Super Mario 3D Land

La principessa è stata rapita! Finalmente si ritorna a saltellare nel magico regno dei funghi.Scritto da Federico"Kikorin"Giacobinoil 01 Dicembre 2011
Super Mario 3D Land Recensione

Super Mario è stato ed è tutt'ora uno dei fenomeni videoludici più importanti e conosciuti di sempre. Non esiste persona su questo pianeta, sia essa anziana e saggia o giovane ed inesperta, che non abbia mai sentito parlare dell'italico figuro creato qualche decennio fa da Nintendo.L'idraulico baffuto non ha fatto tutta questa strada per caso, infatti è gran parte merito suo se al giorno d'oggi esistono i platform per come li conosciamo.Apparso per la prima volta come antagonista di Donkey Kong (e conosciuto come Jumpman) nel 1981, da qual giorno di cose ne sono successe, ma quello che è rimasto è lo spirito e l'impostazione della saga.Nonostante i numerosissimi spin-off che hanno visto coinvolto Mario e combriccola, Nintendo non ha mai smesso di puntare sui capitoli principali ed ogni console N, fissa o portatile che fosse, ha potuto contare su almeno un episodio "portante" della serie.


La saga infinita

Quello che permette a Super Mario di continuare ad esserci sempre e comunque è legato al fatto che, sostanzialmente, il gioco non ha una trama. Quasi come si stesse guardando un episodio in TV di qualche classico come Willy il coyote e Beep Beep, ogni volta che si mettono le trepidanti mani su di un nuovo episodio di Mario, già si sa che la principessa Peach è stata rapita da Bowser ed a noi spetta il compito di riportarla al castello sana e rigorosamente illibata (in attesa del prossimo rapimento).Sebbene ci siano stati alcuni casi di leggere variazioni sul tema (Sunshine o Galaxy), fondamentalmente quello che non cambia è il fatto che tra noi ed il nostro "traguardo" si contrappongono una lunga ed intricata serie di livelli capaci di mettere a dura prova le doti atletiche dell'idraulico tarchiato.L'unica cosa che davvero differenzia un episodio di Super Mario da un altro è la console su cui gira ed è da Mario 64 in poi che, dapprima per esigenze di hardware e poi per semplice scelta, i capitoli per console portatile sono in 2D e quelli per console casalinghe in 3D.


Il primo Mario 3D che si gioca come uno 2D

La frase che da il nome al paragrafo non è una semplice licenza poetica od il frutto di qualche svarione serale, ma piuttosto lo "slogan" che ha accompagnato tutto il periodo di sviluppo di Super Mario 3D land.A pronunciarla per primo è stato proprio il "papà" di Mario, Shigeru Myamoto, il quale ha usato questa definizione per descrivere quello che sarebbe stato il suo nuovo progetto. Ovviamente i videogiocatori di tutto il mondo sono letteralmente impazziti di fronte a questo, arrovellandosi e chiedendosi che cosa aveva in serbo per loro il "maestro".Dopo tanto penare e tanta attesa, finalmente, le risposte a tutti i dubbi ed i quesiti le abbiamo davanti agli occhi, racchiuse in una cartuccia per 3DS dal sapore magico. Vediamo di che si tratta.La prima cosa che salta all'occhio appena avviato Super Mario 3D land è l'impostazione piacevolmente retró del menù. Qualsiasi giocatore di vecchia data si troverà subito a casa vedendo sullo schermo di sotto una mappa dei vari mondi e livelli, selezionabili guidando un Mario decisamente "old school". Allo stesso tempo, nello schermo superiore, si può vedere un'anteprima del mondo che ci accingiamo ad affrontare riprodotto con la grafica moderna.Una volta iniziato il gioco vero e proprio, le parole usate da Miyamoto per descrivere il suo titolo iniziano ad acquistare un senso ed è chiaro quello che intendeva dire. Siamo davvero di fronte ad un Mario 3D che si gioca come uno 2D!Il mix è così composto: l'italico idraulico si muove a 360 gradi in livelli totalmente 3D e le mosse sono quelle classiche della serie, cioè il salto, la schiacciata a terra, il salto da chinato ed il salto a muro. Come avrete già notato manca una delle azioni caratteristiche dei capitoli in tre dimensioni, l'attacco corpo a corpo. Il fatto che non ci sia, però, non è per nulla strano, infatti come nei vecchi capitoli in 2D, l'unico modo per eliminare i nemici consiste nel saltargli in testa e schiacciarli.

