Splinter Cell Conviction

L'attesissimo ritorno di Sam Fisher
Scritto da Massimiliano "Maxdh" Di Marcoil 27 settembre 2009
Splinter Cell Conviction Anteprima

Annunciato nel 2007, e poi sparito dalla scena per diverso tempo, Sam Fisher ritorna alla ribalta dopo l'ultima fiera losangelina nella quale Ubisoft Montreal, team responsabile dello sviluppo di Splinter Cell: Conviction, ha potuto dare un assaggio delle diverse novità introdotte nel gameplay, spiegate dal cambiamento dell'ex agente di Third Echelon dopo gli ultimi avvenimenti, in un equilibrato mix di stealth ed azione adrenalinica.


Chi è il responsabile?

I trailer rilasciati da Ubisoft lasciano poco spazio all'immaginazione ed alle possibili speculazioni narrative. Sam Fisher, dopo aver lasciato l'agenzia che aveva fedelmente seguito per anni, ed aver perso in un apparente incidente stradale l'unica figlia amata, ha dato libero sfogo al suo spirito turbolento e desideroso di vendetta, che ora la reclama a gran voce, alla ricerca di colui che gli ha tolto tutto. E vuole delle risposte.Grazie alle scene di gioco che gli sviluppatori hanno mostrato allo scorso E3, i giocatori di tutto il mondo hanno potuto constatare come la vita allo sbando dell'ex-agente abbia avuto forti ripercussioni sul gameplay, ora decisamente improntato ad un approccio diretto, frenetico, che distaccandosi dai precedenti capitoli della serie, vuole dare una forte impronta action, senza però minare quelle che sono le basi che hanno reso famoso il titolo.Il filmato messo in mostra durante la conferenza Microsoft e Ubisoft, lanciava subito gli occhi dello spettatore all'interno delle svariate introduzioni, prima tra le quali la possibilità di interrogare i sospettati di complicità all'interno dei recenti avvenimenti. Il malcapitato veniva sbattuto da una parte all'altra dello scenario, mentre la sua testa veniva messa a dura prova contro tavole del gabinetto, specchi e porte della stanza, con l'unico obiettivo di convincere l'uomo a parlare, torcendogli importanti informazioni. L'intera scena era accompagnata da dettagli e flashback che venivano proiettati sui muri presenti, il che rendeva l'intero ambiente circostante attore di un film interattivo.Dopo aver fatto cantare l'uccellino, Sam si sposta in auto verso un' enorme abitazione, probabilmente fonte di nuovi indizi, che permettono al protagonista di mostrare le abilità, senza freni morali, di cui gli sviluppatori lo hanno dotato in questo nuovo episodio. Privo ora dei numerosi gadget tecnologici che hanno contraddistinto le sue azioni sin dai primi momenti, dapprima rompe lo specchietto della propria auto, di cui un frammento viene utilizzato per verificare la situazione al di la dell'ingresso (azione che precedentemente veniva effettuato grazie alla fibra ottica). Ulteriore aggiunta al gameplay, è il cosiddetto sistema “Mark and Execute” che da la possibilità al giocatore di marcare con dei segni gli obiettivi principali della prossima azione, siano questi nemici oppure parte dell'ambientazione, come ad esempio le luci presenti.Un segno di colore rosso, ci indica l'assenza di ostacoli nel colpire il bersaglio; se invece è caratterizzato da un distintivo colore bianco, il nostro uomo dovrà spostarsi o rimuovere l'intralcio prima di compiere la sua azione. Il numero di “tag” a nostra disposizione, varia a seconda dell'arma impugnata: una pistola permette colpi veloci ma esigui, massimo due, mentre un fucile semi-automatico aumenterà le nostre possibilità, permettendoci di marcare più oggetti o guardie.Un punto da sottolineare: la priorità dei nostri bersagli non è a nostra discrezione. Essa infatti viene decisa sul momento dall'intelligenza artificiale, secondo parametri quali possono essere velocità o comodità d'esecuzione. Un cambiamento all'interno dell'ambiente e della sua disposizione, quali possono essere lo spegnimento di una lampadina piuttosto che la caduta di un mobile, andranno ad influenzare la scelta, anche durante il suo svolgimento. Avendo solo avuto modo di vederlo giocato, la nostra impressione è stata che questa implementazione, facile da padroneggiare ma allo stesso tempo molto efficace, possa semplificare eccessivamente l'azione, lasciando molto spazio all'intelligenza artificiale e poco al giocatore.


