Lights Out - Terrore nel buio

Chi ha paura del buio?
Scritto da Mail@ mattscannail 01 agosto 2016
Lights Out - Terrore nel buio Recensione

Quello della dicotomia tra luce e buio è ovviamente uno dei temi da sempre cardine nelle produzioni di genere horror. Sin da piccoli, la porta buia dell’armadio o l’angusto spazio sotto al nostro letto hanno scatenato le nostre fantasie e terrori, come possibili nascondigli di ogni qual tipo di creatura strisciante o cannibale pronta a divorarci in un sol boccone non appena spenta l’abat-jour per dormire. È per questo che esistono le lucette che i bambini di tutto il mondo reclamano e che anche ai protagonisti di Lights Out - Terrore nel Buio sarebbero davvero davvero utili.

Conversione del corto omonimo del 2013, Lights Out segna l’esordio del regista svedese David F. Sandberg in un lungometraggio di scala mondiale, distribuito da Warner Bros. e prodotto, tra gli altri, dal James Wan autore di Conjuring (ho visto qualche settimana fa il secondo episodio) e Insidious.


Una simpatica ospite

Lights Out inizia in medias res, ma in una maniera alquanto insolita. Siamo in una fabbrica tessile a un’ora parecchio tarda, un uomo confabula amabilmente su Skype con il proprio figlioletto, promettendogli di tornare presto a casa. Sembra di venire introdotti a quello che sarà poi il protagonista della pellicola, confrontato immediatamente con un pericolo terrificante e misterioso: una presenza aggressiva che si nasconde nell’ombra. Mi sono però non poco stupito quando, nel giro di un paio di minuti e a seguito di una breve colluttazione, l’uomo viene tagliato a pezzettini dal mostro.

Rebecca, quella che invece si rivelerà la lead del film, è invece un’attraente biondina (Teresa Palmer, già vista amare zombie in Warm Bodies) ormai trasferitasi in un appartamento a downtown Los Angeles dalla casa della instabile madre e la cui più grande preoccupazione al momento attuale è quella di gestire la sua relazione con il bel tomo di turno con cui condivide il letto. Manco a dirlo, la sua vita viene sconvolta proprio dalla morte del suo patrigno, la cui identità ovviamente coincide con quella del defunto del paragrafo precedente. Il decesso spedisce la madre di Rebecca in una forte spirale depressiva, accompagnata inoltre da episodi schizofrenici, i quali spaventano il piccolo Martin, la vera vittima di tutto questo bailamme. 

Quella che sembra una – triste – ma regolare crisi familiare prenderà presto una connotazione terribile e paranormale: nella magione della famiglia infatti si nasconde una presenza oscura, apparentemente la stessa che ha levato di torno l’uomo di casa e pronta a mietere nuove vittime.


Buona la prima

Il mistero che si nasconde dietro la vera natura di questa creatura, in grado di muoversi solo al buio, è la spina dorsale della trama di Lights Out - Terrore nel Buio. Il film – della durata di solo 80’ – è dotato di un buon ritmo e di momenti di spavento intensi, senza mai scadere nello splatter o nel banale. Certo, alcuni dei cliché del genere si presentano immancabili, ma la tensione che Sandberg riesce a convogliare tramite la sua storia concisa e dal respiro molto “intimo” è innegabile. Mi ha ricordato un film che mi sconvolse notevolmente nel 2002: They. Qualcuno di voi se lo ricorda?

Volendo fare invece un paragone con un altro horror di successo di questo ultimo periodo come The Conjuring – Il caso Enfield, Lights Out risulta sicuramente un film meno curato e ambizioso; tuttavia con la sua storia semplice ma d’effetto è anche più spaventoso del rivale e mi ha messo addosso una notevole quantità di ansia. Sandberg quindi è promosso, grazie anche alle intelligentissime scene che “giocano” con la luce e il buio (vedi lampade a tempo della fabbrica o le insegne al neon) e al buon cast che lo accompagna. Sono davvero curioso di vederlo esprimersi in futuro con budget più importanti rispetto ai 5 “miseri” milioni di dollari di questo Lights Out - Terrore nel Buio e spaventarci di nuovo.

SCHEDACINEMA
Cover Lights out - Terrore nel Buio

Lights out - Terrore nel Buio

  • Produttore: New Line Cinema
  • Distributore: Warner Bros.
  • Interpreti: Teresa Palmer, Gabriel Bateman, Maria Bello
  • Anno: 2016
  • Genere: Horror
  • Regia: David F. Sandberg
  • Durata: 81'
Scheda completa...
Lights Out - Terrore nel buio2016-08-01 09:00:00http://www.vgnetwork.it/recensioni-cinema/lights-out-terrore-nel-buio-54015/Chi ha paura del buio?1020525VGNetwork.it