The Darkness II

Into the Darkness (again).
Scritto da Vincenzo “Enea” Casconeil 31 marzo 2011
The Darkness II Anteprima

Era altamente improbabile che un gioco come The Darkness, sviluppato dai ragazzi di Starbreeze nel 2007 per PS3 e Xbox360, non avrebbe avuto un seguito. Se non altro perché si era fatto apprezzare da pubblico e critica come uno degli FPS meglio congeniati e più innovativi degli ultimi anni. Eppure, le diverse voci che davano per certo un ritorno di Jackie Escado, protagonista del primo capitolo, e dei suoi strani poteri oscuri, a lungo non avrebbero trovato riscontro in alcun comunicato ufficiale. Ma adesso ciò che era prevedibile è stato confermato: l’oscurità e viva più che mai ed è vogliosa di scendere nuovamente sui videogiocatori. Ma con una grossa novità: a sviluppare il gioco per 2K Games questa volta non sarà Starbreeze, ma i canadesi di Digital Extremes. Inevitabili cambiamenti in vista, dunque. Ma con più di un occhio agli elementi peculiari che hanno contraddistinto il predecessore.


Jackie Estacado. Ma anche Slashy e Grabby.

La trama di The Darkness II inizierà due anni dopo gli eventi narrati nel primo capitolo: Jackie Estacado, il giovane protagonista che i videogiocatori hanno già avuto modo di impersonificare, è ormai un “Don” della malavita a tutti gli effetti. Uno dei boss più potenti di New York, oltretutto. Ma la vita di un esponente così importante della malavita organizzata non è ovviamente tutta rose e fiori. E così, per quanto visto durante una dimostrazione pratica dei primi minuti di gioco ad opera degli sviluppatori, il nostro boss si ritrova legato ad una croce, un chiodo appena conficcato nella mano destra. Il dolore si acuisce, la tensione è palpabile. E ci si accorge della presenza di un oscuro figuro, curvo su se stesso, sbraitante in direzione di Jackie e che, in un inquietante rituale in grande stile, sta via via assorbendo dal corpo del malcapitato i poteri dell’Oscurità. Poteri dell’Oscurità? Chi ha già giocato nelle vesti di Jackie non si sorprenderà più di tanto: stiamo parlando delle due armi micidiali che hanno permesso al giovane di rivestire il tanto agognato ruolo di Padrino, giacchè contro di queste ben poco possono pistole e proiettili. “Slashy” e “Grabby”, ovvero i due neri tentacoli dall’altissimo potenziale distruttivo che (questa volta quasi perennemente) faranno bella mostra di sé ai lati di Jackie, pronti a scatenare l’inferno a comando.

La prima occasione per guidarli a dovere arriva presto, dal momento che i primi minuti di gioco sono strutturati su una serie di flashback che spiegano come Jackie si sia ritrovato in quella bruttissima situazione. Primo flashback, ed eccoci con due avvenenti giovani in un lussuoso ristorante di New York, la giusta location per la prima carneficina in seguito ad un assalto da parte di ignoti. Ci si accorge ben presto che i due tentacoli, comandabili in modo indipendente tramite i due grilletti del pad, hanno caratteristiche e specializzazioni differenti: Grabby si occupa di afferrare nemici, oggetti, armi; Slashy di fare di tutto carne da macello. Le possibilità di gameplay offerte da uno stratagemma del genere sono impressionanti e tutte da scoprire. Per fare solo qualche esempio, si potrà sradicare un lampione e farne una letale arma impropria o afferrare un nemico ed utilizzarlo a mo’ di palla da bowling per abbatterne altri. Se l’interattiva con l’ambiente circostante sarà veramente curata, l’unico limite nell’uso dei due tentacoli sarà la fantasia. E la luce. Proprio così: se esposto a qualsiasi tipo di luce, Jackie perde i suoi poteri dell’Oscurità. Attenzione ai neon cittadini, dunque.Ovviamente durante le numerosissime sessioni action i videogiocatori potranno contare, oltre che sui tentacoli, anche su normali armi da fuoco utilizzabili tramite i dorsali del pad. Per quanto mostrato, da questo punto di vista non ci aspetta nulla di rivoluzionario, ma un sistema di mira e puntamento semplice ed affidabile.


Un (solo) Darkling per amico.

Chi ha avuto modo di perdersi nell’oscurità del primo The Darkness sicuramente li ricorderà: ci riferiamo ai quattro Darkling, i pestiferi mostriciattoli neri di cui Jackie era in grado di prendere il controllo. A tal proposito, in The Darkness II ci aspetta una novità: il numero di Darkling di cui Jackie potrà disporre scende da quattro a uno.“Ma come?”, si chiederà il giocatore, probabilmente inizialmente scontento. “Questo non limiterà le possibilità di gameplay?”.Gli sviluppatori hanno già avuto modo di precisare che c’è una precisa ragione dietro questa scelta oculata, che non appiattirà l’esperienza di gioco: il desiderio è dare maggiore spazio alla componente spiccatamente action, senza lasciar stagnare i videogiocatori in lente sessioni strategiche e simili. Il Darkling, nel quale si celano poteri più oscuri rispetto a quelli posseduti dai quattro “avi”, saprà fare benissimo da sé: azzannare ed ostacolare i nemici, recuperare oggetti altrimenti irraggiungibili e, perché no, urinare sui cadaveri dei nemici. Con un fido e capace alleato così, non ci si sentirà mai da soli, nel buio.


Un fumetto in movimento.

Il cambio al timone in sede di sviluppo porterà, come dicevamo nel corpo dell’articolo, qualche novità in termini di gameplay, che sembra sì più lineare, ma anche più veloce ed adrenalinico. Altre vistose novità devono essere ricercate nel comparto grafico. Non che quello del predecessore fosse scadente, anzi (anche se di tempo ormai ne è passato, NdR). Ma i ragazzi di Digital Extremes hanno deciso di cambiare rotta, avvicinandosi molto di più di quanto fatto in passato allo stile fumettoso della graphic novel realizzata da Top Cow dalla quale è tratta la serie di videogiochi. “Graphic noire art style”: quelli di 2KGames hanno deciso di ribattezzare in questi termini questa sorta di evoluzione del semplice cel shading. Al di là della definizione degli elementi e dei dettagli, infatti, ogni texture di gioco sarà letteralmente dipinta a mano, in un tripudio di colori che, complice una paletta cromatica fortemente evocativa, ricorda tanto il fumetto cartaceo. Che il particolare stile grafico possa essere una carta più per Jackie?


L'Oscurità sta arrivando...di nuovo.

Non ci resta che aspettare nuovi dettagli riguardo un FPS che promette già bene. Magari riguardo un possibile comparto online, sul quale gli sviluppatori hanno preferito non sbottonarsi, sperando che sia strutturato meglio di quello del predecessore.

The Darkness ( PS3 )L’uscita del secondo capitolo è un’ottima motivazione per (ri)giocare le prime avventure di Jackie.
Alone in the Dark ( X360 )Survival horror made by Atari che, come già lascia intuire il titolo, dà ampio spazio all’oscurità.
SCHEDAGIOCO
Cover The Darkness II

The Darkness II

Scheda completa...
The Darkness II2011-03-31 15:00:00http://www.vgnetwork.it/anteprime/the-darkness-ii/Into the Darkness (again).1020525VGNetwork.it