Hyrule Warriors: Legends

Il destino di Hyrule è DAVVERO nelle nostre mani
Scritto da il 21 marzo 2016
Hyrule Warriors: Legends Recensione

Al momento del suo annuncio, Hyrule Warriors creò non poco scompiglio tra i fan della grande N, in parte anche giustificabile. Tuttavia, come testimonia anche la recensione fatta a suo tempo, il titolo si dimostrò comunque piuttosto valido e, soprattutto, rispettoso nei confronti di una saga così importante di Nintendo. Adesso, a più di un anno di distanza, le epiche battaglie nella terra di Hyrule si fanno compatte, abbastanza da entrare nei nostri 3DS ma, al tempo stesso, si espandono con una nuova mole di contenuti aggiuntivi tra DLC rilasciati e novità esclusive del gioco, tutto sotto il nome di Hyrule Warriors: Legends.


Il destino di un cavaliere

Buona parte delle informazioni del paragrafo sono già state trattate dal buon Kikorin nella sua esaustiva recensione di Hyrule Warriors, dunque mi limiterò ad una summa generale prima di addentrarci nelle vere novità del titolo. Il gioco , sviluppato dallo storico team Omega Force di Koei Tecmo sotto supervisione di Nintendo, è sostanzialmente un musou, genere particolarmente famoso in Giappone e classificabile come un picchiaduro ad ampio raggio dove un manipolo di eroi fronteggia interi eserciti menando a destra e a manca, per usare una terminologia elevata. Una formula ormai rodata che dopo oltre sedici anni mostra evidenti segni d’invecchiamento e, tuttavia, continua ad ottenere consensi soprattutto grazie a mix del genere.

Per quanto sacrilego possa sembrare, unire un gameplay simile alla lore di The Legend of Zelda è molto facile, talmente facile che Omega Force riesce a creare il suo personale universo senza compiere delitti etici e morali: il regno di Hyrule è minacciato da una potente strega di nome Cia, ossessionata dalla leggenda dell’Eroe al punto da corrompere il suo spirito e spingerla a creare un portale capace di viaggiare tra le varie epoche storiche del regno, decisa a mettere le mani sulla Triforza. L’assalto al Castello sarà l’occasione perfetta per rapire la principessa Zelda, distraendo nel frattempo l’esercito reale, nelle cui file si trova un soldato di nome Link e che si scopre essere in possesso della Triforza del Coraggio. Parte così una lunga avventura che si snoda attraverso diciotto livelli di gioco, tutti ovviamente caratterizzati secondo i canoni estetici dei titoli della serie a cui prendono ispirazione, ovvero Ocarina of Time, Majora’s Mask,Twilight Princess e Skyward Sword, inclusi storici boss e tanto altro.

A livello di gameplay tutto funziona altrettanto bene: la fusione tra il classico musou e gli elementi tipici della saga si rivela azzeccata grazie anche all’estrema cura nel reinterpretare le meccaniche classiche rendendole funzionali all’esperienza di gioco, a partire dalle mosse e le abilità basiche fino agli accessori come bombe, ocarine e altro, nonché un sistema di sviluppo mutuato in parte dalla serie Dynasty ma riveduto per l’occasione, che non mancherà di farci perdere tanto tempo per potenziare tutti gli slot e recuperare le armi più potenti. Oltre a ciò ci troviamo di fronte a numerosi segreti e collezionabili, abbastanza da mandare in brodo di giuggiole tutti gli estimatori del farming furioso e fine a se stesso.Chiudono il cerchio una serie di modalità aggiuntive come la modalità Libera, dove potremo rigiocare i livelli già completati con qualunque personaggio e la modalità Avventura dove, in una scacchiera ispirata al classico Zelda per NES, avremo a che fare con numerose sfide da completare per ottenere oggetti sempre più rari e potenti, con prove altrettanto difficili man mano che progrediremo.


Contenuti a pioggia

A fronte di ciò che è possibile fare nella versione Wii U, Hyrule Warriors: Legends ripropone gli stessi contenuti del gioco originale insieme a tutti i DLC finora usciti che comprendono missioni, mappe per la modalità avventura, personaggi costumi e armi extra. Parlando invece di contenuti inediti ci sarà una nuova diramazione dell’avventura dedicata a Wind Waker, episodio che ha visto già un remaster su Wii U e che approda su Legends in tutto il suo cel-shading con Toon Link, Dazel e Re Drakar (stavolta in forma umana e non marittima) e il suo coloratissimo mondo di gioco.

