Elvis & Nixon

Lo storico incontro in una commedia spassosa e dalla messa in scena curata in ogni piccolo particolare
Scritto da Nadia Pestelliil 22 settembre 2016
Elvis & Nixon Recensione

Lo sapevate che Elvis Presley ha incontrato Richard Nixon il 21 dicembre 1970? Io no. Ed è stato davvero divertente scoprire che c’è stato davvero un confronto fra il re del rock e uno dei presidenti degli Stati Uniti più discussi della storia, attraverso questo film. Magistralmente scritto e diretto, Elvis & Nixon è l’ipotetica ricostruzione dello svolgimento dell’incontro e dei fatti che lo hanno portato a concretizzarsi.

Elvis, preoccupato per le sorti del suo amato Paese, decide di dare un contributo entrando nei servizi segreti come “agente aggiunto” e infiltrato speciale antidroga. Tutto si svolge alla perfezione in Elvis & Nixon: interpretazioni di livello altissimo, costumi ed ambientazioni impeccabili e introspezione psicologica dei personaggi maneggiata con estrema cura da sceneggiatori e regia.


I due Re

Coraggiosa la mossa della produzione di scegliere per interpretare Elvis un attore che non gli somigliasse troppo fisicamente. Ma Michael Shannon ha ripagato pienamente l’atto di fede con un’interpretazione magistrale che porta sullo schermo un inedito Elvis, malinconico e riflessivo, capace di alternare alla perfezione momenti introspettivi e momenti divertenti che fanno ridere di gusto.

Molto intelligente e azzeccata poi la scelta di far impersonare Nixon dall’uomo di spettacolo che la maggior parte di noi, in questo periodo, associa a una figura politica corrotta: Kevin Spacey. Abituata a vederlo nei panni di Frank Underwood, protagonista del celeberrimo House of Cards, ero molto incuriosita dalla sua performance nei panni di Nixon, che risulta piacevolissima.

Ho molto apprezzato il fatto che non si è ecceduto col trucco in questa pellicola. Spacey e Shannon sono perfettamente riconoscibili e questo lascia molto più spazio alle loro eccezionali doti attoriali, espresse al meglio nella gestualità e nell’espressività che spesso sfociano nel teatrale, creando nello spettatore un effetto leggermente straniante il quale però dona paradossalmente ulteriore credibilità al tutto.

Bravissimo anche Collin Hanks, visto in moltissimi film e serie tv, ma per chi come me lo ricorda agli esordi in Roswell, quasi irriconoscibile.


E se?

Tutto il film è stato costruito grazie a questa piccola domanda. L’incontro tra i due personaggi è stato tenuto segreto, visto che Nixon ha pensato bene di imbottire lo Studio Ovale di cimici successivamente, nel 1971.

Cosa si sono detti? Si sono rimasti simpatici o si sono detestati?

Si capisce fin dai primi minuti del film che le due personalità hanno un’altissima percentuale di probabilità di scontrarsi, e ogni cosa gira intorno a questa possibilità, nonostante i personaggi secondari facciano di tutto perché ciò non accada.

Basandosi sulle note prese durante il colloquio dall’assistente di Nixon Egil "Bud" Krogh (Hanks), gli sceneggiatori si sono dilettati nel costruire ogni dettaglio: come si sono salutati quando si sono visti la prima volta? Hanno parlato in piedi? Alla scrivania? O seduti in poltrona? Ogni scelta fatta risulta ben calibrata per divertire ma senza mai scadere nel banale o nel demenziale.


Il ritratto di un’epoca giunta al tramonto

Alla fine quello che arriva maggiormente allo spettatore dall’incontro di questi due titani è il ritratto di una fase molto particolare attraversata dagli Stati Uniti a cavallo degli anni ’70.

I valori degli anni ‘50 stanno venendo surclassati dalla cultura hippie, dalla protesta, dalla musica dei Beatles e di Woodstock. C’è un salto in avanti enorme e uno stacco generazionale incredibile, che entrambi i personaggi, ognuno a proprio modo, affrontano con molta difficoltà.

In alcuni punti, si crea quella sensazione di familiarità che ognuno di noi può provare nel pensare a quando i propri genitori parlano con occhio fin troppo critico dei “giorni d’oggi” e dei “giovani di oggi”. Ed è solo l’ennesimo dettaglio ben realizzato di questo film che vi farà sorridere spesso e volentieri.

SCHEDACINEMA
Cover Elvis & Nixon

Elvis & Nixon

  • Produttore: Amazon Studios
  • Distributore: Videa
  • Interpreti: Michael Shannon, Kevin Spacey, Alex Pettier
  • Anno: 2016
  • Genere: Commedia
  • Regia: Liza Johnson
  • Durata: 86'
Scheda completa...
Elvis & Nixon2016-09-22 13:00:00http://www.vgnetwork.it/recensioni-cinema/elvis-e-nixon-54218/Lo storico incontro in una commedia spassosa e dalla messa in scena curata in ogni piccolo particolare1020525VGNetwork.it