Heroes of Ruin

Heroes of Ruin è finalmente tra noi!
Scritto da Mail@ FedeGiacoil 28 giugno 2012
Heroes of Ruin Recensione

 

Nintendo, da circa trent'anni, continua a sfornare console fisse e casalinghe e - nonostante qualche scivolone - sa sempre come farci divertire e come tenersi ben stretta i suoi fan. Siamo a conoscenza del fatto che, soprattutto ultimamente, essa ha deciso di puntare tutta la sua strategia sull'innovazione e sul parco software, tralasciando l'infinita lotta alla potenza bruta che è oramai affare di Sony e Microsoft soltanto (almeno in ambito console), ma sappiamo anche che - da sempre - uno dei suoi punti deboli è il comparto online, nel quale sembra che la N sia rimasta piuttosto indietro rispetto alle concorrenti.Comunque, grazie al 3DS, la situazione sta lentamente migliorando e gli sforzi intrapresi iniziano a dare i loro frutti. Oggi, quindi, siamo qua ad analizzare un titolo che fa della componente multiplayer online il proprio cavallo di battaglia e stiamo ovviamente parlando di Heroes of Ruin.


Infuria la battaglia

I lettori più attenti, sicuramente, si staranno chiedendo cosa c'entri Nintendo con Heroes of Ruin, gioco sviluppato da N-space e prodotto da Square Enix; ebbene, la risposta è molto semplice... gli sviluppatori del titolo hanno lavorato a stretto contatto con la N per riuscire a "sbloccare" alcune potenzialità nascoste del 3DS nel campo del multiplayer online, così che il titolo sia potuto uscire com'era stato pensato inizialmente e non castrato per adattarsi alla console.Heroes of Ruin inizia introducendoci, tramite una sequenza animata, la basilare trama del gioco. La storia è veramente molto semplice e banale e serve più che altro come "collante" tra le varie quest ed ambientazioni. Essa racconta di un pugno d'eroi, in missione per trovare una cura per il protettore della città di Nexus, ovvero una sfinge di nome Ataraxis, la quale è stata colpita da una terribile maledizione. Tutti gli avvenimenti che ne conseguiranno li potremmo vivere in prima persona con un mercenario creato da noi, fino a giungere allo scontato epilogo della faccenda.

Immagine del viddeogioco per 3DS Heroes of Ruin

Sia graficamente che come gameplay Heroes of Ruin si difende bene

Come anticipato, comunque, non è di certo la trama il punto focale del gioco, ma anzi, questa passa totalmente in secondo piano per lasciare spazio al gameplay "nudo e crudo".La struttura alla base di Heroes of Ruin è accomunabile a quella di un hack'n slash dei più classici, ovvero ci si ritroverà a vagare per dei dungeon combattendo mostri di ogni sorta, aumentando di livello, migliorando le skills e l'equipaggiamento e così via.Prima di lanciarsi in battaglia, però, sarà fondamentale operare una scelta che ci accompagnerà fino alla fine dell'esperienza, ovvero dovremo selezionare la classe del nostro alter-ego e delinearne l'aspetto. Le classi tra le quali scegliere sono quattro in tutto ed ognuna è dotata di determinati punti di forza e punti deboli, esse sono:- il selvaggio, un omone dai tratti somatici simili a quelli di un cavernicolo, addestrato per essere sprezzante del pericolo e pronto a combattere in qualsiasi condizione, infatti le sue caratteristiche sono la resistenza agli attacchi nemici e la potenza sprigionata dai propri colpi in mischia;- il vendicatore, una creatura antropomorfa, dotata di un corpo da umano, ma una faccia da leone. È un personaggio molto versatile ed equilibrato, pericoloso in ogni situazione, seppure non eccellente in nessun campo;- il pistolero, un uomo che non fa di certo della forza fisica il proprio tratto caratteristico, ma preferisce invece agire a distanza, colpendo costantemente gli avversari con le sue pistole fedeli e dalle quali non si separa mai;- l'alchitecht, unica donna della compagnia, ma non per questo meno temibile. È molto veloce e sa maneggiare alla perfezione la magia, risorsa che la rende estremamente utile contro qualsiasi genere di nemico, ovviamente a patto che la barra dell'energia sia sempre bella piena.

