Watch_Dogs [First Look]

Non normale, non cyberpunk... Hack it!
Scritto da Mail@ simoneazzil 08 giugno 2012
Watch_Dogs [First Look] Anteprima

Il mondo dei videogiochi ha continui cicli che si ripetono nel tempo, fin dagli albori di quel Bushnell che in casa sua creò un cabinato che segnò la storia, prima di fondare l’Atari, fin ai giorni nostri. Succede così che un gioco di grande successo viene ripreso da diversi posteri nei modi, nell’ambientazione; questo i giocatori lo vedono, lo sentono, ma se all’inizio la situazione è accettabile perché c’è fame di titoli e comunque si riesce a giocare qualche chicca, dopo del tempo la comunità comincia a gridare “basta” chiedendo innovazione, freschezza.Dal palco Ubisoft dell’E3 2012 sono stati presentati e mostrati titoli di cui già si conosceva l’esistenza o seguiti di saghe già consolidate come Splinter Cell. Davamo praticamente per finita la conferenza ormai, ma con un colpo di coda esce il direttore di Ubisoft Montreal che fa una brevissima introduzione: “questo è un nuovo IP, speriamo che vi possa piacere”; dobbiamo ammettere che inizialmente abbiamo pensato di tutto, meno quello che poi ci è stato presentato, lasciandoci a bocca aperta con una demo giocabile.


Tutto sotto controllo

Andiamo con ordine: quando le luci si abbassano parte un trailer che ci spiega il background del gioco che si presenta in un futuro prossimo ma dai toni non poi così fantascientifici.Siamo nel 2003, Stati Uniti D’America, precisamente nello stato di New York quando si verifica un blackout totale della rete elettrica con gravi disordini e problemi dove 11 persone muoiono nell’oscurità. La causa si chiama Raymond Kenney, un impiegato scontento che sfrutta una piccola vulnerabilità del sistema per caricare un virus che lo sovraccarica causandone lo spegnimento.Dieci anni dopo il sistema è cresciuto in modo esponenziale e sulla scia di questa esperienza è stato fondato il centralOperationSystem, detto ctOS, dove un computer controlla tutti gli aspetti cittadini dall’illuminazione pubblica alla videosorveglianza. Il trailer pone una bella domanda: “un computer ora controlla le città, ma chi controlla quel computer?”. Semplice: le compagnie private che hanno tutto da guadagnare dalle informazioni di questo sistema, rendendo di fatto il ctOS un Grande Fratello dove i cittadini non sono altro che cluster contenenti informazioni personali come il proprio stato di salute, carte di credito ed email immagazzinate in continuazione, facendo capire cosa pensate, in cosa credete. Mettendo insieme tutte queste informazioni le aziende costruiscono il profilo del cittadino, spiato ovunque, così da sapere come e quali prodotti vendere e distorcendo anche il modo di vedere il mondo.Perché ricordate che ogni informazione fa parte della stessa rete.Dieci anni dopo gli eventi di New York, Kenney funge da esempio per tutti. Un solo uomo è riuscito a lasciare al buio l’intero nord-est degli Stati Uniti; oggi tutto è interconnesso, tutto può essere violato.Nasce così una resistenza al sistema che lotta in modo anche violento a suon di hack che si tramutano poi in azioni ben più concrete.

IFrame


Giochiamo tutti insieme

La demo parte con un breve monologo a frasi coincise del protagonista della scena che lasciano trapelare un vero ribelle: “you can hide from me, I’m gonna find you” ossia “puoi nasconderti da me, ma sto venendo a [trovarti] scovarti”. Dal palco prendono il controllo del personaggio e la demo gameplay comincia ufficialmente lanciandoci già le prime informazioni: una mappa dinamica in basso a destra che lascia ad intendere una natura free-roaming.Dobbiamo imbucarci ad una festa, ma la coda è lunga ed i buttafuori poco disposti, c’è bisogno di un diversivo: tramite il cellulare/palmare che il protagonista ha sempre in mano viene lanciato un hack sulla locale rete di comunicazione, che manda in blackout i cellulari attirando l’attenzione di chi controlla la porta, dando modo di infiltrarsi. All’interno il personaggio si fa un giro tranquillo, dandoci modo di guardare l’ambientazione; si svolge un dialogo dove si acquisisce la prossima missione, trovare un certo Demarco.Da qui in poi parte il forte del gameplay: anzitutto viene lanciato uno scan che analizza le persone nei paraggi con tutti i dati, basta spostare la visuale sui vari npc presenti perché lo scanner li passi in rassegna mostrandoci tutti i dati a noi necessari fino a trovare il nostro bersaglio che è un impiegata di Demarco, per poi intercettare la chiamata che sta svolgendo. Qualcuno a questo punto si accorge del nostro operato e sull’hud spunta una scritta rossa con la probabilità che un individuo aggredisca il protagonista: meglio darsela a gambe, ma un altro della security si accorge della presenza e lancia un monito; prima che riesca a fare qualsiasi cosa però il protagonista si lancia in un’azione preventiva, disarmandolo e stordendolo sfoderando una certa abilità fisica che lascia trapelare forse un qualche addestramento.

