Kung Fu Panda 3

Il bello di essere ciò che si è
Scritto da Mail@ kerikappail 07 marzo 2016
Kung Fu Panda 3 Recensione

Po torna alla riscossa. Dopo il successo di Kung Fu Panda 2, il leggendario Guerriero Dragone torna ad affrontare nuove sfide affiancato dai Cinque Cicloni, con combattimenti spettacolari, comicità frizzante e ambientazioni da sogno.

Kung Fu Panda 3 non delude affatto le aspettative, regalando al pubblico un film d'animazione che racchiude tutte le caratteristiche di un action movie pur restando un divertente film per ragazzi, non privo di insegnamenti preziosi sia per i giovani che per i meno giovani. Un storia fantastica che può vantare un contributo italiano grazie alla regia di Alessandro Carloni (che ha già collaborato a progetti come Dragon Trainer, Dragon Trainer 2 e i precedenti capitoli di Kung Fu Panda) affiancata a quella della già affermata regista Jennifer Yuh Nelson, il tutto incorniciato da effetti visivi sempre più sofisticati e d'effetto.


Uno sguardo indietro e un passo avanti

Dopo mille difficoltà incontrate sulla difficile via del Kung Fu, il nostro panda preferito si ritrova ad affrontare quella che è forse l'impresa più difficile: l'insegnamento. Di fatto il povero Po sarà costretto a mettersi nuovamente alla prova cercando di essere all'altezza con questa inaspettata “promozione”, ma le sorprese non sono finite, perché al villaggio si presenta uno straniero dall'aria incredibilmente familiare; si tratta infatti di un grosso panda alla ricerca di suo figlio. Chi sarà mai il fantomatico figlio perduto? Non ci vuole certo un genio per capirlo. Il protagonista si evolve quindi in due direzioni differenti cercando di crescere ulteriormente diventando un maestro ma conoscendo una volta per tutte le sue origini e cercando di rispondere alla domanda esistenziale per eccellenza, immancabile in qualsiasi film di arti marziali che si rispetti: “Chi sono io?”
Tuttavia la vera rottura dell'equilibrio consiste nell'arrivo di un nuovo, terribile nemico evaso dal Mondo dello Spirito e intenzionato a conquistare il Chi, ossia la forza vitale, di ogni guerriero, in particolare quello del Guerriero Dragone. Tra combattimenti spettacolari e gag esilaranti, Kung Fu Panda 3 è un'esperienza da assaporare fotogramma per fotogramma.


Un cast “leggendario”

Oltre al cast che già conosciamo ossia Jack Black nel ruolo di Po (noi ci accontentiamo di Fabio Volo), Dustin Hoffman nei panni del maestro Shifu e Angelina Jolie-Pitt, Jackie Chan, Seth Rogen, Lucy Liu e David Cross ad impersonare rispettivamente i ruoli di Tigre, Scimmia, Mantide, Vipera e Gru, abbiamo uno straordinario Bryan Cranston (conosciuto per la fortunata serie Breaking Bad) per il personaggio di Li Chan, il padre di Po e J.K. Simmons (recentemente apparso in Whiplash) per il malvagio Kai, i quali, dopo vari ruoli drammatici, non vedevano letteralmente l'ora di dare libero sfogo al proprio lato comico.

I personaggi sono letteralmente cuciti addosso agli attori, tanto da imitarne espressioni e atteggiamenti assunti durante la fase di doppiaggio. Non è una novità che Po sia in tutto e per tutto l'incarnazione animata di Jack Black e il lasciargli carta bianca nell'esplorazione del personaggio non ha fatto altro che incrementare il carisma del panda, impostando la scena sui superbi tempi comici di Black. Stessa cosa avviene con Cranston, la cui personalità prorompente trabocca letteralmente dallo schermo, dando vita ad una magistrale performance comica che non si vedeva dai tempi di Malcom.

Ovviamente i gusti son gusti, ma una visione in lingua originale renderebbe a pieno l'ottima riuscita del film.


Un ponte con la Cina

Parlando di lingua, è interessante far notare che di Kung Fu Panda 3 ne esistano due versioni completamente identiche ma una in inglese ed una in cinese mandarino, dove il labiale coincide completamente. Questo come tributo alla collaborazione con Shangai che ha aiutato la DreamWorks nella realizzazione di un film il più fedele possibile ai costumi e alle location cinesi. Gli splendidi scenari che si andranno a presentare allo spettatore saranno infatti dovuti ad un attento studio del territorio, e il successo di tale ricerca la si può vedere sullo schermo.

L'uso dei colori gioca un ruolo fondamentale e in più di un'occasione sembra volgere lo sguardo a certi film wuxia, genere orientale molto noto anche qui in occidente.​


Imparare ad insegnare

Il 2 marzo all'Auditorum Parco della Musica di Roma è stata fatta un'anteprima d'eccezione, in presenza di numerose scolaresche e studenti universitari. Il silenzio in sala durante la proiezione nonostante un pubblico di norma chiassoso e tutt'altro che tranquillo è stato la prova tangibile che il film ha colto nel segno ed è in grado di inchiodare alla poltrona uno spettatore di qualsiasi età.

A seguito si è tenuta una speciale “lezione di cinema” da parte del regista Alessandro Carloni, che ha illustrato ai ragazzi parte del suo lavoro, con proiezioni esclusive di sequenze in storyboard, riprese di Black e Cranston in fase di registrazione e versioni alternative di sequenze e personaggi.

Curioso è stato il fatto che il tema cardine della storia fosse proprio l'insegnamento, di fatto il film sembra rivolgersi più ai docenti che agli studenti. Si mette infatti in evidenza l'importanza di saper conoscere e sfruttare al meglio le capacità dei propri allievi, perché è proprio ciò che ci rende diversi a renderci unici, prerogativa che dovrebbe essere sopra ogni cosa un pregio piuttosto che un difetto e concetto che il sistema scolastico continua ad ignorare fin troppo spesso.

Altri temi importanti toccano le corde del film, come l'importanza delle proprie radici o il concetto di famiglia più o meno convenzionale, argomento attualissimo in questi ultimi tempi. Di fatto ci sarebbe ancora molto da dire a riguardo, questo a dimostrazione che vale proprio la pena andare a vedere questo piccolo capolavoro.

SCHEDACINEMA
Cover Kung Fu Panda 3

Kung Fu Panda 3

  • Produttore: DreamWorks
  • Distributore: 20th Century Fox
  • Interpreti: Jack Black, Dustin Hoffman, Angelina Jolie
  • Anno: 2016
  • Genere: Animazione
  • Regia: Jennifer Yuh, Alessandro Carloni
  • Durata: 95'
Scheda completa...
Kung Fu Panda 32016-03-07 18:00:00http://www.vgnetwork.it/recensioni-cinema/kung-fu-panda-3-52885/Il bello di essere ciò che si è1020525VGNetwork.it