Dopo aver fatto la propria scelta ed aver personalizzato il protagonista che utilizzeremo per il resto del gioco a nostro piacimento, è giunto il momento di lanciarsi in battaglia. Una volta scesi in campo, avremo fin da subito modo di testare le nostre abilità contro orde di nemici inferociti. L'offensiva di ogni personaggio si basa principalmente su due tipi di attacchi, i colpi in mischia con l'arma impugnata e le magie. Si possono tenere a portata di mano fino a tre magie contemporaneamente, mentre sul touch screen avremo sempre visualizzata una comoda legenda degli incantesimi selezionati in quel momento e sarà possibile switcharli con un semplice tocco delle dita. Sconfiggendo le creature che popolano i dungeon e guadagnando punti esperienza si sale di livello ed ogni volta che questo accade, oltre a poter potenziare le caratteristiche del nostro alter-ego, ci viene offerta la possibilità di sbloccare nuove magie o migliorare quelle già disponibili sul ramo delle abilità. Queste sono davvero tantissime e molto diversificate, quindi la scelta di cosa upgradare non sarà sempre così scontata.

L'esperienza, come anticipato, è quella classica di un hack'n slash e per questo gli obbiettivi ci vengono assegnati dai vari figuri che occupano la città di Nexus. Una volta immagazzinate tutte le quest disponibili, si può partire alla volta del dungeon dove si potrà portare a termine la missione per ottenere le varie ricompense e proseguire nell'avventura. I dungeon, luoghi nei quali spenderemo la maggior parte del nostro tempo, vengono generati casualmente e saranno quindi diversi per ogni giocatore che acquisterà Heroes of Ruin, ma anche per chiunque decidesse di fare una seconda run con un altra classe una volta terminato il gioco.All'interno dei labirinti, poi, avremo la possibilità di trovare diversi oggetti utili al potenziamento del protagonista, oggetti che si dividono in diverse fasce a seconda della rarità e dell'efficacia. Questi oggetti di personalizzazione sono veramente tantissimi ed una volta raccolti è possibile utilizzarli o rivenderli, per aumentare le proprie finanze.

Ma quelli sono gli Street Sharks!


In quattro è meglio

Il pilastro fondamentale attorno al quale ruota tutta l'esperienza di Heroes of Ruin è senza dubbio il multiplayer ed è questo il campo nel quale sono stati fatti i maggiori sforzi per garantire un gioco divertente e senza problematiche. La modalità online, infatti, è stata veramente molto curata ed offre diverse possibilità di intrattenimento con i propri amici o anche con altri giocatori sconosciuti.Essa è strutturata in modo da poter iniziare una partita dal punto nel quale siamo arrivati nella trama, lasciando però aperta la connessione, così che chiunque possa decidere di unirsi al nostro gruppo. Allo stesso modo, poi, saremo noi a poter decidere di unirci al gruppo di un altro giocatore per aiutarlo nella sua avventura ed allo stesso tempo avanzare nella nostra. Detto così potrebbe essere un po' confusionario, ma fatti alla mano il tutto è molto semplice ed intuitivo. Cercando di entrare nelle partite di altri giocatori, avremo la possibilità di selezionare alcuni filtri, precisamente questi ci permettono di vedere tutte le partite, solo le partite hostate dagli amici o solo le partite di altri avventurieri che siano all'incirca al nostro stesso punto nel gioco. In questo modo, quindi, abbiamo sempre la possibilità di giocare in cooperativa l'avventura, anche se nessuno dei nostri amici ha il gioco o in quel momento non è disponibile.Il comparto online, davvero molto solido, è potenziato dall'integrazione totale della chat vocale, una novità assoluta per un gioco per 3DS e che oltretutto funziona in maniera veramente impeccabile, speriamo quindi che anche altri sviluppatori da adesso inizino ad integrarla nei propri giochi.Infine, sempre a riguardo della modalità cooperativa online, Heroes of Ruin permette la compravendita delle attrezzature con gli altri giocatori, dandoci la possibilità di mettere in vendita nel nostro mercato gli oggetti che non ci interessano, aspettando un'offerta da qualcuno e decidendo se accettarla o declinarla, a seconda che ci risulti soddisfacente o meno.