La scena si sposta sull’esterno dove la pioggia martella le strade cittadine e vediamo il protagonista entrare in modalità “terrorista” alzando una bandana per coprire parzialmente il volto prima di violare l’impianto semaforico vicino in modo che l’auto bersaglio rimanga coinvolta in un incidente. Parte una sparatoria dove i primi colpi sono in bullet time (non è chiaro come sia stata attivata questa caratteristica) per poi portarsi in copertura: il tutto nel complesso ci ricorda le sparatorie di LA Noire.Il protagonista soccorre anche un cittadino rimasto intrappolato nell’auto, raccomandando di stare giù prima di riprendere la sparatoria dove vediamo una certa agilità con la possibilità di scivolare sopra i cofani delle macchine sparando nel qual tempo. Il protagonista raggiunge poi il suo bersaglio, dandogli una lezione (definitiva), ma il trambusto ha inevitabilmente attirato l’attenzione delle autorità che cominciano a convergere sul posto con tutti i mezzi.A questo punto nel trailer rilasciato al pubblico si vede il protagonista prendere un auto lanciandosi in un inseguimento alla GTA; versione leggermente diversa per il palco dell’E3 dove una volta inquadrato dal riflettore dell’elicottero la scena si sposta su un personaggio che segue la scena da lontano, lasciando trapelare la possibilità di controllare più personaggi e che il protagonista non sarà uno soltanto ma potenzialmente tutti i cani da guardia, l’intera resistenza.

IFrame


Grande tecnica

In questi ultimi tempi gli sviluppatori stanno usando tutta la loro passata esperienza in ambito di programmazione. Ormai anche la complessa Playstation 3 è divenuta famigliare e si è capito anche come spremere ulteriormente la console rivale targata Microsoft. Questo si vede dal tasso tecnico di titoli di prossima uscita come The Last of Us, God of War Ascension, Splinter Cell Blacklist, Tomb Raider… Ieri anche Watch_Dogs è entrato a far parte di questa lista mostrando un comparto tecnico di tutto rispetto dalla grafica al level design.Nella demo vediamo subito un effetto vento che colpisce il protagonista, reso bene con l’ausilio della polvere, che sposta il soprabito del protagonista in modo leggero e reale dove solo la parte alla destra del protagonista svolazza libera, mentre il lato opposto incontra come ostacolo il protagonista stesso, schiacciandosi semplicemente, il tutto senza perdere la gestione di un poligono. Stesso discorso per oggetti come ombrelloni ed alberi che subiscono in modo naturale la forza del vento.L’illuminazione ambientale che si vede all’inizio non ci ha particolarmente entusiasmato (fermo restando che si tratta pur sempre di una versione beta) così come le ombre. Il discorso cambia quando si passa al chiuso dove l’illuminazione è molto particolare e lancia l’occhiolino alle ombre dinamiche.Molto buoni anche i riflessi che danno il meglio di se soprattutto nell’ultima parte della demo con la pioggia, nota di merito anche a quest’ultimo elemento che da l’impressione di essere vera e non di essere un elemento messo lì che cade dal cielo tanto per inserire un agente atmosferico.Una cosa che a nostro parere è da rivedere è il fuoco che paradossalmente trova il suo tallone d’Achille non nei dettagli (si vedono oggetti infuocati cadere dal cielo in modo leggero e naturale dopo l’esplosione a fine demo) ma nel grosso. Ci è sembrato di vedere un effetto un po’ blando durante l’esplosione del distributore, poco naturale al contrario degli altri elementi che ci hanno piacevolmente colpito.Una nota di merito, sicuramente non nuova per Ubisoft, va al game design che nella demo ha dato il meglio di se all’interno del locale, ricalcando in modo molto leggero uno stile cyberpunk ma senza esagerare, adattandosi bene allo stile futuristico e molto computerizzato che il titolo vuole proporre (e forse, di questo passo, non tarderemo molto a vederlo di persona, ndr).


Un _ che fa la differenza

Non è raro vedere in giro il nome di questo gioco come “Watch Dogs”, dimenticando l’esistenza dell’underscore come fosse una cosa superflua che può essere tralasciata. Noi non siamo di questo avviso: se proviamo a pensarci quel carattere dona al titolo una luce più informatica, da pirata della rete, rispetto ad un semplice e comune spazio. E’ un aspetto che gli sviluppatori hanno certamente voluto mettere in risalto fin da subito, fin dalla lettura del titolo e la scelta dell’underscore non deve essere per niente casuale. Per questo noi preferiamo chiamarlo con il suo vero nome: Watch_Dogs, incluso di underscore.Aspettiamo dunque più informazioni su questo titolo che si è si mostrato, ma con delle riserve. Promette una grande ventata di aria fresca su tutte le console mescolando un po’ di LA Noire e GTA messi in una storia fantascientifica fatta di pirati informatici e multinazionali intenzionate a controllarci come Orwell più volte ci ha avvisato. Il tutto con una spruzzata di quello che è lo stampo Ubisoft, la cui presenza si avverte subito.

Un titolo che promette davvero molto portando aria fresca. Qualcosa di mai visto prima.
ASPETTATIVA5/5
Assassin's Creed: Revelations ( PS3 )Ambientazione totalmente differente, ma lo stampo Ubisoft si avverte anche qui.
Grand Theft Auto IV ( X360 )Fughe in macchina anche qui; più che pirati informatici possiamo essere pirati della strada!
SCHEDAGIOCO
Cover Watch_Dogs

Watch_Dogs

Scheda completa...
Watch_Dogs [First Look]2012-06-08 16:00:00http://www.vgnetwork.it/anteprime/watch_dogs-first-look/Non normale, non cyberpunk... Hack it!1020525VGNetwork.it