Questo non è comunque l'unico aspetto che differenzia Super Mario 3D Land da un qualsiasi altro episodio casalingo ed altri richiami ai Mario a visuale a scorrimento derivano dal fatto che ogni livello è composto da un punto d'inizio ed un punto d'arrivo, contrassegnato dalla classica bandiera da issare. Oltre a questo, in alto a destra è sempre ben visibile il tempo, che scandisce inesorabilmente lo scorrere dei secondi a disposizione. Infine ritorna il Mario "mutante", cioè non è presente nessuna barra dell'energia, ma invece la "morte" sopraggiunge in seguito ad un solo contatto con un nemico. Ovviamente, a questo punto, non potevano mancare all'appello i funghetti in grado di far crescere il nostro alter ego, oltre ad altri strumenti vari, inediti o classici, che elencheremo qui di seguito.


Tra vecchio e nuovo

Come vi abbiamo anticipato, sparsi per i livelli, è possibile incorrere in diversi bonus che semplificano la vita del giocatore.Oltre ai funghi rossi, che ci danno la possibilità di subire un colpo e non soccombere, compaiono diverse tute utili a donare nuove abilità al personaggio.La prima è quella che avvolge Mario dopo che ha raccolto un fiore. Come da tradizione, se indossata, permette all'idraulico di sparare dalle proprie mani palle di fuoco rimbalzanti e letali per gran parte degli avversari.C'è poi una vecchia conoscenza che farà gola a gran parte dei videogiocatori di vecchia data ed è la Tanooki suit (la famosa tuta da procione), sbloccabile in seguito al raccoglimento di una foglia bonus ed in grado di donare al nostro alter-ego la capacità di librarsi nell'aria. Al contrario di quanto accadeva nei capitoli 2D, la tuta non offre il potere di volare, ma piuttosto permette di planare e superare con facilità tratti di livello altrimenti complessi, oltre al fornire la possibilità di portare un attacco rotante sfruttando la coda.A questi due classici vanno poi ad affiancarsi alcune novità che sono: il fiore-boomerang e un cubo ad elica.Il primo, se utilizzato, vi fa assumere le sembianze di un koopa blu e vi regala gli stessi poteri, cioè la capacità di lanciare letali boomerang. La differenza con il lancio delle sfere infuocate risiede nel fatto che i boomerang sono utilizzabili per raccogliere le varie monete in tutta sicurezza, anche se poste nei punti più impensabili.Infine a volte ci troveremo ad indossare in casco a forma di cubo, sovrastato da un'elica. Come la struttura suggerirebbe, questo gingillo è utilizzato per sollevare Mario in cielo e farlo planare dolcemente al suolo.Ci sono poi altri bonus lungo il percorso, come per esempio le immancabili stelle che donano l'invincibilità momentanea oppure i funghetti verdi 1-up. E per non rovinarvi la sorpresa ci fermiamo qua, ma sappiate che non è tutto.


"Il 3D è inutile!"