Non è tutto oro quel che luccica

Fino ad ora, abbiamo parlato di Heroes of Ruin in maniera entusiastica e probabilmente parecchi di voi avranno già la mano puntata al portafogli, ma il gioco non è così perfetto come sembrerebbe. La cosa che taglia le gambe a questo titolo, altrimenti veramente curatissimo in ogni aspetto, è un'eccessiva facilità nel portarlo a termine. Non stiamo parlando di longevità, quella è anche piuttosto buona, ma proprio della semplicità degli scontri e dell'abbattere i nemici. In Heroes of Ruin, gli sviluppatori sono stati decisamente troppo buoni con i giocatori, infatti ogni personaggio può portare con se venti pozioni curative e venti pozioni per rigenerare il mana, pozioni che tra l'altro si trovano in tutti gli anfratti del gioco in grandissima quantità. A questo, poi, si aggiunge l'aggravante che i nemici non possono davvero nulla contro di noi, infatti anche se essi sono ad un livello superiore, bastano pochi colpi per mandarli all'altro mondo, senza che questi riescano ad impensierirci. I boss, che rappresentano l'unica sfida leggermente impegnativa, sono anch'essi parecchio facili da buttare giù e se si gioca in quattro, la cosa diventa veramente uno scherzo.Per tutto il gioco, tranne negli ultimi livelli, proseguire nell'avventura è di una semplicità disarmante se si è da soli, ed è proprio una cosa risibile se si gioca in quattro. Questo grado di sfida così basso, quindi, è un vero cancro per il gioco in quanto riesce a demolire tutto quello che invece di buono è stato fatto, rendendo inutile l'utilizzo di qualsiasi tipo di strategia e riducendo la scelta della classe ad un motivo estetico, più che strategico.La cosa assurda è che basterebbe un aggiornamento che bilanci la difficoltà per rendere il titolo un piccolo gioiellino, aggiornamento che è richiesto a gran voce da tutta la community nel forum ufficiale del gioco e che speriamo venga preso in considerazione dagli sviluppatori, perché sarebbe un peccato "sprecare" tutto l'egregio lavoro fatto sulle classi e sui migliaia di oggetti di personalizzazione.Per il resto, anche graficamente Heroes of Ruin è molto piacevole da guardare, con ambientazioni abbastanza buone ed effetti molto riusciti, anche se nei momenti concitati si notano alcuni cali di framerate, che comunque non intaccano l'esperienza. Infine, il sonoro è davvero ottimo, con un doppiaggio in italiano più che apprezzabile e la voce della chat vocale che arriva molto chiara e comprensibile anche dalle piccole casse del 3DS.


Riuscito a metà

Heroes of Ruin è un esperimento riuscito per metà, infatti offre una modalità cooperativa online estremamente divertente e stabile, purtroppo inficiata da una difficoltà di gioco incredibilmente bassa. Se siete disposti a passare sopra a questo difetto, comunque, vi ritroverete tra le mani un titolo capace di divertirvi per parecchie ore e molto curato in tutti gli aspetti. Il consiglio, magari, è quello di comprarlo assieme a qualche vostro amico e giocarvelo tutto in cooperativa, così sicuramente l'esperienza ne guadagnerà.

COMMENTO
Mail@ FedeGiaco

Heroes of Ruin, nonostante i difetti elencati in fase di recensione, ha saputo divertirmi e mi ha donato parecchie ore di gioco spensierato, soprattutto grazie alla modalità cooperativa estremamente curata e sempre molto divertente.

GRAFICA:7Lo stile generale è piuttosto anonimo, però gli effetti visivi sono molto buoni e le ambientazioni abbastanza curate.
SONORO:7La colonna sonora non è nulla di incredibile, ma il doppiaggio italiano è ottimo e la chat vocale funziona chiara e nitida, anche con le piccole casse del 3DS.
GIOCABILITà:6.5Il titolo di per sé è molto curato ed offre tantissime possibilità di personalizzazione e di gioco in cooperativa, peccato che la facilità generale tagli le gambe al tutto.
LONGEVITà:7.5Il titolo è abbastanza longevo se si cerca di portare a termine anche tutte le quest secondarie, purtroppo pure qui entra in gioco l'eccessiva facilità che potrebbe far annoiare in fretta.
VOTO FINALE7
PRO:- Modalità multiplayer curata
- Chat vocale perfetta
- Moltissimi oggetti di personalizzazione
CONTRO:- Estremamente facile
- Alcuni cali di framerate
Kid Icarus: UprisingUn titolo estremamente riuscito e longevo, ricco di possibilità e contornato da una modalità multiplayer davvero esplosiva.
Mario Kart 7Il buon vecchio Mario Kart, con l'aggiunta di parecchie novità ed una modalità multiplayer online curata e divertente.
SCHEDAGIOCO
Cover Heroes of Ruin

Heroes of Ruin

Scheda completa...
Heroes of Ruin2012-06-28 09:00:00http://www.vgnetwork.it/recensioni-nintendo-3ds/heroes-of-ruin/Heroes of Ruin è finalmente tra noi!1020525VGNetwork.it