Capitan America: Civil War

Captain v Iron Man: Dawn of the better movie
Scritto da Mail@ mattscannail 25 aprile 2016
Capitan America: Civil War Recensione

Civil War mi ha ricordato moltissimo la mia infanzia e quei pomeriggi spesi in giardino o in giro per la casa giocando con quelli che mia madre chiamava “pupazzini” e che oggi invece compro avidamente a centinaia di euro sotto il nome di “action figures”.

In quei tempi, dove ottenere un nuovo gioco per la PlayStation era un’impresa titanica e non sapevamo ancora cosa fosse uno smartphone, né tantomeno Minecraft, ci si arrangiava in altri modi e si lavorava ovviamente di fantasia. Le storie erano incredibili, gli eroi leggendari e tutto poteva succedere: anche che i buoni (di solito la mamma ti comprava quelle di statuette) si prendessero a botte tra di loro. E la già celebre – dal trailer – scena dell’aeroporto di Captain America: Civil War è proprio il sogno di ogni bambino, il momento in cui le stelle collidono e la magia del carrozzone Marvel si manifesta in tutto il suo muscoloso splendore nei cinema di tutto il mondo. Il terzo capitolo della saga dell’uomo congelato come Fry in Futurama è infatti uno spettacolare Avengers 2.5 nel quale gli ormai iconici, profondi e sfaccettati vendicatori combattono una pugna intestina inedita, in uno scenario più cupo, impegnato e senza, per la prima volta, un vero villain da combattere.


C’eravamo tanto amati

Steve Rogers vs Tony Stark. Captain America vs Iron Man. #TeamCap vs #TeamIronMan. Ormai l’abbiamo sentita in tutte le salse, la sfida, la tenzone, la rivalità che funge da spina dorsale alla pellicola diretta dai fratelliRusso (The Winter Soldier e, prossimamente, Avengers: Infinity War). Tutto si scatena a seguito di una missione nello stato africano del Wakanda. Gli Avengers, chiamati a risolvere l’ennesimo casino causato da un simpaticone corazzato, sventano un tremendo attentato batteriologico, salvando migliaia di persone da morte certa. Ma qualcosa va storto: Scarlet Witch, nel tentativo di evitare un’esplosione, causa la distruzione di un piano di un palazzo, pieno di innocenti. Azioni che non vengono ignorate dai vertici mondiali: certo, gli Avengers salvano vite e forse il pianeta un paio di volte a settimana, ma a che prezzo e sotto quale giurisdizione?

È qui che, alla richiesta da parte delle autorità della firma di un trattato che circoscriverebbe l’autonomia del gruppo, la spaccatura si manifesta. L’impavido Rogers infatti si dimostra freddo verso l’ipotesi: certo, si potrebbe forse evitare qualche problema collaterale in questo modo, ma si limiterebbe davvero l’impatto del gruppo nei momenti di vera emergenza, perdendo così tempo e, alla fine, causando più vittime di quelle che si tenta di salvare. Idea invece opposta per Stark, ormai non più l’irruente scapolone di una volta; l’uomo di ferro infatti, per una volta nella vita desidera davvero mettere la testa a posto e “darsi una regolata”, sottostando alle leggi per il bene comune. L’arrivo di un nuovo nemico e il ritorno di qualche vecchia conoscenza poi porteranno subito quella che era una semplice discussione a sfociare nella vera e propria Guerra Civile degli Avengers.


Un vero film di supereroi

I temi, come, potete denotare, sono classici dei fumetti di supereroi moderni, i quali ovviamente cercano di evolvere la situazione e le storie dal classico dualismo tra bene e male. E sono anche molto simili a quelli trattati da Snyder e DC Comics solo un mese fa con il loro alla fine deludente Batman v Superman: Dawn of Justice.

Mai però si denota la differenza tra gli approcci delle due major del Comic Book come in questo caso e di come, alla fine, il prodotto migliore, sebbene forse meno coraggioso, lo offra proprio la Disney. Civil War diverte, intrattiene e fa riflettere; la Marvel ci porta un’altra volta in un mondo fantastico abitato da eroi senza macchia, interpretati da un cast di attori ormai entrati nell’immaginario collettivo e gioca sulle emozioni con il suo turbinio di esplosioni, situazioni al limite del possibile in grado di scatenare nel pubblico una perfetta “sospensione dell’incredulità” quale quella professata un tempo da Samuel Taylor Coleridge.

Le due ore e mezza circa che compongono l’intreccio di Captain America: Civil War scorrono via che è un piacere, soprattutto dopo la prima parte: l’inizio infatti è decisamente lento e fatica a definire le vere motivazioni dello scontro principale tra il Capitano e Iron Man. Le cose migliorano tantissimo in seguito, con un climax ascendente che culmina nel già citato scontro all’aeroporto, una Royal Rumble tra le stelle Marvel che anticipa un finale molto intenso ma altrettanto personale e intimo, chiuso da una situazione che fa prevedere scintille per le prossime pellicole.

Promosse anche, nella forse un po’ stucchevole corsa all’alleato delle due fazioni, quasi fosse la scelta dei giocatori nella partita di pallone all’oratorio, le new entries. Ant-Man lo conosciamo, ma lascia una grandissima impressione (e fiducia per il suo futuro film stand-alone) Chadwick Boseman con il suo già fighissimo Black Panther. Altrettanto riuscita pare la nuova incarnazione di Spiderman, attesa anch’essa al proprio film dedicato nel prossimo futuro.

Captain America: Civil War quindi è un film più che riuscito, uno dei migliori dell’MCU (Marvel Cinematic Universe) e regala una serata di puro intrattenimento e sorrisoni sulla bocca degli appassionati. I fasti di Avengers tuttavia non riescono a venire raggiunti e quello che poteva rappresentare una rivoluzione nelle tematiche classiche della serie si dimostra un film forse dal canovaccio più classico di quanto ci si potesse aspettare. Il che non è assolutamente un male: mi sono davvero divertito e consiglio spassionatamente anche Civil War a tutti i fan dei supereroi, ma da un lato mi aspettavo magari di uscire con un’idea diversa sul futuro di un brand che, nel lungo periodo, rischia di diventare troppo prevedibile

SCHEDACINEMA
Cover Capitan America: Civil War

Capitan America: Civil War

  • Produttore: Marvel Studios
  • Distributore: Walt Disney Pictures
  • Interpreti: Chris Evans, Robert Downey Jr., Sebastian Stan
  • Anno: 2016
  • Genere: Azione
  • Regia: Anthony & Joe Russo
  • Durata: 147'
Scheda completa...
Capitan America: Civil War2016-04-25 09:00:00http://www.vgnetwork.it/recensioni-cinema/capitan-america-civil-war-53323/Captain v Iron Man: Dawn of the better movie1020525VGNetwork.it