Wolfenstein: The New Order

Un reboot per rilanciare una serie storica
Scritto da il 17 ottobre 2013
Wolfenstein: The New Order Anteprima

Wolfenstein 3D è stato uno dei primissimi sparatutto in prima persona, insieme a Doom e ad altri capolavori che ancora oggi moltissimi di voi ricorderanno. Sono stati creati numerosi seguiti e spin-off dedicati alla saga, alcuni molto celebri ed amati, mentre altri altrettanto conosciuti ma meno acclamati. La furia di Hitler è la chiave che permette alla trama di assumere un’impronta (fanta)storica differente da quella che noi viviamo e che abbiamo studiato. Con mostri strani, creature misteriose ed esseri indefinibili, la potenza delle SS si fa più opprimente. Ma non siamo qui per parlare di un brand oramai superato: Wolfenstein: The New Order debutterà nel corso del 2014.


Un nuovo inizio

La storia non è collegata con i precedenti episodi. Si tratta, in questo caso, di un reboot, un nuovo inizio: proprio come è stato per Dante in Devil May Cry o per Lara Croft in Tomb Raider, in questo Wolfenstein la storia avrà un nuovo prologo. Vestiremo come di consueto i panni del capitano B.J. Blazkowicz, un eroe di guerra. Dopo essere caduto in coma per molti anni a causa di un trauma ricevuto sul campo di battaglia, al suo risveglio vede con disgusto che il regime nazista ha invaso tutto il pianeta, modificando radicalmente le usanze e anche la struttura delle varie città. Blazkowicz, l’unico uomo della resistenza Americana rimasto, dovrà far fronte ed eliminare la minaccia tedesca, solamente con le sue forze.

La storia inizialmente non ha sorpreso, ma MachineGames ha annunciato un completo coinvolgimento del giocatore, complice anche un personaggio che, per quanto possa sembrare monotono e piatto, in realtà si presenterà come un protagonista a tutto tondo; sarà dotato perciò di diverse sfaccettature, sofferenze, gioie e non si sentirà solo pervaso dalla sete di vendetta e distruzione. Una chicca che ridesterà gli animi dalla loro incertezza sarà la possibilità (se non l’obbligo) di scegliere all’inizio della trama una di due opzioni che ci verranno proposte: ognuna cambierà radicalmente l’aspetto del gioco, sia visivamente sia dal punto di vista ludico. Non ci è dato sapere di quali scelte si tratti precisamente, ma è stata sottolineata l’importanza dello sviluppo di questa biforcazione.


Pronto a tutto

Sparatorie, esplosioni, sangue sullo schermo: il tipico sparatutto, almeno questa è la primissima impressione. Se poi aggiungiamo anche l’assenza di un comparto multiplayer, che cosa potrebbe invogliare i giocatori all'acquisto? Come annunciato dal produttore generale, non è stato aggiunto alcun contenuto multi, ma la scelta è stata più che giustificata: in questo modo il team avrebbe potuto concentrare tutto il lavoro sull’esperienza single player; infatti, per quanto l’idea non convinca un pubblico desideroso di sfide online, MachineGames ha rassicurato tutti, garantendo una campagna altamente divertente ed emozionante.

Ci troviamo innanzi ad un gioco che presenta diverse personalità: non è solamente uno sparatutto, in cui il cervello può essere accantonato per far largo alla nostra personalità più brutale; si tratterà, come specificato dal team di sviluppo, ti un titolo con un impronta di Uncharted: oltre alle sessioni action, i giocatori si imbatteranno in puzzle da risolvere o in sezioni platform, in cui arrampicarsi e saltare da una piattaforma ed un’altra. Sarà simile ad un Dishonored, sotto il punto di vista del parkour (se così si può chiamare), ma non vedremo la stessa libertà sulla scelta degli approcci. Il gameplay, perciò, sarà lineare, senza poter scegliere se agire in maniera silenziosa o se avanzare ad armi spianate, disseminando morte e distruzione ovunque, ma la possibilità di affrontare missioni secondarie presenti lungo il percorso garantiranno una buona distrazione dalla storia.


Una nuova veste… grafica

Wolfenstein: The New Order utilizza un nuovo motore grafico, l’id Tech 5. Questo gioco, infatti, oltre che per console current gen (PlayStation 3 e Xbox 360) e per PC, sarà disponibile anche sulle nuove piattaforme targate Sony e Microsoft, dove potremo beneficiare di una resa grafica migliore. L’engine, ritornando a tema, è lo stesso utilizzato per Rage: luci ed effetti particellari sono migliorati moltissimo, anche se potrebbero essere anche più realistici, visto il prossimo approdo nella next-gen. La differenza tra versione PC e nuova generazione di console è quasi nulla, come confermano gli sviluppatori. Questo, però, non andrà a discapito del lato tecnico, che sembra fare il suo sporco lavoro, nonostante la versione di prova non sia eccellente. Ci si aspetta, però, un grandissimo cambiamento e delle migliorie notevoli con l’avvicinarsi della data di uscita, ma resta da vedere se questo nuovo inizio darà i suoi frutti.


A caccia di nazisti

Wolfenstein: The New Order vuole dare una svolta a questa serie antica, piena di glorie ma anche di piccoli fallimenti, portando un “nuovo ordine” anche sulle console prossime al lancio. Il punto di forza, cioè la storia, non è stata ancora svelata ed il gameplay è stato mostrato a piccoli stralci, quel poco che basta per infiammare gli animi dei lontani fan del brand. Gli sviluppatori, oltre ad accaparrarsi l’attenzione dei vecchi amanti, vuole incuriosire anche chi non si è mai avvicinato alla rivisitazione della storia secondo Hitler. MachineGames si è sbottonata troppo poco per poter fare supposizioni o per esprimere opinioni su questo nuovo lavoro, quindi restate sintonizzati con noi per avere aggiornamenti.

Per quanto la trama sia intrigante, non si può dire altrettanto del gameplay, a prima vista monotono e ripetitivo.
ASPETTATIVA3/5
Wolfenstein 3DUn reperto archeologico che i fan del genere con l'interesse del retrogaming non dovrebbero farsi sfuggire.
Wolfenstein ( PS3 )L'ultimo episodio della serie non era fenomenale, ma nemmeno da buttar via.
SCHEDAGIOCO
Cover Wolfenstein: The New Order

Wolfenstein: The New Order

Scheda completa...
Wolfenstein: The New Order2013-10-17 15:00:00http://www.vgnetwork.it/anteprime/wolfenstein-the-new-order/Un reboot per rilanciare una serie storica1020525VGNetwork.it