Mario & Luigi: Dream Team Bros.

Nel mondo dei sogni
Scritto da Mail@TheSad5torkil 12 luglio 2013
Mario & Luigi: Dream Team Bros. Recensione

Tra le numerose saghe parallele e spin off di vario tipo, un genere a cui Mario pare particolarmente incline è quello degli RPG. Il primo esperimento, nato ad opera di Squaresoft su SNES, pose le basi sulle modalità con cui il baffuto idraulico di Nintendo avrebbe dovuto misurarsi in un genere in cui aveva poca dimestichezza. Negli anni la grande N ha poi creato due filoni simili ma allo stesso tempo molto differenti, la saga di Paper Mario e quella, giunta ora al quarto capitolo, di Mario & Luigi. Mentre il primo introduce nuove soluzioni visive e raffina il sistema di combattimento dello storico episodio su SNES, il secondo si è rivelato più frizzante grazie alla ricerca di inedite meccaniche di gameplay, molto votate all'azione, da fondere agli elementi ruolistici.


Uno script ben scritto

Lo scenario che fa da sfondo alle vicende di Mario & Luigi: Dream Team Bros. prende a piene mani dal canovaccio visivo e artistico tipico della serie. La Principessa Peach viene invitata, assieme ad alcuni Toad, a visitare un nuovo e fantastico resort sull'Isola Guanciale. Giusto il tempo di una breve visita nei dintorni prima che la Principessa Peach venga (come sempre) rapita da Inkubak, il re dei pipistrelli. Sin dalle prime battute, il gioco si dimostra pieno di dialoghi ben scritti e soprattutto ben localizzati. La resa linguistica, importantissima quando le produzioni godono di uno script di tale livello, si dimostra precisa e puntuale riuscendo spesso e volentieri a strappare più di un sorriso al giocatore.


Meccaniche rodate

Le basi su cui poggiano le meccaniche di gameplay di Mario & Luigi: Dream Team Bros. sono essenzialmente due. Da un lato abbiamo la fase esplorativa e dall'altro i combattimenti. La prima si divide principalmente in due sessioni differenti, quelle che corrispondono al Mondo Reale e al Mondo Onirico. Quest'ultimo è il frutto dei sogni di Luigi, mondo alternativo nel quale si accede da determinati portali ed esplorabile nelle primissime fasi esclusivamente con Mario. Fortunatamente, a soccorrere il prode idraulico fa capolino Oniriluigi, un artifizio utilizzato da Nintendo per poter permettere a Luigi di essere presente durante le sessioni nel Mondo Onirico. Oniriluigi è, infatti, l'immagine che Luigi ha di sé stesso all'interno dei propri sogni, una forma comunque identica alla controparte reale sul piano estetico. Per quanto riguarda le abilità invece Oniriluigi gode di abilità differenti da sfruttare in combattimento e durante le fasi di esplorazione. Quest'ultima, come detto, riveste un ruolo assolutamente primario nelle meccaniche di gioco e obbliga il giocatore a sfruttare le varie Abilità Gemelle di Mario e Luigi per poter proseguire in determinati frangenti e per risolvere i numerosi enigmi che gli sviluppatori hanno preparato per noi


Combat system

I combattimenti in Dream Team Bros. avvengono seguendo uno schema a turni molto classico che, nonostante il suo utilizzo in tonnellate di produzioni, riesce a mostrare una propria identità. L'elemento principale su cui si basano è fondamentalmente il tempismo. Certamente le singole statistiche e il livello globale dei personaggi sono importanti per affrontare i nemici più forti ma è proprio il tempismo, inteso come abilità di “premere i pulsanti nel momento gusto”, che spesso deciderà l'esito degli scontri perchè può elargire diversi tipi di bonus sia in attacco che in difesa. Principalmente la coppia di idraulici ha a disposizione due attacchi base ovvero il salto e la martellata. La potenza di questi attacchi è direttamente proporzionale alle statistiche di base e anche alla qualità dell'item equipaggiato. Accanto a quelli base si pongono poi quelli speciali, solitamente da eseguire utilizzando sia Mario che Luigi, chiamati Attacchi Speciali. Questi ultimi sono costiuiti da varie prove dalla difficoltà altalenante che permettono di infliggere maggior danno al nemico. Inoltre, proprio come nei precedenti episodi, ritornano gli scontri tra titani ossia quei combattimenti che impongono di tenere la console in verticale per tutta la durata dello scontro.


