Thief

Garret ritorna molto meno in forma, anche su PC

Thief 2: The Metal Age, uno dei migliori (se non il top) giochi stealth mai creati, che ha fatto da pilastro per tutti gli altri a venire, partendo dalla saga di Splinter Cell che ci accompagna ancora fino ai giorni nostri. Ma anche il “coetaneo” Deus Ex aveva quel qualcosa che permetteva al giocatore di agire in maniera stealth, o meglio di intraprendere la strada che meglio credeva; il level design, due parole che racchiudono il nocciolo di ogni videogame d’azione e non solo.

Grazie a dei livelli ben congegnati, in titoli come Thief 2, Deus Ex (ed il successore Human Revolution) ed il più recente Dishonored, possiamo scegliere davvero di giocare come più ci garba, quasi come se ci trovassimo in un grande “parco giochi” virtuale ove abbiamo l’imbarazzo della scelta su quale attrazione salire. Dal reboot di un gioco che è pietra miliare del genere dovremmo aspettarci qualcosa di simile, giusto? Piena libertà d’azione, scegliere come intraprendere la strada fino all’obiettivo, restare accuattati nell’oscurità per evitare gli scontri…

Purtroppo, bhe… no. Decisamente no.


Il ladro che rimangia le parole

Il "nuovo Garret" forse soffre di memoria corta, oppure è un mattacchione bugiardo che parla tanto per fare scena, perché và contro le frasi che lui stesso dice all’inizio della storia.

"It's not how much you steal, it's WHAT you steal." (Non conta quanto rubi, ma COSA rubi). Infatti potremo rubare ogni singola posata, monetina, portainchiostro e sciocchezzuole del genere che troviamo in giro per i livelli; più che potremo è “dovremo” visto che i soldi servono per il nostro equipaggiamento.

"I work alone." (Lavoro da solo). Dopo pochi minuti di gioco faremo la conoscenza di Erin, a cui Garret starà attaccato come un chiodo e si preoccuperà per tutta la storia di cosa le è accaduto quando scomparirà per via di uno strano rituale. Erin è una ragazza caruccia di viso, ma ci vuole poco per capire che ha un carattere da ragazzina testarda, immatura… ed insopportabile; davvero, Garret deve aver rubato qualche bella scorta di pazienza per starle vicino.

"I don't kill unless it's necessary” (Non uccido fin quando non si rivela necessario). P-P-PRESS X FOR CINEMATIC HEADSHOT!

Ed ecco entrare in scena il problema della trama e caratterizzazione dei personaggi: piattezza, tanta piattezza e poco interesse nel farci seguire le vicende. Trama che va avanti a stento, protagonista e company che non hanno un briciolo di carisma. Ma vabbhè, pazienza, chissene della trama, dopotutto impersoniamo un ladro, giusto? Quindi si dovrà rubare\fuggire cercando tante via di fuga grazie a dei livelli innovativi che ci daranno tante possibilità di scelta, no?No.


Bugs Bunny don’t like this

Non si può saltare, signore e signori: e volendo ho già detto tutto e potrei chiudere qua questo articolo. No dai, in effetti pure in Hitman non si poteva saltare eppure è un bel gioco. Bhe, ma in questo caso la limitazione non è solo l’assenza del salto, ma pure di libertà di scelta; nel primo Hitman sebbene fosse un gioco ancora “acerbo” (che ha dato il meglio di sè nel secondo capitolo, Silent Assassin), potevamo comunque intraprendere diverse strade, seppur non molte, per raggiungere\completare l’obiettivo di turno.

Il fatto che in questo Thief manchi il salto reppresenta molto anche se sembra una sciocchezza: gli sviluppatori non sanno che sia la “verticalità”. Quel che è uno dei punti di forza del (relativamente) recente Dishonored, poter scappare, intraprendere strade diverse non solo a “piano terra” ma anche arrampicandosi su per i palazzi, entrando da una finestra e così via. In Thief non abbiamo qualcosa di lontanamente simile, certo possiamo usare una scala o scendere in un cunicolo, ma non si tratta di scelte da intraprendere, bensì "strade prefissate" dagli sviluppatori, non c'è vera libertà di scelta, ci sembra piuttosto di dover scegliere fra precorsi messi lì a tavolino.

Mmmmh, vabbhè qual'è il problema, studiate o meno sono sempre delle alternative, ci può stare no? Si, ma il problema è che le "alternative" sono due o tre in croce.


Ehi ragazzi, sto rubando eh... sono qui!