E poi c’è Linkle, personaggio assolutamente inedito e tra i più discussi al suo annuncio che, nella fattispecie, si rivela un’aggiunta interessante e divertente: Linkle è infatti un’allevatrice di Cocco, i simpatici (e letalissimi) polli di Hyrule, ed autentica fanatica dell’Eroe leggendario. La sua storyline si sviluppa parallelamente agli eventi narrati del gioco: durante l’assalto al Castello, decide di intervenire in prima persona per salvare il Regno, armata di doppie balestre e con la bussola della nonna. L’utilizzo del personaggio in battaglia è molto soddisfacente, grazie ad attacchi a lungo ed ampio raggio che permettono devastazione su larga scala, senza considerare il “ferocissimo” esercito di polli che ci seguirà con coraggio.

Il cerchio delle novità si chiude con una nuova modalità di gioco, Fatine: al di là del nome coccoloso parliamo di una sorta di Nintendogs dove, al posto dei migliori amici dell’uomo,dovremo accudire le numerose fatine che incontreremo durante la modalità Avventura. Più le tratteremo bene, migliori saranno le ricompense che sbloccheremo e che potremo usare nel gioco. Inoltre, Koei Tecmo ha già programmato l’uscita di nuovi DLC lungo tutto il corso dell’anno e che tratteranno episodi come Link’s Awakening, Phantom Hourglass, Spirit Tracks e A Link Between Worlds, acquistabili anche con un season pass disponibile per Wii U, 3DS o entrambe le versioni. A proposito, chiunque acquisterà Legends otterrà un codice bonus che permetterà di ottenere tutti gli extra della versione 3DS sulla versione casalinga di Hyrule Warriors.


Tecnicamente miracolato

Parliamo infine del versante tecnico: non pochi infatti erano i dubbi riguardo al risultato finale di questa conversione, dubbi legati non tanto al downgrade grafico ma anche alle effettive possibilità di calcolo di 3DS di fronte ad un gioco dove la massiccia presenza di elementi su schermo è una costante e non può essere sottovalutata a sfavore delle prestazioni. A fronte di queste considerazioni, Hyrule Warriors: Legends è sicuramente un gioiello di ottimizzazione: il titolo gira fluidamente con nessuna esitazione, anche a fronte di attacchi particolarmente esosi di effetti particellari, mentre la qualità grafica risente del passaggio al portatile ma senza problemi rilevanti, sfruttando espedienti già visti in altri titoli come Super Smash Bros. come un’ombreggiatura marcata del nostro personaggio per evitare confusione su schermo e un effetto pop-up che comunque non infastidisce.

Permangono comunque i problemi della versione principale come il netto stacco qualitativo tra i modelli principali e quelli dei nemici, molto poveri di dettagli, e delle aree di gioco tanto caratterizzate quanto spoglie. Infine, precisiamo che la prova del gioco è stata fatta su un New 3DS, modello che dispone di una maggiore capacità di calcolo e non avendo modo di provare Legends su un 3DS normale non possiamo dirvi se sia possibile ottenere prestazioni altrettanto buone sulla precedente versione della console. Il New 3DS è poi l’unico modello a supportare gli effetti 3D insieme al New 3DS XL, effetto che sicuramente necessitava di potenza extra legata al già citato numero di elementi su schermo e che comunque è ben implementato, offrendo una profondità inedita e molto piacevole e unica nel suo genere in un musou.

Tirando le somme, il giudizio rimane sostanzialmente lo stesso a cui giungemmo durante l’originale Hyrule Warriors: Legends è un gioco che concettualmente divide il fandom ma che, all’atto pratico, si rivela un ottimo passatempo se si vuole soprassedere a meccaniche di gioco molto ripetitive. La conversione può tranquillamente dirsi riuscita stando alle prestazioni su New 3DS e chi desidera svagarsi un po’ rimanendo con la testa nel magico mondo di Zelda forse ha trovato il gioco che fa per lui.

PRO:- Gameplay basico ma vincente
- Tantissimi contenuti
- Conversione più che buona
CONTRO:- Alta ripetitività e grinding
- Prestazioni molto inferiori su 3DS classici
The Legend of Zelda: Twilight Princess HDRemake fresco di uscita dell’avventura Gamecube/Wii di Link.
Warriors Orochi 3 ( X360 )Musou classico con i personaggi di entrambe le serie Koei Tecmo, disponibile anche su Wii U.
VOTO FINALE8
SCHEDAGIOCO
Cover Hyrule Warriors: Legends

Hyrule Warriors: Legends

Scheda completa...
Hyrule Warriors: Legends2016-03-21 15:00:00http://www.vgnetwork.it/recensioni-nintendo-3ds/hyrule-warriors-legends-53014/Il destino di Hyrule è DAVVERO nelle nostre mani1020525VGNetwork.it