Elementi RPG

La componenete ruolistica, all'interno di meccaniche comunque molto votate all'azione, è equilibrata e calibrata al meglio senza risultare frustrante. Al termine di ogni combattimento si ricevono dei punti esperienza che, una volta accumulati a sufficienza, comportano l'innalzamento del livello globale e delle singole statistiche come attacco, difesa, agilità e così via. L'influenza dei giochi di ruolo investe anche tutto il comparto dei malus che è possibile subire come conseguenza di determinati attacchi del nemico. Anche su questo fronte, troviamo tutta una serie di elementi ormai tipici del genere come ad esempio l'essere avvelenati, scottati o addormentati durante gli scontri. Un altro aspetto interessante riguarda invece le spille. Esattamente come nei passati episodi, Mario e Luigi potranno acquistare o trovare delle spille che, una volta unite, generano un bonus in combattimento. Il bonus stesso è il frutto dell'unione di due differenti effetti delle spille e le combinazioni realizzabili sono davvero tante.


Tecnicamente

Sotto il profilo tecnico il titolo si assesta su ottimi livelli. Gli sviluppatori hanno realizzato i modelli dei personaggi in pixel art bidimensionale che rendono però un effetto tridimensionale tramite l'utilizzo delle ombreggiature. Una tecnica innovativa e particolarmente ruscita che ben si combina con gli ambienti, composti invece da modelli poligonali. Per quanto riguarda la palette cromatica, quest'ultima risulta particolarmente accesa e viva come avviene di solito nei titoli curati da Nintendo. Molo buono anche il comparto sonoro che si avvale di tutti i jingle storici degli altri episodi, non necessariamente ruolistici, della saga di Mario più dei nuovi motivi particolarmente adatti per accompagnare il giocatore lungo l'avventura.


Il miglior gioco dell'estate?

Mario & Luigi: Dream Team Bros. è un riuscitissimo mix tra componenti platform e ruolistiche con tanta varietà e uno script convincente e ben realizzato. Il dosaggio particolarmente calibrato del ritmo di gioco, ripartito tra esplorazione, puzzle solving e combattimenti, è adatto a qualsiasi tipo di giocatore. Ma in Dream Team Bros. nulla è stato lasciato al caso e il titolo gode anche di un'ottima profondità grazie all'approccio strategico dei combattimenti, alla scelta dei migliori item da equipaggiare e ai vari effetti delle spille, che garantiscono gratificazioni anche al più navigato amante dei giochi di ruolo. L'unico neo potrebbe forse essere la scarsa presenza di missioni secondarie che comunque nella saga non hanno mai trovato, ad onor del vero, grande spazio. Per il resto parliamo invece di uno dei migliori episodi della saga che difficilmente scontenterà appassionati e non. Segnatevi queste parole, Dream Team Bros. è il titolo di questa estate 2013. 

Assieme a The Last of Us, ovviamente.

COMMENTO
Mail@TheSad5tork

Mario & Luigi: Dream Team Bros. è il degno prosecutore della saga nata su GBA. Ha dalla sua un ottimo comparto tecnico che unito alla straordinaria varietà che sa offrire rendono l'ultima fatica di AlphaDream un acquisto obbligato per i neofiti e non. Senza dubbio uno dei migliori titoli da giocare sotto l'ombrellone.

GRAFICA:8.5Il mix dei modelli bidimensionali resi tridimensionali tramite le ombreggiature è particolarmente riuscito.
SONORO:8.5Comparto sonoro davvero curato grazie alla presenza di motivi storici e creati ad hoc.
GIOCABILITà:9Varietà ai massimi livelli.
LONGEVITà:8.5L'avventura vi terrà impegnati per un bel po'.
VOTO FINALE9
PRO:- Tanta varietà
- Tanta azione
- Ottimo script
CONTRO:- Poche missioni secondarie
- Effetto 3D sfruttato poco
Mario & Luigi: Bowser's Inside StoryOttimo capitolo della saga pienamente compatibile con il 3DS.
Tales of the Abyss ( 3DS )Probabilmente il miglior RPG classico nella softeca del 3DS.
SCHEDAGIOCO
Cover Mario & Luigi: Dream Team Bros.

Mario & Luigi: Dream Team Bros.

Scheda completa...
Mario & Luigi: Dream Team Bros. 2013-07-12 00:19:26http://www.vgnetwork.it/recensioni-nintendo-3ds/mario-e-luigi-dream-team-bros/Nel mondo dei sogni1020525VGNetwork.it