Harvest Moon GBC

Braccia rubate all'agricoltura
Scritto da Mail@ M4rCuSil 05 aprile 2013
Harvest Moon GBC Recensione
Duro lavoro e tanta pazienza, questi sono gli ideali promossi dalla serie Harvest Moon, non la gratificazione immediata data da titoli come Farmville. Questa linea di pensiero è ancora più evidente nella versione per GameBoy Color, da poco sbarcata su Virtual Console per 3DS, rispetto che in tutti gli altri episodi, perché il gioco spolpa la serie fino alle sue radici, lasciandoci solo il lavoro di agricoltore e nient’altro.
Il nostro defunto nonno ci ha lasciato in eredità la vecchia fattoria e, in forma di spirito, ci lancerà un appello: prendere la sua terra, salvarla dal suo stato di degrado e diventare un allevatore provetto continuando il lavoro di famiglia. 

Ciàpa la sàpa e va in campàgna

Harvest Moon inizia lentamente e mantiene un ritmo abbastanza pacato, il che lo rende un buono gioco in cui si spreca molto tempo. Dopo aver scelto di essere un ragazzo o una ragazza, verremo catapultati dentro la fattoria per iniziare la dura vita dell’agricoltore. Il primo compito è quello di liberare la terra dai rifiuti che si sono accumulati nel tempo; fortunatamente il nonno ci ha lasciato un capanno degli attrezzi abbastanza fornito, quindi non avremo bisogno di comprare l'ascia necessaria per abbattere tronchi d'albero, il martello per distruggere le rocce o la falce per affettare facilmente via le erbacce.
Con pochi soldi in tasca e un allevamento in pessimo stato, i nostri primi giorni passano aggiustando cose ed eliminando erbacce per rendere la zona vivibile. Possiamo giusto permetterci di piantare alcuni semi di erba e di alcune colture di base, ma gli impianti necessitano di alcuni giorni di irrigazione per crescere e non è possibile acquistare tutti gli animali fino a quando si ha abbastanza erba per foraggio.
Per fortuna la fattoria ha un piccolo segreto, una famiglia di gnomi amichevoli che vive sotto il capanno degli attrezzi si dimostra ben felice di condividere tutto ciò che coltivano (due funghi al giorno) in cambio di un po' di cibo ogni tanto. 

Vita di campagna

Una volta che i primi germogli si sono fatti strada attraverso il terreno, è abbastanza facile cominciare a fare un po' di soldi veri. È possibile acquistare polli e mucche per produrre e vendere uova e latte e ci sono due tipi di colture di sementi disponibili per ciascuna delle quattro stagioni. 
Il problema è che gli elementi aggiuntivi, quali il matrimonio, non sono presenti nella versione per Game Boy, fatto che può far diventare ripetitivo ogni singolo giorno: ci svegliamo, innaffiamo le piante, nutririamo gli animali, raccogliamo qualcosa da vendere e poi torniamo a letto. Non c'è nemmeno una città da esplorare, quindi essenzialmente compriamo sementi, attrezzi, animali e cibo attraverso i menu.
Sebbene questi tagli non danneggino più di tanto le avvincenti meccaniche agricole principali, vi è una mancanza di varietà che limita l'appeal rispetto ad altri giochi della serie. Sono presenti eventi casuali, come una ragazza in cerca di un uccello scomparso, di tanto in tanto per rompere un po’ la monotonia, ma sono momenti davvero rari. Inoltre, è possibile trasportare solo due strumenti alla volta, quindi ci troveremo a trottare avanti e indietro dal capanno degli attrezzi per completare tutti i doveri quotidiani.
Harvest Moon sembra mantenere un po' di fascino, nonostante sia un po' carente dal punto di vista delle animazioni. L'audio è altrettanto stravagante e purtroppo risulta spesso ripetitivo: ogni stagione offre un unico brano musicale che si riavvia ogni volta che si entra o si esce da un edificio. Dopo un paio d'ore, entrando ed uscendo da fienili e capannoni, la musica diventa piuttosto irritante.
Harvest Moon può creare dipendenza, ma pecca nella mancanza di varietà in grado di mantenere alto l’interesse per lungo tempo. Se cercate un simulatore di allevamento semplice dalle meccaniche ripetitive ma soddisfacenti questo titolo potrebbe tenervi occupati per ore, ma rimarrete delusi se vi aspettate qualcosa di più complesso.
COMMENTO
Mail@ M4rCuS

Harvest Moon è un titolo particolare, uno di quei giochi che o ti prende o ti stufa nel giro di poche ore. Questa versione, poi, è molto scarna di contenuti e dopo un po' risulta tutto troppo ripetitivo.

GRAFICA:6.5Sprite belli e old fashion.
SONORO:4.5Un solo brano per ogni stagione, a tratti irritante.
GIOCABILITà:7Manca varietà ma tutto sommato i lavori da fare sono abbastanza.
LONGEVITà:6.5Varia da persona a persona, può creare dipendenza o stufare in poche ore.
VOTO FINALE6.5
PRO:- Meccaniche tutto sommato buone
- Crea dipendenza
CONTRO:- Troppo ripetitivo
- Comparto audio scarno
- Manca varietà
Farming Simulator 2013 ( PC )Un simulatore di agricoltura più completo.
Harvest Moon Animal ParadeL'ultimo episodio per Wii.
SCHEDAGIOCO
Cover Harvest Moon GBC

Harvest Moon GBC

Scheda completa...
Harvest Moon GBC2013-04-05 15:00:00http://www.vgnetwork.it/recensioni-nintendo-3ds/harvest-moon-gbc/Braccia rubate all'agricoltura1020525VGNetwork.it