Persona 4 Arena

Il seguito di Persona 4 è un picchiaduro!
Scritto da il 08 agosto 2012
Persona 4 Arena Anteprima

La serie Persona, che appartiene alla gloriosa dinastia di Shin Megami Tensei, ha accresciuto mostruosamente la sua popolarità a partire dal terzo episodio, uscito originariamente su PlayStation 2: a partire da quel momento (siamo nel 2006) Atlus ha pensato bene di espandere il marchio, con porting, versioni migliorate e addirittura serie anime. In questo contesto si inserisce Persona 4: The Ultimate in Mayonaka Arena, noto dalle nostre parti più semplicemente come Persona 4 Arena, che rappresenta la prima escursione al di fuori del genere JRPG, trattandosi di un picchiaduro bidimensionale a incontri, come Guilty Gear o BlazBlue: Calamity Trigger.


Una collaborazione proficua

I due titoli di cui sopra non sono stati citati a caso, dal momento che Atlus ha deciso saggiamente di non cimentarsi in un genere che non conosce, non senza l'aiuto di un esperto. E che esperto, diciamo noi! Arc System Works sforna da anni alcuni dei migliori picchiaduro a due dimensioni presenti sulla piazza, tra cui i due giochi succitati, capostipiti delle serie che hanno proiettato il developer di Yokohama nell'Olimpo del gaming giapponese.Il battle system, dunque, non dovrebbe essere un problema, anche se solo la prova con mano potrà consentirci di affermarlo con certezza matematica; parlando di picchiaduro, poi, è sempre necessario molto tempo per valutare alcuni aspetti del gameplay che non emergono subito, ad esempio il bilanciamento fra i vari personaggi, che costituisce uno dei ritocchi tipici presenti nelle varie edizioni riviste e corrette. Anche il netcode è un aspetto importante: al momento, pare che la versione per Xbox 360 soffra di un fastidioso lag, ma il problema potrebbe essere risolto ben prima della release europea.

Una peculiarità, tuttavia, si nota sin da subito: ciascun combattente ha il suo Persona, a cui sono dedicati due tasti d'attacco, in modo da consentire un elevato numero di combo a chi avrà la pazienza di sperimentare. Attenzione, però, perché il vostro avversario potrebbe riuscire a sconfiggere il vostro Persona, costringendovi a proseguire senza il suo aiuto.Torna, poi, uno dei marchi di fabbrica di BlazBlue, cioè il Burst, utile sia in attacco sia in difesa: Persona 4 Arena ne incoraggia un uso più abbondante, dal momento che non è più limitato ad uno per round, ma è ricaricabile.


La “parte” di Atlus

Atlus si è occupata principalmente di character design, OST e storia. Si tratta di aspetti forse non centrali in un picchiaduro, ma bisogna anche ricordare che questo è un vero e proprio sequel di Persona 4. Gli eventi si svolgono due mesi dopo il true ending del prequel e due anni dopo “The Answer” (e qui ci ricolleghiamo addirittura a Persona 3 FES). Ovviamente saranno presenti moltissimi personaggi, non tutti giocabili, presi di peso dagli ultimi due capitoli della serie, dal momento che non ce ne sono altri che siano ad essi collegati.Il roster non è immenso, ma capita spesso nei picchiaduro ben fatti, in cui non ci sono doppioni e ogni lottatore viene minuziosamente caratterizzato nel suo moveset. I combattenti dovrebbero essere tredici (un numero simile a BlazBlue: Calamity Trigger), ciascuno dotato del suo Persona. Qui di seguito riportiamo la lista. Tra parentesi il primo gioco (non necessariamente l'unico!) di apparizione, a destra il nome del Persona:Yu Narukami (P4) - IzanagiYosuke Hanamura (P4) - JirayaChie Satonaka (P4) - Tomoe GozenYukiko Amagi (P4) - Konohana SakuyaKanji Tatsumi (P4) - Take MikazuchiTeddie (P4) - Kintoki DoujiNaoto Shirogane (P4) - Sukuna-HikonaLabrys (inedito) - AriadneShadow Labrys (inedito) - AsteriusAkihiko Sanada (P3) - CaesarMitsuru Kirijo (P3) - ArtemisiaAigis (P3) - Pallas AthenaElizabeth (P3) - Thanatos

Probabilmente vi starete chiedendo se un roster relativamente ristretto sarà accompagnato da nuovi personaggi via DLC, caratteristica odiosissima in questo genere: Atlus ha già confermato che saranno resi disponibili contenuti scaricabili, ma non ha intenzione di aggiungere altri lottatori, in modo da non andare ad alterare gli equilibri del gioco e di non svantaggiare nessun acquirente che poi non desideri sborsare altro denaro. Bene così!


Mazzate di fine estate

Persona 4 Arena ha fatto il suo debutto in Giappone alla fine del mese scorso con ottimi esiti ed è appena uscito negli Stati Uniti. In Europa lo attendiamo per il 31 di questo mese, stando alle dichiarazioni di Zen United, publisher del gioco nel Vecchio Continente, dove Atlus non ha una filiale. Non è prevista nessuna traduzione in Italiano, purtroppo, anche se non si può dire che sia fondamentale in un picchiaduro, per quanto si tratti del sequel di Persona 4. Piccola nota per gli importers: a meno che non possediate una console americana, pazientate ancora qualche giorno fino alla release europea, dal momento che Atlus ha deciso di inserire un molestissimo blocco territoriale. Non è stata una trovata geniale, dal momento che ha scatenato le ire della fanbase, a tal punto che la compagnia di Shinjuku è corsa ai ripari, dichiarando che le versioni giapponese e americana saranno uguali e che quella del blocco non diventerà una consuetudine. L'edizione europea dovrebbe essere identica a quella americana, il che vorrebbe dire dual audio assicurato. Non manca molto, comunque, per cui chi vivrà vedrà.

Arc System Works non sbaglia un colpo, quando si tratta di picchiaduro. Il gioco sembra stupendo, anche se non ultra-tecnico, il che non è necessariamente un difetto.
ASPETTATIVA4/5
Persona 4Per conoscere gli eventi precedenti a quelli narrati in Persona 4 Arena non c'è niente di meglio che giocarsi questo ottimo JRPG. Potete aspettare la versione PS Vita.
BlazBlue Continuum Shift: Extend ( PS Vita )L'ultima iterazione della magnifica serie di Arc System Works.
SCHEDAGIOCO
Cover Persona 4 Arena

Persona 4 Arena

Scheda completa...
Persona 4 Arena2012-08-08 09:00:00http://www.vgnetwork.it/anteprime/persona-4-arena/Il seguito di Persona 4 è un picchiaduro!1020525VGNetwork.it