Godzilla

La potenza devastatrice della natura
Scritto da Mail@ M4rCuSil 13 maggio 2014
Godzilla Recensione

Considerando che attualmente si erge forte dei suoi oltre 100 metri di altezza nel bel mezzo di San Francisco, ci sono state ben poche tracce di Godzilla nelle settimane e nei mesi precedenti l’uscita del nuovo capitolo del leggendario franchise diretto da Gareth Edwards. Mentre la figura della grande lucertola è stata - giustamente e comprensibilmente - tenuta nascosta a lungo, potrebbe sembrare preoccupante che anche il film stesso sia rimasto in agguato nell’ombra e si stia avvicinando silenziosamente alla data d’uscita. L’ultimo film ispirato all’immenso Godzilla si è infatti limitato ad un paio di manifesti e una manciata di trailer. Sintomo di un flop annunciato? Assolutamente no, anzi.


Un nuovo supereroe

Sebbene sia molto old-school e ammirevole, tale comportamento spesso sottolinea il fatto che gli studios abbiano realizzato, dopo aver visto il prodotto finito, di aver sganciato una bomba capace di arraffare tutto durante il primo weekend, prima che qualcuno sottolinei il fatto che quel film non è poi così meritevole ma, anzi, fa anche un po’ acqua da tutte le parti (ciao Spiderman 2). Un ragionamento giusto? No, in questo caso è completamente sbagliato. Perché Godzilla, molto semplicemente, è una bomba atomica. Una cavalcata selvaggia di sublime furia post-storica capace di fondere la maestosità darwiniana de Lo Squalo all’ateo caos selvaggio di Jurassic Park, il tutto condito dal timore mistico di Incontri ravvicinati del terzo tipo.
.

Scontro tra titani

Corre l’anno 1999, a Tokyo un gigantesco terremoto distrugge una centrale nucleare nella quale lavorano gli scienziati Joe Brody (Bryan Cranston) e Sandra Brody (Juliette Binoch), che muore nel disastro. Da quel momento la città diventa zona di quarantena fino a quando, quindici anni dopo, Joe e Ford, suo figlio, tornano nella centrale nucleare per scoprire cosa è successo realmente e lì trovano un avamposto di una società segreta, la Monarch, che tiene sotto controllo il bozzolo di un essere gigantesco. È Godzilla? Assolutamente no. Il regista britannico Gareth Edwards sa bene che mostrare il meno possibile rende ancora più interessante l’elemento misterioso, un’indole già mostrata nel suo primo - ed unico - lavoro da regista: Monsters. Bisogna attendere diverso tempo prima che Godzilla faccia il suo ingresso, ma quando lo fa ogni minuto di attesa viene ricompensato. Il suo scontro con M.U.T.O. (l'essere volante mostrato nei trailer) rappresenta un magnifico esempio dell'idea romantica secondo la quale la natura assume le caratteristiche di una forza armonizzante. Godzilla torna ad essere l'eroe che difende l'umanità, una forza naturale capace di ergersi contro i giganteschi mostri che minacciano gli esseri umani. Pur non simpatizzando per noi, l'enorme lucertola combatte al fianco dei soldati contro M.U.T.O. in una lotta disperata e meravigliosamente terrorizzante.

Sturm und Drang

Edwards ha chiaramente preso un sacco di appunti guardando le pellicole del suo collega Spielberg (il film contiene molti riferimenti, da Sugarland Express a The Schindler’s List), ma propone alcune grandi idee assolutamente stravaganti ed originali. Godzilla è un film che ha molto a che fare con l'apocalisse cinematografica di James Cameron, così come con i dipinti infernali di John Martin del diciannovesimo secolo.
Entrambe le visioni vanno al di là della comprensione umana, entrambe si basano sull'idea di qualche Kraken sovrannaturale che non potremo mai e poi mai sperare di sconfiggere. Un mostro che potremmo, nella nostra forma più debole di gloria, aver creato in primo luogo. “È un Dio” afferma il Dr. Ishiro Serizawa (Ken Watanabe) ad un certo punto del film. Una visione che, complice la regia di Edwards, è capace di risucchiare nella pellicola anche lo spettatore più distratto.
In parole povere, questo è un film che non dovrebbe esistere. Ha un solo sceneggiatore, un regista alle prime armi, un comparto visivo che mendica convinzione e la pazienza e la forza di fondere le eredità di Tarsem Singh e Peter Jackson con le visioni del generale George Patton e William Turner. Ed è costato - non che dovrebbe importare a qualsiasi di questi personaggi o a noi - 200 milioni di dollari. Ma dategli una chance e non vi deluderà, anzi, sarete contenti di averlo fatto. È semplicemente grandioso.
SCHEDACINEMA
Cover Godzilla

Godzilla

  • Produttore: Warner Bros. Pictures
  • Distributore: Warner Bros. Pictures
  • Interpreti: Aaron Taylor-Johnson, Ken Watanabe, Elizabeth Olsen
  • Anno: 2014
  • Genere: Fantascienza
  • Regia: Gareth Edwards
  • Durata: 123'
Scheda completa...
Godzilla2014-05-13 17:40:00http://www.vgnetwork.it/recensioni-cinema/godzilla/La potenza devastatrice della natura1020525VGNetwork.it