Pokémon Super Mystery Dungeon

Il labirinto del Flareon
Scritto da Mail@ FedeGiacoil 08 febbraio 2016
Pokémon Super Mystery Dungeon Recensione

20 anni di Pokémon. No, ma ci credete? Io ancora ricordo bene il giorno nel quale mi diressi, accompagnato dai miei genitori, al supermercato appena aperto vicino a casa per acquistare la mia copia di Pokémon Rosso. Onestamente mai avrei pensato di ritrovarmi, due decenni dopo, con 570 mostriciattoli in più sul pokédex, infinite ore giocate alle spalle, ma la stessa passione per i Pokémon ancora intatta. 

Mi risulta difficile non diventare nostalgico quando si parla di Pokémon e probabilmente lo stesso vale per milioni di altri giocatori in giro per il globo, i quali condividono i miei stessi sentimenti e sono super eccitati nel vedere cosa ci riserverà questo 2016 sul fronte delle novità per il ventennale della serie. Con Pokémon GO in sviluppo, un nuovo film dedicato a Volcanion in uscita nelle sale giapponesi, console a tema, la ridistribuzione di gran parte dei leggendari e chissà che altro, la carne al fuoco è già moltissima. Ma la più grossa novità a tema Pokémon di questo inizio 2016 è Pokémon Super Mystery Dungeon, il nuovo capitolo dello spin-off dungeon crawler della saga.


Inizia l'avventura

Premessa: sebbene io sia un grande appassionato della serie principale Pokémon e ci abbia macinato un imbarazzante numero di ore (e continuo a giocarci praticamente ogni giorno ndr.), prima di Pokémon Super Mystery Dungeon non avevo mai provato un capitolo di questa saga spin-off. Il genere dei dungeon crawler – comunque - non mi è nuovo, anzi, però non avevo bene idea di cosa aspettarmi da un Pokémon realizzato in questo stile, principalmente perché si tratta di un genere notoriamente complesso ed il target di riferimento dovrebbe essere, almeno sulla carta, quello dei più giovani. Quest'introduzione giusto per dirvi che se quello che state cercando è un confronto con gli episodi precedenti non lo troverete, ma se state pensando di avvicinarvi alla serie per la prima volta e come me non avete mai provato un Mistery Dungeon prima, probabilmente qui troverete le risposte a molte delle vostre domande... e allora, iniziamo!


Una giornata turbolenta a Borgo Quieto

Pokémon Super Mistery Dungeon si apre con l'arrivo di una richiesta d'aiuto sul vostro Nintendo 3DS. Per un fatto inspiegabile la vostra console diventa un portale di collegamento tra il mondo degli umani e quello dei Pokémon e voi ne venite risucchiati. Durante il viaggio psichedelico che ne consegue, vi sarà chiesto di rispondere ad una serie di domande che serviranno ad inquadrarvi a livello caratteriale; domande che permetteranno al gioco di “trasformarvi” in un determinato Pokémon scelto tra tutti gli starter delle sei generazioni, più Pikachu e Riolu (se comunque non doveste essere soddisfatti di chi seleziona il gioco, potrete cambiare a vostro piacimento).

Una volta arrivati nel mondo dei Pokémon, noterete subito che qualcosa non quadra, infatti un filmato vi farà vedere Deoxys nello spazio che osserva Rayquaza abbandonare la stratosfera dove è solito vivere. L'attenzione si sposterà poi sulla terra, ma appena aperti gli occhi vi ritroverete inseguiti da alcune sentinelle decisamente poco amichevoli, però in vostro aiuto arriverà un Nuzleaf, il quale si prenderà la briga di salvarvi ed ospitarvi nella sua casa a Borgo Quieto, una stupenda cittadina abitata dai Pokémon ed immersa nella natura.


Partenza a rilento

 A Borgo Quieto avrà effettivamente inizio il gioco vero e proprio. Quello che dovrete fare, sostanzialmente, sarà avanzare nell'avventura risolvendo le diverse quest che vi verranno assegnate di volta in volta.

Sebbene la storia del gioco sia molto carina e divertente da seguire, il fulcro dell'esperienza è il gameplay ed in questo caso ci troviamo davanti ad un dungeon crawler nudo e crudo. Se non avete idea di come funziona il genere, è facile da spiegare: sostanzialmente – come il nome lascia intendere – quello che si deve fare e controllare uno o più Pokémon all'interno di dungeon generati casualmente, muovendosi di piano in piano come se ci si trovasse su di una griglia a scacchiera. Ogni movimento vostro coinciderà con un movimento dei nemici che affollano il piano, stessa cosa per qualsiasi azione come l'utilizzo di uno strumento o un attacco, che richiederà sempre un turno. La struttura di gioco è per natura estremamente ripetitiva e non adatta a tutti gli stomaci, soprattutto perché il titolo è veramente ricco di meccaniche più o meno complesse e non è avido d'informazioni, anzi, quindi ogni aspetto finirà per esservi spiegato con un dungeon dedicato, portando la durata del tutorial al limite del sopportabile. Un “male” necessario, però, perché se certe cose possono essere scontate per un esperto, i neofiti che si approcciano al genere hanno bisogno di pratica per capire determinate meccaniche complesse.


