, dicono i più.

Uno dei progetti più affascinanti fra quelli previsti per il 2014 é Ori and the Blind Forest, annunciato, mostrato e provato in occasione della caotica fiera losangelina che si é conclusa qualche giorno fa.


Metroidvania next gen

Incasellare il gioco di Moon Studios in un genere é un'operazione facilissima: si tratta di un Metroidvania per ammissione degli sviluppatori stessi, che non si fanno problemi a scomodare capolavori del calibro di Super Metroid e di The Legend of Zelda: A Link to the Past quando si tratta di citare le opere che li hanno maggiormente influenzati. Ori and the Blind Forest sarà un platform in due dimensioni dotato di alcuni elementi RPG, fra cui allo stato attuale spicca un ricco Ability Tree, come viene chiamato nella demo giocabile all'E3. In questo genere due aspetti fondamentali sono il sistema di controllo e il level design: il primo deve garantire un'esperienza di gioco non frustrante, mentre il secondo deve valorizzare i nuovi poteri che vengono via via acquisiti senza scadere in un backtracking estenuante. Chi ha avuto la possibilità di provare il titolo ha sottolineato l'affidabilità dei controlli, ma ovviamente non ha potuto saggiare il level design nei pochi minuti di gioco a disposizione.

Un genere vecchio, dunque, molto Anni Novanta. Ma un look decisamente next gen, per quanto si tratti di una produzione non certo milionaria. I ragazzi di Moon Studios sbandierano fieri la grafica Full HD e la fluidità, conferita da un frame rate inchiodato sui 60 fps.


Una foresta incantata

Abbiamo menzionato le influenze videoludiche di Moon Studios, ora occupiamoci di quelle cinematografiche. Gli sviluppatori dichiarano di essersi rifatti a pellicole (ancora una volta Anni Novanta) come Il Re Leone e Il Gigante di Ferro, oltre ai numerosi capolavori di Studio Ghibli. In effetti le premesse e l'ambientazione possono richiamare alcuni temi molto cari a Miyazaki e ai suoi collaboratori: il protagonista, infatti, é uno spirito della foresta alla ricerca del suo ruolo all'interno del mondo in cui é immerso. Ovviamente non si conoscono altri dettagli, ma, visto il genere, non ci aspettiamo una trama particolarmente articolata, quanto piuttosto una vicenda esile caratterizzata da significativi simbolismi.

Il sentimento panico é rafforzato dalla direzione stilistica, delicata ma di grande impatto, che ad alcuni ha ricordato il recente Child of Light di Ubisoft, probabilmente per la combinazione di due dimensioni e palette cromatica. Le poche schermate mostrate fino ad ora ci mostrano una natura selvaggia e incontaminata, spesso tetra, ma allo stesso tempo incantata. Per quanto la cifra stilistica non sia proprio la stessa, non abbiamo potuto fare a meno di pensare ad Outland, per via del binomio Metroidvania + direzione artistica raffinata. Anche le mappe sono simili.


Si sta come d'autunno sugli alberi le foglie

Ori and the Blind Forest é il secondo progetto di Moon Studios, che ci sta lavorando su da ben quattro anni, in parallelo con l'enigmatico WARSOUP(nome in codice, per carità, NdR), un Real-Time-Strategy-First Person Shooter di cui non sono pervenute molte notizie negli ultimi anni. A questo punto é probabile che l'ordine di uscita sia inverso rispetto a quello di annuncio, dal momento che Ori and The Blind Forest dovrebbe arrivare (ovviamente in formato digitale) nel corso del prossimo autunno su Xbox One e PC. Vedremo se Moon Studios rispetterà i tempi.

Non é che si sappia tantissimo, quindi ci teniamo cauti, ma Ori and the Blind Forest potrebbe essere una piccola perla. Time will tell.
ASPETTATIVA3/5
Outland ( X360 )Un Metroidvania caratterizzato da un impatto visivo notevole.
Limbo ( X360 )Nell'ambito indie, é impossibile non consigliare l'opera di Playdead.
SCHEDAGIOCO
Cover Ori and the Blind Forest

Ori and the Blind Forest

Scheda completa...
Ori and the Blind Forest2014-06-19 09:00:00http://www.vgnetwork.it/anteprime/ori-and-the-blind-forest/Indie e Microsoft: pace fatta?1020525VGNetwork.it