Atlus vs. Europe, pt. II

Atlus hates us all

Salve a tutti, lettori di VGNetwork. Piaciuto l'E3? Io non l'ho seguito da vero e proprio appassionato, in quanto impegnato in una serie di vicende, principalmente esami, che cadono sempre in concomitanza con la fiera losangelina. In tutto il marasma di annunci e, soprattutto, rinvii, c'é una notizia che é passata un po' inosservata, e che forse é stata diffusa in concomitanza con l'Electronic Entertainment Expo proprio per non attirare troppo su di sé le attenzioni. Shin Megami Tensei IV arriverà in Europa in un giorno imprecisato tra oggi e Settembre. Solo su eShop. Solo in Inglese. A prezzo pieno, siamo pronti a scommettere. Sempre detto che alla fine esca davvero.

Che dire? La delusione é tanta. È tanta perché il gioco é uscito negli Stati Uniti da quasi un anno, e noi pensavamo di averlo poco dopo, come scrivevo nella mia anteprima. Ma soprattutto perché ci aspettavamo una release in grande stile da parte di Nintendo of Europe, con versione retail (e magari pure una Limited) e Multi-5, come é avvenuto per Bravely Default; e invece, stando alle liste di Nintendo of Europe, il gioco sarà auto-pubblicato da Atlus, il che spiega l'uscita esclusivamente su eShop. Il paradosso qual é? È che, stando alla stessa fonte, il “cuginetto” Persona Q: Shadow of the Labyrinth dovrebbe arrivare anche in versione retail – così come avvenne per Soul Hackers – grazie a NIS America! D'altronde, la collaborazione fra Atlus USA e NISA in chiave europea ha dato frutti importanti nel corso dell'ultimo anno e mezzo...

 
Grazie a NIS America, Etrian Odyssey é tornato nel Vecchio Continente.

La vicenda é alquanto misteriosa: Nintendo annuncia che Shin Megami Tensei IV arriverà in Europa. Questo nell'aprile del 2013. Poi non se ne parla più, mentre continuano a uscire i JRPG che erano stati annunciati contemporamente o in seguito, come Etrian Odyssey IV e il già citato Soul Hackers. Lo scorso Febbraio emerge questo inquietante tweet di un PR di Atlus USA:

“that's where it gets tricky. AFAIK, it's still in negotioations, so I can't even give you a yes/no. Sorry :(”.

Meno di un mese fa il direttore generale di Nintendo France rivela che é in lavorazione la localizzazione del gioco. Infine, la “lieta novella” qualche giorno fa da Nintendo of Europe.

Ancora una volta (vi avevo già parlato di alcuni – non tutti, alcuni – misfatti), dunque, la software house giapponese, nonostante Shin Megami Tensei e Persona abbiano un buon seguito anche in Europa, dimostra di mancare di trasparenza e rispetto verso i suoi fan, tra i quali non sono pochi quelli che intendono boicottare la release, avvantaggiandosi magari di qualche sconto in seguito (il gioco in USA é in saldo un mese sì e uno anche). Perché un trattamento come quello che (pare) ci verrà riservato va bene per un giochino come Conception II, ma non per il successore di Lucifer's Call. Che poi il gioco non sia all'altezza del predecessore é un'altra storia...