Anche i soldati comandati dalla IA non brillano per... intelligenza. Potrei dire che sono dei bot "rotti": vi vedono quando siete in piena vista davanti a loro, poi basta scappare, girare l'angolo in ombra e potrete anche tirare fuori dei grimaldelli scassinando una porta in libertà, per loro non esistete più, anche se vi hanno visto chiaramente. Non faranno altri giri di ronda per cercare Garret, no, per loro non esistete più. Questo può essere comprensibile in casi dove facciamo soltanto dei rumori e non hanno la certezza della nostra presenza, non dopo che ci hanno visto. Siamo ai livelli della IA di Far Cry 3 o forse anche sotto, ed ho detto tutto, considerando che FC3 comunque è un FPS, non uno stealth, non un remake di Thief.

Nel caso che vi mettiate a combattere, sebbene non sia la cosa migliore da fare per un ladro, il combattimento effettivamente è difficilotto, ma per natura del protagonista non possiamo certo metterci a lottare contro tutte le guardie solo per trovare un pizzico di divertimento.

Rubare: almeno questo funziona? Bhe, effettivamente come abbiamo detto ad inizio articolo, Garret si dovrà mettere a rubare tutto quel che trova per gli appartamenti, perché "sossempresoldi!!", quindi cerchiamo in ogni camera e cassetto per trovare roba di valore più o meno... basso; se non altro gli obiettivi secondari ci permettono di trovare di tanto in tanto roba di valore un po' più sostanzioso.


Tante brutte facce, ma fatte bene

Il comparto grafico è l'unica cosa che si salva di varie misure, in questo gioco. Considerando però che stiamo parlando appunto di un videogioco e non di un videoclip dimostrativo delle potenzialità grafiche di un engine, nè tantomeno di un benchmark (protip: c'è l'opzione proprio per fare bench), non basta certo a risollevare un titolo assolutamente poco interessante e soporifero. Anzi, in realtà possiamo notare difetti pure nella grafica, ammirando dei bellissimi interventi di clipping fra poligoni!

Comunque, le texture ed i modelli poligonali sono buoni, nella gallery e fra le immagini sparse per l'articolo potete vedere alcune immagini tratte dalla versione PC coi dettagli sparati al massimo senza pensarci troppo (a parte il V-sync), le immagini sono ridimensionate da FullHD a 900p, giudicate da voi!


Commentazzo finale

Peccato, peccato, peccato...! Non ci voleva molto in fondo, avrei gradito anche una specie di "clone" del non perfetto ma comunque divertente Dishonored, sarebbe stato più che accettabile, ma invece... invece no. Il nome di Thief e Garret è stato "affossato" con un reboot fatto male; eppure Deus Ex: Human Revolution era riuscito a tenere alto il nome della saga, con un titolo non eccellente ma più che buono. Invece in Thief non abbiamo quel che di buono c'è nei due giochi sopracitati: il level design "non esiste" (il cucchiaio non esiste!)

a IA è paragonabile ad un clone cinese fatto male di Robocop; la trama ed i protagonisti sono scalbi e non aiutano ad invogliarci a proseguire per sapere come continuerà. Pure il terzo Thiefi, Deadly Shadows, pur non essendo ai livelli dei predecessori risultava comunque un buon gioco, superiore comunque a questo "reboot". Male, lasciamo Thief col bel ricordo che avevamo degli originali.


Esito

Dude...WTF??

Fra i pro, abbiamo l'ottimo comparto grafico e volendo anche una semplicità assoluta, chiunque riuscirà a giocare Thief 2014, talmente è semplice.

Contro? Intelligenza artificiale più o meno inesistente, così come il Level design per finire con trama e personaggi assenteisti.

Ora diamo qualche voto, però uso una scaletta personale: da 1 a 5, che è più che sufficente per capire

Grafica 4 / 5

Davvero buono il comparto grafico sulla versione PC, l'unica cosa ottima in questo gioco, anzi no: grazie al clipping. Ma in qualità di semplice aspetto grafico, non può certo far alzare il livello del titolo.

Sonoro 3 / 5

L'unico doppiaggio degno di nota è quello di Garret, il resto è nella media.

Giocabilità 3 / 5

Se vi può divertire un tunnel con due-tre bivi di tanto in tanto (o neanche quelli), allora potrebbe interessarvi. Volete uno stealth fatto come si deve che magari assomigli anche lontanamente ai primi Thief? Non perdeteci tempo.

Longevità 4 / 5

In effetti se proprio vi andrà di giocarlo, siamo sulle 10 ore, più o meno a seconda se decidete di fare anche le missioni alternative o no.