Eureka Seven

Tutti a bordo della Gekko Go!
Scritto da il 15 ottobre 2013
Eureka Seven Recensione

Capita spesso che un manga di successo ispiri la realizzazione di una serie animata, ma l'opposto avviene più raramente. Eureka Seven è l'eccezione che conferma la regola. L'anime, composto da cinquanta episodi e creato dallo studio Bones, ha ottenuto un successo notevole e questo ha portato alla nascita di vari progetti paralleli come videogiochi, light novel e manga. La realizzazione della versione cartacea della serie è stata affidata ai mangaka Jinsei Kataoka e Kazuma Kondou, i quali hanno dovuto gestire un problema non da poco: narrare gli eventi dei cinquanta episodi dell'anime in soli sei volumi. Naturalmente per compiere un'impresa del genere hanno dovuto fare delle scelte ben ponderate e rinunciare ad alcuni aspetti presenti nell'anime. Si sono rivelati all'altezza del compito? Scopriamolo insieme in questa recensione.


A volte la soluzione piove dal cielo... 

Renton Thurston è un ragazzo di quattordici anni annoiato dalla vita che conduce nel paesino in cui abita e dal suo futuro apparentemente già scritto. Pare infatti che le sue uniche alternative siano diventare un meccanico come suo nonno o sfruttare il fatto di essere il figlio del defunto eroe di guerra Adrock Thurston per trovare un altro lavoro.

L'unica attività che lo diverte veramente è liftare, ovvero cavalcare le invisibili onde di trapar caratteristiche del mondo in cui vive. Il suo sogno è entrare a far parte del Gekko State, un gruppo di guerriglieri antigovernativi fondato dal noto lifter Holland.

Una sera accade qualcosa di imprevedibile: un LFO (Light Finding Operator, come vengono chiamati i mecha in questa serie) distrugge una parte dell'officina meccanica del nonno nel tentativo di effettuare un atterraggio di emergenza. A bordo del mezzo vi è Eureka, un'affascinante ragazza dagli occhi rossi di cui Renton si innamora immediatamente. Il ragazzo aiuta la giovane a riparare il Nirvash (tale è il nome dell'LFO), anche grazie ad un inaspettato aiuto da parte di suo nonno, e nel frattempo scopre che Eureka è un membro del Gekko State. Renton si trova dunque di fronte ad un bivio: restare a casa e continuare la monotona vita di sempre o seguire Eureka e provare a vivere il suo sogno? Dopo qualche esitazione il giovane sceglie di entrare a far parte del Gekko State, senza sapere che tale scelta avrà delle conseguenze incredibilmente importanti e cambierà il destino di molte persone.


Nella botte piccola c'è il vino buono 

Nei sei volumi di Eureka Seven viene narrata una storia simile a quella dell'anime, ma ad un ritmo più elevato e senza dare troppo spazio ad alcuni personaggi o eventi. Da un lato questo permette all'attenzione del lettore di restare sempre su buoni livelli, ma dall'altro lato lascia un po' l'amaro in bocca, dato che in molti casi un approfondimento su qualche personaggio secondario o su qualche aspetto particolare della vicenda sarebbe stato assolutamente gradito. Va comunque detto che Jinsei Kataoka e Kazuma Kondou sono riusciti a sfruttare bene il limitato spazio che avevano a disposizione, dando così vita ad una serie degna di interesse, che si può seguire tranquillamente anche senza aver visto l'anime.

Uno degli aspetti più importanti dell'opera è rappresentato dalla maturazione psico-fisica di Renton ed Eureka, i quali nel corso della serie subiscono un'evoluzione inizialmente impensabile e giustificata da tutte le esperienze che si ritrovano ad affrontare. Non sono ovviamente gli unici a mostrare lati inediti del loro carattere durante l'avventura. Tutti i personaggi principali sono più complessi di quanto potrebbero sembrare a prima vista e spesso nascondo un passato doloroso.

Durante la serie viene anche affrontato il tema della discriminazione del diverso, ben rappresentato dal conflitto tra umani e Coralian (i primi abitanti del pianeta in cui è ambientato il manga). Viene mostrato come l'intolleranza spesso impedisce una convivenza pacifica e come in molti casi non si tenti nemmeno di comprendere gli altri. L'ultimo volume è veramente in grado di stimolare la riflessione sull'argomento, anche per merito di un finale che difficilmente lascia indifferenti.

Dal punto di vista del disegno ci troviamo di fronte ad un buon prodotto, che si lascia apprezzare sopratutto per il design di mecha e personaggi. Gli sfondi invece non sono sempre curati e talvolta sono addirittura assenti. In generale comunque non ci si può lamentare troppo.

L'edizione rientra negli standard di Planet Manga, anche se la presenza della sovracopertina è sicuramente gradita. Totalmente assenti le pagine a colori presenti nell'edizione originale.

COMMENTO

Serie godibile, ma penalizzata da un numero di volumi troppo ridotto per esprimere appieno tutto il potenziale dell'anime da cui è tratta. Se avete già visto l'anime potrebbe essere superfluo acquistarla.

DISEGNO:8Il design dei personaggi e dei mecha non è niente male, ma gli sfondi lasciano un po' a desiderare.
ANIMAZIONE:7Leggermente migliore rispetto allo standard della casa editrice
:
TRAMA:8Ottima, ma penalizzata dal poco spazio a disposizione.
VOTO FINALE7,5
PRO:- Personaggi intriganti
- Trama piacevole da seguire
CONTRO:- Alcuni aspetti interessanti non vengono approfonditi
- Sei volumi sono pochi per dare il giusto spazio al mondo di Eureka Seven
Eureka SevenLa serie animata da cui è stato tratto il manga
Neon Genesis EvangelionSe si citano ragazzini e mecha si deve per forza tirare in ballo il capostipite
SCHEDAMANGA
Cover Eureka Seven - Manga

Eureka Seven - Manga

  • Genere: Shonen, Mecha, Fantascienza
  • Autore: Jinsei Kataoka Kazuma Kondo
  • Disegnatore:
  • Casa editrice: Kadokawa Shoten
  • Editore italiano: Planet Manga
  • Tipologia pubblicazione:
  • Volumi: 6 (Completa)
Scheda completa...
Eureka Seven2013-10-15 09:00:00http://www.vgnetwork.it/recensioni-manga/eureka-seven/Tutti a bordo della Gekko Go!1020525VGNetwork.it