Il piano di Maggie - A cosa servono gli uomini

Non aspettatevi risate a crepapelle
Scritto da Nadia Pestelliil 20 giugno 2016
Il piano di Maggie - A cosa servono gli uomini Recensione

Le mie aspettative per questa commedia erano abbastanza alte. Il titolo lasciava presagire tante di quelle risate ciniche da uscire dalla sala più che soddisfatta. Invece la commedia che mi sono ritrovata davanti è ben diversa da quello che mi aspettavo.

Tratto (direi molto liberamente) dal romanzo di Karen Rinaldi "A cosa servono gli uomini, Il piano di Maggie" racconta di come la giovane suddetta decida di avere un figlio in completa solitudine, e di come l’amore per un suo collega, sposato con una moglie dispotica e narcisista, faccia andare la sua vita in una direzione completamente imprevista, anche per lo spettatore.

Il titolo e la trama del film fanno pensare di ritrovarci davanti a personaggi femminili forti o comunque di un certo spessore. Aspettative assolutamente disattese.


Caricature

Di buono ci sono gli attori. Le interpretazioni sono tutte di alto livello, Julianne Moore al solito è meravigliosa e perfetta nel ruolo di Georgette, la moglie accentratrice, stravagante e dalla personalità estremamente narcisistica, nemesi della protagonista Maggie, una ragazza tranquilla e pratica dedita agli altri, con l’unico e trascurabile difetto di essere una maniaca del controllo. Il personaggio di Maggie riassume l’andamento dell’intero film. Uno si aspetta che una ragazza scelga di avere un figlio, nonostante non abbia un compagno, perché è forte, indipendente e sicura delle sue scelte. Invece è solo l’estremizzazione del suo bisogno patologico di controllare ogni singolo aspetto della sua vita, senza mai lasciare nulla al caso.

Allo stesso modo sono caratterizzati tutti gli altri personaggi, che appaiono immancabilmente come dei dipinti dalle tinte troppo accese. Uno su tutti John, il collega di cui si innamora Maggie, classico uomo “Mutanda in Testa” (come si direbbe a Napoli), vessato da una donna forte che, in piena crisi di mezza età, si prende la sbandata per la ragazza giovane che lo adora. E che quando sente la sua mascolinità messa in discussione si compra la moto. Stereotipi a piovere insomma, e niente di nuovo sul piatto. I personaggi risultano caricaturali e poco divertenti.

Unica eccezione Guy, il donatore di sperma, interpretato dal meraviglioso Travis Fimmel (Vikings), che appare come il classico belloccio idiota, ma stupisce con una battuta filosofica sulla sua passione per la matematica, che lascia presagire ci sia ben altro sotto l’apparenza. Un peccato non avergli dato più spazio nell’economia della trama. In ogni caso il bel Guy si sostenta producendo enormi cetrioli sott’olio.


Una risposta scontata

Al di là della caratterizzazione dei personaggi comunque la sceneggiatura non è sgradevole, in sala ci sono state molte risate. A me, tranne rari casi, le battute hanno strappato al massimo un sorrisetto, ma nonostante questo il film fila via piacevolmente, non annoia, e propone delle situazioni abbastanza al limite dell’assurdo, che tengono alto il ritmo per tutta la durata della pellicola.

La visione generale sull’amore e i rapporti di coppia è abbastanza impietosa ma da questo quadro pessimista si salva l’amore genitoriale; le scene di Maggie e la figlia sono sempre molto tenere. Quello che manca è appunto l’originalità e la brillantezza di un nuovo e cinico punto di vista sull’amore, che questo film decisamente non propone.

Nel momento in cui si accendono le luci in sala quello che viene da chiedersi è: “E allora? Guardate che gli uomini non servono a niente già si sapeva”.

SCHEDACINEMA
Cover Il piano di Maggie - A cosa servono gli uomini

Il piano di Maggie - A cosa servono gli uomini

  • Produttore: Freedom Media
  • Distributore: Adler Entertainment
  • Interpreti: Greta Gerwig, Ethan Hawke, Julianne Moore
  • Anno: 2016
  • Genere: Commedia
  • Regia: Rebecca Miller
  • Durata: 98'
Scheda completa...
Il piano di Maggie - A cosa servono gli uomini2016-06-20 09:00:00http://www.vgnetwork.it/recensioni-cinema/il-piano-di-maggie-a-cosa-servono-gli-uomini-53857/Non aspettatevi risate a crepapelle1020525VGNetwork.it