War Horse

It's my horse sir
Scritto da Mail@ M4rCuSil 05 maggio 2014
War Horse Recensione

Solamente guardarlo a riposo è un piacere. Vedere gonfiarsi il petto di Joey in maniera quasi impercettibile mentre respira, notare il piccolo movimento nervoso dell’orecchio o sentire un breve sbuffo; apprezzare la meraviglia artistica della trasposizione del personaggio principale del romanzo di Michael Morpurgo sul palco è uno dei più grandi piaceri di War Horse.


I might hate you more, but I'll never love you less

Il fenomenale successo della produzione del National Theatre, rappresentata per la prima volta nel 2007 e riproposta il 6 maggio nei cinema grazie a Nexo Digital, è infatti dovuto in gran parte alla sua collaborazione con la notevole Handspring Puppet Company, compagnia di “animatori” che ha portato letteralmente in vita gli animali sul palco. Il libro di Morpurgo è raccontato dal punto di vista di Joey, un cavallo adottato da una piccola famiglia di campagna, ma anche un attento testimone della brutalità della prima guerra mondiale. Nell’arco della storia Joey si muove da una tranquilla fattoria del Devon alla cavalleria britannica in Francia, per poi essere trasferito per un breve periodo nell’esercito tedesco, costantemente inseguito dal suo giovane ma tenace proprietario Albert, che a soli 16 anni si arruola per ritrovare il fidato compagno di cavalcate.

This one isn’t just any old horse

L’adattamento teatrale di Nick Stafford rende il cavallo più osservato che osservatore, il centro rosso ruggine dell’attenzione sia dei personaggi che del pubblico. Semplifica anche la storia dietro al sentimentalismo: il ragazzo incontra il cavallo, il ragazzo perde il cavallo, il ragazzo tenta di riprendersi il cavallo.
Il vero problema, reso leggermente più nitido dagli anni che ci separano dallo scoppio della guerra, è come presentare un evento al di là della memoria viva con il suo bilancio delle perdite appena comprensibile; i pericoli che appaiono davanti al nobile destriero sono più facili da assorbire rispetto agli oltre 10 milioni di morti causati dalla prima guerra meccanizzata. Fortunatamente sia il dramma di Stafford che le opere d'arte animate di Rae Smith, proiettate su una sorta di suggestiva pagina strappata, aiutano a delineare il contesto traumatico della guerra, mentre ballate folk si chiedono continuamente come verrà ricordata la storia.

Cause when there's life there's still hope

La rappresentazione porta con sé una curiosa combinazione di ingenuità e di gravità; quando Joey viene consegnato al servizio dei tedeschi (i cavalli sono neutrali), ci imbattiamo in una prospettiva insolitamente diversa, anche se non priva di cliché. "È barbaro" sbraita il coscienzioso ufficiale tedesco, Friedrich, commentando la carica britannica contro filo spinato, mitragliatrici e morte certa.
È a questo punto che la rappresentazione e la produzione raggiungono il loro apice: proprio mentre la guerra meccanizzata trasforma i ragazzi di campagna in carne da cannone, lo squisito teatro di figura chiede di ignorare le persone dietro di esso. Quella di War Horse è una storia semplice, ma tutti quei corpi sul palco, che sottilmente richiamano luoghi e scene di massa, sono un monumento al trascurato. Infine, il personaggio più malvagio dice la più grande verità rimproverando il sentimentalismo di Friedrich (e forse anche il nostro) quando paragona i cavalli ai bambini: "E gli innumerevoli uomini che sono morti qui? Perché non mostri un po' di pietà anche per loro?"
Guardando War Horse realizziamo che la guerra è disumana e la spettacolare arte della rappresentazione rende più facile simpatizzare con gli animali che provare pietà per gli umani.
SCHEDACINEMA
Cover War Horse

War Horse

  • Produttore: National Theatre
  • Distributore: Nexo Digital
  • Interpreti: Gareth Aled, James Alexander-Taylor, Clare Louise Connolly
  • Anno: 2014
  • Genere: Drammatico
  • Regia: Marianne Elliott, Tom Morris
  • Durata: 160'
Scheda completa...
War Horse2014-05-05 19:50:00http://www.vgnetwork.it/recensioni-cinema/war-horse/It's my horse sir1020525VGNetwork.it