Si entra nel GIP

Il gioco vero e proprio si può dire che inizia una volta entrati a far parte del GIP (Gruppo Investigativo Pokémon) ed è allora che il divertimento ingrana sul serio. Grazie ad uno strumento che ci sarà regalato, l'Intersfera, avremo modo di stringere una rete di rapporti sempre più fitta con i Pokémon ed i loro conoscenti, così da poter ricevere le loro richieste d'aiuto ed andare a dargli una mano risolvendo dungeon sempre più complessi. 

Il fulcro del titolo, ovviamente, sono sempre loro: i dungeon. A rendere il gameplay tanto interessante, però, è la vastità di opzioni concesse al giocatore, possibili soprattutto grazie al gigantesco universo creato negli anni dalla serie di Pokémon, che conta all'attivo ben 721 mostriciattoli (vabbè, ufficialmente Volcanion dovrebbe ancora essere distribuito ndr.). In Pokémon Super Mystery Dungeon ci sono tutte le mosse, i Pokémon, le evoluzioni e megaevoluzioni e le forze, debolezze e alterazioni di stato tanto care ai fans della saga e già questo sarebbe sufficiente a creare un universo enorme, ma a rendere il tutto ancora più interessante ci sono i dungeon generati casualmente ed i tantissimi nuovi strumenti introdotti, oltre alle strategie di squadra e gli attacchi in sincronia.

All'interno dei dungeon vi incamminerete, tranne all'inizio, sempre in team di 3 o più Pokémon e quando inizierete ad avere un buon numero di membri selezionabili, la rosa di possibilità diventerà grandissima. Selezionare un team adeguato alla missione sarà fondamentale, infatti la curva di difficoltà del titolo sarà si graduale, ma per nulla permissiva se non si impara presto come muoversi. Ogni Pokémon costituisce un membro del gruppo completamente diverso da un altro e non solo nell'aspetto; ogni mostriciattolo avrà dalla sua mosse, abilità e caratteristiche univoche e da tenere in contro per sfruttarlo al meglio. Adesso moltiplicate queste possibilità per 720 e dovreste avere una vaga idea di quanto variegato possa essere il gameplay di Pokémon Super Mystery Dungeon.


Che noia, che barba, che barba, che noia

Un gameplay variegato, certo, ma che potrebbe essere croce e delizia di chi si avvicina per la prima volta al genere. Se siete tra i giocatori che sanno già a cosa vanno incontro e conoscono i ritmi di gioco di un dungeon crawler, allora non avrete che sorprese positive da Pokémon Super Mystery Dungeon. Se, al contrario, non sapete bene a cosa vi state approcciando, rischiate di rimanere irrimediabilmente scottati, perché l'avanzamento per forza di cose lento e ragionato, la ripetitività delle operazioni da svolgere al limite del tedioso (sembra un controsenso da affiancare al “gameplay variegato” citato sopra, ma non lo è, infatti la varietà sta nelle infinite possibilità di approccio agli scontri, ma il gioco si ripete sempre identico di dungeon in dungeon) e la poca intuitività di parecchie “sotto-meccaniche” potrebbero essere scoraggianti.

Un plauso speciale, in ogni caso, va fatto all'aspetto grafico del titolo, il quale presenta modelli dei Pokémon davvero magnifici ed ambientazioni stupende, il che - unito al solito comparto sonoro di prima scelta - aiuta ad immergersi nell'atmosfera di gioco e a non annoiarsi.


Gotta catch 'em all... again!

Pokémon Super Mystery Dungeon mi ha stupito principalmente per due motivi: primo, perché è un dungeon crawler a tutti gli effetti e secondo perché non fa neppure molto per indorare la pillola. Inutile negare che, nel 2016, certi generi videoludici abbiano meno mercato di altri, ma la scelta di Spike Chunsoft di non semplificare il gameplay per renderlo fruibile da più persone, ma anzi, tenere vivo l'interesse con tantissime meccaniche e situazioni differenti è assolutamente degna di lode. 

Pokémon Super Mystery Dungeon è uno spin-off riuscitissimo, straripante di contenuti, complesso e coraggioso e merita di essere premiato. L'unica avvertenza, dovrebbe essere oramai chiara dopo tutta la recensione, è quella di avvicinarcisi con la giusta mentalità ed una grande dose di pazienza, perché il gameplay a prima vista potrebbe apparire molto più squadrato e monotono di quanto non sia davvero, a patto di prendersi il giusto tempo per assimilarlo.

PRO:- Tantissimi contenuti
- Graficamente notevole
- Gameplay ricco di sfaccettature...
CONTRO:- ... ma per forza di cose molto ripetitivo
- Tutorial interminabile
Pokémon Rubino Omega - Zaffiro Alphail remake migliorato e potenziato di uno dei migliori episodi della saga, imperdibile.
The Denpa Men 3: The rise of DigitollUn GDR nudo e crudo, senza fronzoli. Una fantastica esperienza hardcore.
VOTO FINALE8
SCHEDAGIOCO
Cover Pokémon Super Mystery Dungeon

Pokémon Super Mystery Dungeon

Scheda completa...
Pokémon Super Mystery Dungeon2016-02-08 15:00:00http://www.vgnetwork.it/recensioni-nintendo-3ds/pokemon-super-mystery-dungeon-52494/Il labirinto del Flareon1020525VGNetwork.it