Arriviamo ora a parlare dei livelli. In un platform, si sa, tra le cose più importanti al fine di garantirne il successo c'è il level design, senza esso non si va da nessuna parte. Ebbene, in Super Mario 3D land possiamo assistere ad una delle più alte vette mai sfiorate sotto questo punto di vista, sia parlando della serie Mario, sia parlando "in generale".Gli sviluppatori hanno davvero potuto sbizzarrirsi e quindi potete aspettarvi veramente di tutto. Ogni livello è totalmente differente dal precedente e non solo per quanto riguarda l'ambientazione, ma anche a livello di trovate e metodi per superarlo. Per essere più chiari, non vi capiterà mai di avere la sensazione di star facendo più volte le stesse azioni e questo perché, sebbene ovviamente il punto focale del titolo siano i salti, i "diversivi" sono tantissimi e tutti divertenti e stimolanti. Tra essi figurano piattaforme mobili, rimbalzanti, soggette alla fisica ed agli spostamenti del giocatore, corde, sezioni in volo e molto altro. Ogni elemento è amalgamato perfettamente ed a rendere un piacere il tutto si aggiungono i controlli, davvero perfetti grazie all'analogico del 3DS che non perde un colpo. A proposito di questo è incredibile come, dopo pochi istanti di gioco, già si abbia la sensazione di poter eseguire qualsiasi acrobazia, sentendo che tutto è in mano nostra e non lasciato al caso.

Un dubbio che attanagliò molti, durante le fasi di sviluppo, riguardò il rischio che il titolo fosse orientato perlopiù ai neofiti della serie, rappresentando quindi una sfida troppo flebile per i veterani.Oggi questo dubbio non c'è più e possiamo affermare con certezza che Super Mario 3D land è "per tutti".Che vuol dire? Come da tradizione, arrivare a sconfiggere Bowser e liberare Peach non è una sfida impossibile e tirando dritto, facendo solo l'essenziale per arrivare alla bandiera, il gioco scorre via piacevolmente e senza troppi intoppi, se non nei livelli finali. Eppure questa non è che una piccola parte di tutto quello offerto.Una volta terminato, infatti, è possibile rifare ogni livello per cercare di ottenere le 3 monete d'oro in tutti, ed è qua che la sfida cresce notevolmente, rivelando una complessità degli ambienti che a prima vista rimane invece celata. A questo si aggiunge la sfida dell'issare ogni bandiera al massimo dell'altezza, ma sopratutto, senza togliervi il piacere della scoperta, sappiate che il "vero" gioco, per giocatori esperti e navigati, inizia una volta terminati i titoli di coda.Giungiamo ora alla vera novità di questo capitolo di Mario, la questione 3D stereoscopico. Se fino al giorno d'oggi il 3D era stato usato come semplice "abbellimento", in alcuni casi anche incredibilmente d'effetto come per esempio in Starfox 64 3D o Zelda: Ocarina of time 3D, in Super Mario 3D land esso è parte integrante del gameplay.Partendo dal fatto che un effetto stereoscopico migliore non si è mai visto su Nintendo 3DS, gli sviluppatori hanno fatto una lavoro davvero magistrale nel design degli ambienti e nel posizionamento delle telecamere, il tutto al fine di rendere l'esperienza innovativa e sbalorditiva per il giocatore.La particolarità che rende praticamente indispensabile l'utilizzo del 3D (regolabile in modo che "fuoriesca" o "rientri" nello schermo) è legata alle telecamere. Raramente la struttura di un livello pone la visuale lateralmente come è sempre successo nei platform 2D, ma invece la posiziona ogni volta in maniera differente, creando dei giochi ottici e delle prospettive che senza 3D risulterebbero semplicemente "piatte", rendendo impossibile il capire le distanze tra una cosa ed un'altra. I livelli si sviluppano poi non solo in lunghezza, ma anche in altezza ed in "obliquo" e nelle fasi aeree, magari immersi in un cielo azzurro, si rende indispensabile capire lo spazio che intercorre tra Mario ed un goomba volante o qualche piattaforma ed il problema dello sbagliare non si pone grazie alla stereoscopia.