La sicurezza di agire nell'ombra

Sebbene gli sviluppatori abbiamo volontariamente messo in mostra i cambiamenti d'approccio verso una linea più frenetica e diretta, hanno ugualmente voluto rassicurare gli appassionati che gli elementi stealth caratteristici della serie non verranno meno. Anzi anche su questo lato possono essere comunicate diverse aggiunte interessanti. Innanzitutto ora il nostro Sam potrà interagire con l'ambiente che lo circonda a suo piacimento, arrampicandosi su tubi, finestre o altre sporgenze che possano risultare utili per portare a termine la missione, anche se possiamo dimenticarci spaccate a mezz'aria a cui ci eravamo tanto affezionati.Ubisoft Montreal ha infatti premesso che le strade che condurranno all'obiettivo saranno molteplici e all'interno di scenari tutt'altro che guidati e monotoni.Il nostro indice di mimetizzazione questa volta non verrà segnalato tramite un pratico HUD. Sarà infatti lo scenario stesso, attraverso differenti palette cromatiche, ad indicare se la nostra presenza possa essere facilmente scoperta, oppure se stiamo perpetuando un corretto agire nell'ombra. Nel primo caso avremo colori più vivi ed accesi, mentre viceversa, se la nostra missione non è in pericolo, la colorazione si sposterà su toni di grigio, con l'uso del bianco e del nero.Ulteriore aggiunta è la possibilità di tendere trappole ai nostri nemici: infatti durante le fasi di gioco stealth, potrà capitare di trovare una sagoma bianca dove un momento precedente eravamo nascosti, che segnala l'ultima nostra posizione nota ai nemici. Se questo meccanismo può funzionare con avversari poco addestrati quali ad esempio guardie, i nostri ex-colleghi potrebbero invece non essere tratti in inganno anzi, dopo aver lanciato una granata nel punto conosciuto, accenderanno le torce dei loro fucili, il che permetterà loro di effettuare una migliore ricognizione, complicando l'azione e costringendoci ad un approccio attento e ragionato.


Novità nel gameplay. Grafica solida.

Le tanti novità introdotte in Splinter CellConviction sono accompagnate da un comparto grafico di alto livello, realizzato in maniera ottima e curata. Gli ambienti sono realistici nei loro dettagli e gli effetti particellari ben programmati che, collaborando con un sonoro immersivo, coinvolgono il giocatore all'interno dell'azione di gioco.Durante le fasi precedentemente descritte, gli specchi riflettevano immagini quasi perfette e le sopracitate scritte ed effetti sui muri dello scenario, davano un tocco particolare di unità e collaborazione tra le varie componenti.

In conclusione, questo nuovo capitolo della serie, vede un Sam Fisher completamente diverso, accecato dalla sete di vendetta per la morte della figlia. Ora privo di freni inibitori e morali, le sue azione mischiano un approccio tattico e ragionato ad un ritmo serrato e frenetico, grazie all'introduzione di numerose features nel gameplay. Nonostante favoriscano una maggiore varietà all'interno dell'azione di gioco, il nostro timore circa queste nuove possibilità risiede nella loro, apparente, eccessiva semplificazione nei combattimenti, soprattutto per quanto riguarda il “Mark and Execute”.Rimandato all'anno venturo, il gioco è lungi dall'essere giudicabile appieno, rendendo quindi ampio l'intervallo di tempo utile ad eventuali miglioramenti.

Metal Gear Solid 4: Guns of The PatriotsMGS4 è un titolo veramente valido, dal buon gameplay ed ottima trama!
Assassin's Creed ( X360 )Uccisioni ed azioni furtive nel medioevo. Non sarà Splinter Cell ma anche quì bisogna agire nella massima discrezione!
SCHEDAGIOCO
Cover Splinter Cell Conviction

Splinter Cell Conviction

Scheda completa...
Splinter Cell Conviction2009-09-27 11:28:45http://www.vgnetwork.it/anteprime/splinter-cell-conviction/L'attesissimo ritorno di Sam Fisher1020525VGNetwork.it