Pokémon Rubino Omega e Zaffiro Alpha

Tornano i mostriciattoli tascabili
Scritto da Mail@ FedeGiacoil 18 novembre 2014
Pokémon Rubino Omega e Zaffiro Alpha Recensione

Anno nuovo, vita nuova...e nuovo episodio di Pokémon! Ogni capitolo della saga dei mostriciattoli made in Nintendo, per tutti i pokéappassionati, è un evento da segnare sul calendario e da attendere spasmodicamente. Dopo i fantastici episodi X e Y, i quali hanno definitivamente segnato il passaggio dei Pokémon alle tre dimensioni anche su portatile, è arrivato il turno di Rubino Omega e Zaffiro Alpha. Questa volta, però, la voglia di avere il gioco tra le mani è stata persino superiore, infatti è innegabile che gli episodi Rubino e Zaffiro - usciti nel lontano 2003 per GBA - abbiano da sempre avuto un posto di riguardo nel cuore di tutti i fans.


Per chi c'era...

Ahhhh, l'aria che si respira nella ridente cittadina di Albanova...e chi se la scorda? Tornare ad Hoenn, dopo tutti questi anni, è un tuffo nel passato mica da ridere e se nel 2003 alcuni di noi erano dei bambini che si apprestavano a visitare la nuova regione per la prima volta, rimetterci piede 11 anni dopo – da adulti – è probabilmente un'emozione persino più forte. La grafica è cambiata, gli sprite 2D realizzati con una manciata di pixel e tanto amore hanno lasciato spazio a dei ben più complessi modelli 3D, ma per il resto c'è tutto. Piante, alberi, case, persone; ogni dettaglio che il vostro cervello aveva immagazzinato e magari – oramai – infilato nel ripostiglio, è al suo posto, pronto ad investirvi come un treno in corsa e riportarvi alla mente ricordi di un tempo passato dalle sfumature ovattate ed i contorni indefiniti.


...e per chi no.

La vena nostalgica costituisce una grande, enorme parte del fascino di questa riedizione di Pokémon Rubino e Zaffiro, ma non è di certo l'unico motivo d'interesse. Nel caso foste tra i giocatori che si troveranno a vivere l'avventura nella regione di Hoenn per la prima volta, non avete che da gioire, perché sarà un viaggio che vi rimarrà impresso, questo ve lo possiamo assicurare.

La storia di Rubino Omega e Zaffiro Alpha è rimasta fedele all'originale, con varie aggiunte qua e la per soddisfare anche i veterani e scavare più a fondo nell'ancora inesplorato mondo delle megaevoluzioni. Il professore che ci regalerà il nostro primo Pokémon, questa volta, sarà Birch ed i nostri starter saranno Treecko, Torchic o Mudkip. Gli antagonisti, invece, faranno la loro comparsa capitanati da due figuri che risponderanno ai nomi di Ivan e Max, rispettivamente a capo del Team Idro e del Team Magma. Scopo dei Team, quello di espandere la terraferma o le acque marine (a seconda della versione del gioco) e per farlo vorranno avvalersi dell'aiuto di un Pokémon leggendario. A noi, ovviamente, il compito di sventare i loro folli piani.


Sei un bambino o una bambina?