Il ridente regno dei funghi

Graficamente Super Mario 3D land è pazzesco. I modelli poligonali del protagonista e dei nemici sono incredibilmente tondeggianti e dettagliati. Le animazioni ed in generale la fluidità lasciano di stucco il giocatore ed i vari livelli sono ricchi di particolari stuzzicanti, come per esempio fiori e uccelli che prendono il volo quando ci avviciniamo.Quello che davvero stupisce è però la brillantezza dei colori e la nitidezza generale, che unita ad un lavoro maniacale di design e mixaggio di elementi vecchi e nuovi, lascia spesso senza parole.Il 3D, come già annunciato, serve ai fini del gameplay, ma anche a livello di trucchi visivi non lascia certo delusi. Molto spesso l'impostazione di trappole e nemici fa si che il tutto diventi suggestivo per lo spettatore, facendo sembrare che molte cose fuoriescano dallo schermo, inoltre ogni ambiente è ricco di luci e particelle volanti che avvolgono piacevolmente ogni cosa e danno l'impressione di trovarsi all'interno di una fiaba.A livello sonoro il titolo è messo molto bene. Le colonne sonore e gli effetti sono perlopiù i classici della serie, ma rimasterizzati e remixati per l'occasione. Alle "vecchie glorie" si aggiungono poi nuovi brani inediti e piacevoli e la musica alcune volte arriva ad essere addirittura parte integrante del gameplay.


Il miglior Mario di sempre?

Ad una domanda simile è difficile dare una risposta, in quanto questo capitolo di Mario, grazie alle caratteristiche del 3DS, è assolutamente inedito ed unico, impossibile da mettere in relazione con gli altri.Quello che è certo è che il gioco diverte e stuzzica continuamente il giocatore con trovate e situazioni fuori dagli schemi canonici dei platform, il tutto con una fluidità incredibile ed un design dei livelli da oscar.Chiunque possieda un 3DS, è in dovere di correre in negozio e procurarsene una copia per provare un'esperienza di Mario classica nello stile, ma inedita nel gameplay. Se invece ancora non possedete la portatile di casa Nintendo, be, quale migliore occasione per procurarsene una?Se siete amanti dei platform, amerete certamente questo Super Mario 3D land.

COMMENTO
Federico"Kikorin"Giacobino

Sono da sempre un amante dei platform e della serie di Mario in particolare, quindi ho seguito con interesse lo sviluppo del gioco. Ammetto che inizialmente avessi dei dubbi sul titolo, credendolo magari troppo facile o troppo lento, invece dopo neppure un minuto di gioco ogni incertezza è scomparsa ed ha lasciato spazio al puro e semplice divertimento come non accadeva da tempo.

GRAFICA:9.5Su 3DS non si è mai visto di meglio e sembra quasi che si stia giocando su un'altra console se lo si confronta coi "colleghi". Un lavoro sublime.
SONORO:9.5Tutti i classici della serie remixati per l'occasione, più nuove aggiunte. In alcuni casi la musica si integra col gameplay.
GIOCABILITà:10Dopo pochi minuti già ci si muove con estrema facilità. Il level design è veramente stimolante ed ogni livello, anche se a prima vista pare lineare, è invece ricco di segreti e strade secondarie.
LONGEVITà:9Arrivare ai titoli di coda non richiede moltissimo tempo, ma il vero gioco inizia dopo. Oltretutto cercare di prendere tutto in ogni livello occupa parecchio tempo.
VOTO FINALE9.5
PRO:- Level design sublime
- Il 3D si integra nel gameplay
- Graficamente stupendo
CONTRO:- Qualche livello meno ispirato
Super Mario Galaxy 2Da molti considerata la migliore avventura di Mario degli ultimi anni. Tanto stile da vendere ed un game design assolutamente perfetto.
Super Mario 64 DSE' il predecessore spirituale di Super Mario 3D Land. Si tratta dell'ultima avventura in 3D di Mario apparsa su una console portatile Nintendo.
SCHEDAGIOCO
Cover Super Mario 3D Land

Super Mario 3D Land

  • Anno:
  • Genere: Piattaforma
  • Autore:
  • Regia:
  • Musiche:
  • Studi coinvolti:
  • Tipologia:
  • Disponibilità:
  • Durata:
  • Genere: Piattaforma
  • Autore:
  • Disegnatore:
  • Casa editrice:
  • Editore italiano:
  • Tipologia pubblicazione:
  • Volumi:
  • Produttore:
  • Distributore:
  • Interpreti:
  • Anno:
  • Genere:
  • Regia:
  • Durata:
Scheda completa...