Outland

Misticismo e Fantascienza
Scritto da Leandro "White Lhio" Rossiil 05 marzo 2011
Outland Anteprima

Gli ultimi tempi hanno visto una vera e propria riscoperta della grafica a 2 dimensioni. Per di più, sembra che ogni prodotto realizzato attraverso questa magnifica forma espressiva presenti caratteristiche uniche, originali, e spesso mai viste prime in altri videogame. E' il caso di Braid, Limbo o del recentissimo VVVVVV; piccole perle che hanno saputo dimostrare l'importanza di una giocabilità solida e stimolante. Una vera manna per i giocatori più anziani, e un utile diversivo per quelli più giovani, spesso convinti che a fare la differenza sia il numero dei poligoni o i modernissimi effetti d'illuminazione. Intendiamoci, nessuno vuole criticare il progresso tecnologico raggiunto in campo videoludico, ma fa piacere constatare che, soprattutto per merito dei programmatori indipendenti, il 2d gode di ottima salute. E per restare in tema, diamo uno sguardo al prossimo Outland, che probabilmente andrà ad aggiungersi alla lista di capolavori sopra elencata.


Un nuovo mito

Outland è un vero e proprio spettacolo per gli occhi. A colpire è in particolar modo il comparto stilistico, molto originale e soprattutto accattivante. Darne una descrizione senza il supporto di un filmato è un'operazione complessa, ma cercheremo di essere sufficientemente esplicativi. Innanzitutto, diamo un breve sguardo alle ambientazioni; un'immensa foresta si erge sullo sfondo, mentre il protagonista avanza tra mille piattaforme e creature selvagge. I colori sono suggestivi e rievocano particolari atmosfere, come se stessimo realmente attraversando una terra lontana, al di là dello spazio e del tempo. Permane costantemente un'aura mistica e onirica che risulta estremamente affascinante. Probabilmente, Outland si dimostrerà uno dei titoli più immersivi di questa generazione, grazie alle sue peculiarità estetiche.

Le animazioni sorprendono anch'esse in positivo; i movimenti del personaggio principale sono fluidi e naturali, sia durante la corsa che in combattimento. Elementi tridimensionali (nemici e varie parti dello scenario) conferiscono poi ulteriore spessore al comparto tecnico, che come abbiamo visto è già abbastanza generoso. Ma a rendere unico Outland è il bizzarro incrocio tra fantascienza e mitologia; potete osservare, in alcune immagini, i tatuaggi disegnati sul corpo delle creature mostruose, raffiguranti simboli arcaici tipici delle culture più antiche.

Per finire le musiche: per quel poco che siamo riusciti a sentire, sono perfettamente in armonia col resto. Suoni e melodie richiamano quelle splendide atmosfere che abbiamo già citato in precedenza.


Una giungla pericolosa

Outland è in apparenza un semplice titolo a scorrimento orizzontale che alterna fasi platform a intensi combattimenti. Ma c'è di più; il protagonista è in grado di alterare la natura del proprio corpo diventando a comando un essere di luce o di oscurità. Quest'abilità si rivelerà essenziale per poter superare indenne tutti gli ostacoli che costellano il percorso. Ad esempio, in determinate circostanze dovremo attraversare una serie di piattaforme sopra alle quali fluttuano sfere d'energia. Queste, a seconda del colore (bianco o nero) reagiranno ai poteri descritti in precedenza e solo selezionando quello giusto avremo qualche possibilità di avanzare oltre. Vi sono fasi di azione intensa che richiederanno di passare dall'oscurità alla luce nella giusta sequenza e con un certo tempismo.

Lo stesso discorso vale per i combattimenti; i nemici bianchi sono vulnerabili agli attacchi neri e viceversa. Tra le prime armi a disposizione per affrontarli avremo una lunghissima e potente spada incantata, ma in seguito a un duro allenamento saremo in grado di scagliare poderosi attacchi a mani nude.

Come ogni buon platform che si rispetti, Outland sarà pieno di segreti e passaggi secondari, ricolmi di extra e oggetti speciali da recuperare. Per quanto riguarda la struttura dei livelli in se, ancora non possiamo sbilanciarci ne a parlare di complessità ne di varietà, ma è comunque lecito aspettarsi un lavoro ben fatto. Quel che è certo è che alla fine di ogni zona, dovremo affrontare l'immancabile Boss; nel caso di specie, sembra che le dimensioni di questi colossi sia tale da ricoprire gran parte dello schermo. Ci aspettiamo dunque una serie di combattimenti spettacolari e impegnativi.


In terra straniera

Outland sarà disponibile tra pochi mesi. Considerate le premesse e la qualità media dei titoli con simili caratteristiche, le speranze per un grandissimo gioco ci sono tutte. Come di consueto non resta che rimandare il giudizio finale all'uscita nei negozi di questo gioiellino.  

Limbo ( X360 )Un magnifico (ed inquietante) esempio di arte a 2 dimensioni.
Shadow ComplexPer chi preferisce armi da fuoco e tecnologia d'avanguardia.
SCHEDAGIOCO
Cover Outland

Outland

  • data d'uscita: 01 giugno 2011
  • produttore: Ubisoft
  • sviluppatore: Housemarque
  • Distributore: Sony Computer Entertainment Europe
  • Genere: Piattaforma
  • Multiplayer: 1-2 giocatori Online e Coop.
  • Supporto: PlayStation Network
  • Pegi: 12+
  • Sito di Outland
Scheda completa...
Outland2011-03-05 09:00:00http://www.vgnetwork.it/anteprime/outland/Misticismo e Fantascienza1020525VGNetwork.it