Gli anni passano, ma la domanda rimane la stessa: sei un bambino o una bambina? Anche questa volta, per prima cosa, dovremo scegliere il sesso del nostro alter-ego. Al contrario di quanto accadeva in X e Y, però, non avremo modo di personalizzarne l'aspetto tramite abiti alla moda, infatti i due protagonisti saranno uguali per tutti i giocatori. Vabbè, una volta digerito il dispiacere, sarà il momento di lanciarsi all'avventura.Se veramente ci fosse qualcuno al mondo che ancora non sa come funziona un gioco di Pokémon, vi possiamo spiegare le basi abbastanza velocemente. Lo scopo del titolo è quello di esplorare liberamente la regione, proseguire nella storia, catturare le creature che popolano le varie zone, ovvero i Pokémon e sconfiggere i capi palestra che si trovano nelle città, al fine di affrontare la lega e diventare il campione.In Rubino Omega e Zaffiro Alpha, ovviamente, il gameplay è rimasto lo stesso, ma di certo le novità non mancano. La prima aggiunta che si nota appena si prende il controllo del personaggio è il nuovo sistema di movimento. Se all'interno delle strutture il nostro alter-ego è ancora legato alle 8 direzioni, all'aperto è finalmente possibile muoversi del tutto liberamente (un po' come accadeva in X e Y usando i pattini), il che non è solo un'aggiunta gradevole ai fini dell'estetica, ma ha anche un'utilità effettiva all'interno del gioco. Il D-pad del 3DS, in questo caso, serve a definire l'andatura del protagonista e muovendolo di poco, è possibile camminare di soppiatto. Questa nuova possibilità va a braccetto con il NaviDex, ovvero uno strumento che permette di individuare determinati Pokémon nell'erba alta e di sorprenderli quando non se lo aspettano. Catturandoli in questo modo, i Pokémon possono avere delle mosse uniche che li distinguono dagli altri simili. Ovviamente, rimangono anche gli incontri casuali che si fanno nell'erba alta, nell'acqua e nelle grotte.

Il NaviDex, comunque, non è la sola novità di Rubino Alpha e Zaffiro Omega, ma fa invece parte del nuovo strumento Multi PokèNav, ovvero un aggeggio sviluppato dalla Devon S.P.A. al fine di semplificare la vita degli allenatori. Il Multi PokéNav si divide in varie sezioni ed è sempre consultabile sullo schermo inferiore della console 3DS. I vari “scomparti” sono il già citato NaiviDex, utile per scovare i mostriciattoli nascosti, il NaviTalk, indispensabile per conoscere sempre le ultime novità sulla regione di Hoenn e per rimanere informati sulle attività dei vostri amici ed il NaviSvago, tramite il quale potrete accedere al SAV (Super Allenamento Virtuale), al Poké Io&Te ed al PSS (Player Search System), quest'ultimo delegato alla controparte online.L'online del titolo è rimasto identico a quanto avevamo già potuto osservare su X e Y e questo non può che essere un bene, infatti funziona senza particolari intoppi. Collegandoci alla rete avremo la possibilità di vedere tutte le persona connesse in quel momento, non solo in Pokémon Rubino Alpha e Zaffiro Omega, ma anche in X e Y, ampliando così a dismisura la gamma di players attivi. Con tutte queste persone avremo modo di svolgere diverse attività come lottare o scambiare Pokémon, oltre che confrontare i propri interessi, chattare e così via.Gli scontri potranno svolgersi in singolo, in doppio o in triplo, sia in partite classificate che per puro divertimento.

Oltre a quanto già detto, in Alpha e Omega ritornano le gare di bellezza, anche se adesso sono chiamate Gare Live. In queste esibizioni lo scopo è quello di impressionare il pubblico tramite le caratteristiche fisiche e comportamentali dei nostri Pokémon, quindi per una volta la forza bruta non ci sarà d'aiuto. Rispetto al passato, il 3DS apre la strada ad alcune interessanti possibilità, infatti durante l'esibizione la fotocamera si attiva e tramite essa possiamo fotografare i nostri beniamini all'interno di ambienti reali (certo la risoluzione è quella che è...). Dopo la nostra prima gara, poi, ci verrà anche donato un particolare Pikachu cosplayer, il quale potrà indossare 5 abiti diversi che andranno ad aumentare caratteristiche come bellezza, grinta, eleganza e così via.Ancora più interessanti delle Gare Live, sono però le Super Basi Segrete. Se le Basi Segrete già c'erano in Rubino e Zaffiro e le si poteva “scambiare” con i propri amici tramite cavo link, adesso queste sono state ampliate in tutti i sensi. Oltre a poterle personalizzare con strumenti e membri del team, ci è anche data la possibilità di condividerle. Per farlo, quindi, sarà sufficiente prendere il codice QR corrispondente e passarlo ad un amico, il quale potrà “riscattarlo” e ritrovarsi così le nostre creazioni nel proprio gioco.

Il gameplay durante gli scontri, invece, rimane quello super collaudato ed oramai solidissimo al quale siamo stati abituati. La cosa che lascia stupiti, come sempre, è la profondità del gioco, adatto a chiunque voglia divertirsi senza impegno, ma sotto sotto di una complessità mastodontica e perfetto anche per chi è deciso a darsi da fare per apprendere i segreti del battling competitivo.

