Yaiba: Ninja Gaiden Z

L’unione fa la forza
Scritto da Matteo Belottiil 16 gennaio 2014
Yaiba: Ninja Gaiden Z Anteprima
La serie Ninja Gaiden è sempre stata grande, tralasciando i vecchi capitoli, l’episodio apparso sulla prima Xbox e diretto dal grande Itagaki presentava un gameplay fresco e studiato al millimetro, un comparto tecnico strepitoso per l’epoca e una difficoltà sopra la media. L’insieme di questi elementi ne hanno decretato il successo, facendo ben sperare per il seguito, che arrivò su Xbox 360; questa volta però la qualità non era all’altezza del capitolo precedente, sia come game design che come comparto grafico. Nel frattempo Tecmo ha rilasciato il terzo capitolo, il quale sfortunatamente si è dimostrato un vero flop: design bruttino, trama banalissima e gameplay povero. Come fare per non perdere tutti i fan? “Facciamo un capitolo con gli zombie” si saranno detti gli sviluppatori. Ecco quindi spuntare dal nulla questo spin-off, chiamato Yaiba: Ninja Gaiden Z e sviluppato da tre forze congiunte: Team Ninja (i ragazzi che da sempre si sono occupati della serie), Spark Unlimited (autori di Lost Planet 3) e Comcept. Le premesse sembrano esserci e oltretutto come Executive Director troviamo Keiji Inafune ( una delle menti dietro a titoli come Megaman, Dead Space, Resident Evil) e Yosuke Hayashi (leader del Team Ninja).

Il Ninja e gli Zombie

Una cosa che non avrei mai creduto di vedere in un Ninja Gaiden sono proprio gli zombie; in questi ultimi anni davvero abusati e introdotti in molti giochi. Devo dire però che la grafica da fumetto e lo stile generale del titolo ben si prestano a una carneficina di membra morte. La storia dietro alle vicende di questo nuovo Ninja Gaiden vedono come protagonista Yaiba Kamikaze: si inizia con un furioso e epico scontro tra il nostro Yaiba e Ryu Hayabusa ( storico protagonista della serie regolare) dove il nostro Kamikaze ha purtroppo la peggio, sconfitto da un micidiale colpo di Ryu. Per nostra fortuna veniamo salvati da una misteriosa organizzazione criminale che ci trasforma in un cyborg-ninja con occhio elettronico e braccio biomeccanico. L’organizzazione ci darà il compito di debellare l’epidemia zombie e di vendicarci di Ryu Hayabusa. 

Japan Style

Parliamo ora del gameplay, vero fulcro dell’esperienza e da sempre cavallo di battaglia della serie. Sulla destra dello schermo del nostro televisore avremo tre indicatori: salute, danni e il bloodlust meter, ovvero l'indicatore della sete di sangue. Sulla sinistra appariranno l’esperienza e il classico counter delle combo, mezzo di misura della nostra abilità in combattimento. Dimenticate la serietà e preparatevi a una dose di battutine e situazioni comiche, esilaranti ma non banali. Nei video possiamo vedere Yaiba muoversi per la città, sempre su percorsi lineari, effettuare balzi e arrampicarsi su palazzi con il rampino. Molto utile sarà la nostra nuova cyber vista, che ci permetterà di individuare gli obiettivi e il modo giusto per proseguire. A schermo si vedono sempre un sacco di nemici e un gran caos, a volte il protagonista sembra quasi svanire in mezzo a tale putiferio. Mi auguro che non ci siano problemi con la telecamera, da sempre difetto della saga. Qui potrebbe essere particolarmente fastidioso per via del tasso elevatissimo d’azione. Gli zombie che affronteremo non saranno sempre uguali, ci saranno tipologie più coriacee e non mancheranno elicotteri e altri mezzi da abbattere. La difficoltà dell’esperienza sembra essere minore rispetto i tradizionali capitoli, almeno secondo le parole degli sviluppatori. Insomma Yaiba: Ninja Gaiden Z sembra essere un action spensierato e divertente, pieno di battutine e situazione esilaranti, condito con massicce dosi d’azione, veloci e dirette, sicuramente meno tecniche e ragionate dei vecchi capitoli. Per il successo del titolo occorreranno sicuramente un level design ispirato per tutta la durata del gioco e tipologie di nemici varie, alternate da fasi platform spettacolari.

Un fumetto in movimento

La grafica di Yaiba: Ninja Gaiden Z infine non sarà di quelle “spaccamascella” e fotorealistiche ma ha uno stile suo, da fumetto in movimento. Il cel-shading è davvero molto curato e i nemici a schermo davvero tanti. Il sangue scorrerà a fiumi e imbratterà lo scenario, arti mozzati degli zombie voleranno da tutte le parti; roba da far invidia al miglior Dead Rising. L’azione a schermo velocissima non sembra generare rallentamenti, anzi, il tutto appare fluidissimo. Ottimo lavoro!
Yaiba Ninja Gaiden z potrebbe essere un’eccellente spin-off della saga principale, divertente e meno impegnato, con uno stile da fumetto manga reso splendidamente.
ASPETTATIVA4/5
Ninja Gaiden 2Un buon action molto difficile ma senza lo stile del predecessore.
DmC Devil May Cry ( X360 )Ha snaturato lo spirito della saga ma è comunque un buon action, da provare.
SCHEDAGIOCO
Cover Yaiba: Ninja Gaiden Z

Yaiba: Ninja Gaiden Z

Scheda completa...
Yaiba: Ninja Gaiden Z2014-01-16 15:02:14http://www.vgnetwork.it/anteprime/yaiba-ninja-gaiden-z/L’unione fa la forza1020525VGNetwork.it