Infine, aspettatevi tante nuove megaevoluzioni e diverse piccole novità, come la possibilità di richiamare Mega Latios o Mega Latias e spiccare il volo per i cieli di Hoenn, liberamente esplorabili. Oltretutto, durante queste fasi, sarà possibile raggiungere delle zone segrete altrimenti precluse.


Ritorno al passato

Vi abbiamo già parlato di quanto sia forte la nostalgia che si prova una volta messo piede nella regione di Hoenn, ma non ci stufiamo di ribadirvi il concetto. Sebbene il lavoro di ristrutturazione operato dagli sviluppatori sia stato veramente notevole, l'anima di Rubino e Zaffiro originali è rimasta intatta per la felicità di fan vecchi e nuovi. Il motore grafico che muove il gioco è lo stesso che avevamo già potuto apprezzare in X e Y, ma con qualche miglioria che lo rende ancora più piacevole da osservare. Purtroppo, però, oltre alle cose piacevoli si ripresentano le magagne, ovvero l'impossibilità di giocare in 3D stereoscopico in molti punti e gli imbarazzanti cali di framerate durante le battaglie nel caso si decida di tenere il 3D attivo. I Pokémon, d'altra parte, sono modellati ed animati magnificamente ed è un peccato non poterseli godere in tutto il loro splendore stereoscopico, ma occorre farci l'abitudine a meno che non ci si abitui a giocare al rallentatore.La colonna sonora, invece, rimane eccellente e più che fare da sfondo all'avventura, ben presto diventa una vera e propria compagna fidata tanto è coinvolgente ed orecchiabile.


Ma come si fa a resistergli?

Pokémon è Pokémon, c'è poco da fare. Praticamente tutti, nel corso della propria vita, avranno avuto modo di giocare ad un capitolo di questa fantastica serie che dopo anni ed anni continua ad appassionare schiere di ragazzi e ragazze di ogni età. Pokémon Rubino Omega e Zaffiro Alpha, nonostante siano dei remake, introducono così tante novità da poter essere tranquillamente considerati dei nuovi episodi a tutti gli effetti e siamo sicuri che, ancora una volta, sapranno coinvolgere i milioni di fan della saga. Allora, che c'è da aspettare? Partiamo all'avventura e catturiamoli tutti!

COMMENTO
Mail@ FedeGiaco

Si, lo ammetto, adoro i Pokémon! In particolare, i miei migliori ricordi della saga sono legati agli episodi Oro - Argento e Rubino - Zaffiro. Giocando a questo remake per 3DS mi è sembrato d'incontrare nuovamente un vecchio amico ed è stato subito amore.

GRAFICA:8.5La grafica è davvero magnifica, ma quello che fa scendere la valutazione è la scarsa ottimizzazione in 3D stereoscopico, e dopo Smash Bros non ci sono più scuse
SONORO:9La colonna sonora, come al solito, è magnifica e vi ronzerà in testa - probabilmente - per il resto della vita.
GIOCABILITà:10La giocabilità è il piatto forte di Pokémon e questo episodio non delude le aspettative.
LONGEVITà:10L'avventura è piuttosto longeva e ci sono moltissime cose da fare e da vedere. il multiplayer online lo rende sostanzialmente infinito.
VOTO FINALE9
PRO:- La regione di Hoenn
- Nuove megaevoluzioni
- Tante aggiunte di gameplay
CONTRO:- In 3D è praticamente ingiocabile
Pokémon X - YIl precedente episodio per 3DS, consigliato.
The Denpa Men 3: The rise of DigitollUna sorta di versione super-hardcore dei Pokémon, per chi ama gli RPG.
SCHEDAGIOCO
Cover Pokémon Rubino Omega - Zaffiro Alpha

Pokémon Rubino Omega - Zaffiro Alpha

Scheda completa...
Pokémon Rubino Omega e Zaffiro Alpha2014-11-18 14:59:00http://www.vgnetwork.it/recensioni-nintendo-3ds/pokemon-rubino-omega-e-zaffiro-alpha-47729/Tornano i mostriciattoli tascabili1020525VGNetwork.it