Super Smash Bros. for Nintendo 3DS

Nintendo porta la sua serie di picchiaduro su Nintendo 3DS
Scritto da il 26 settembre 2014
Super Smash Bros. for Nintendo 3DS Recensione

Dopo anni ed anni di attesa finalmente ci siamo: la prima versione portatile della famosa serie Nintendo Super Smash Bros. sta finalmente per essere pubblicata in tutto il mondo su 3DS. Come mai tanta attesa? Beh è semplice: le dinamiche frenetiche e mordi e fuggi di questo picchiaduro sono sempre sembrate perfette per essere giocate “on the go”, ed in effetti l’unica barriera che aveva impedito fino ad oggi all’azienda giapponese di compiere il grande passo era rappresentata principalmente alla poca potenza delle sue console. Se ci si ferma un secondo a riflettere però presto ci si accorgerà di un importante fatto: sarà davvero adatta una console portatile a questo genere di picchiaduro? Lo schermo sarà sufficientemente grande per fornire un’adeguata visuale dell’arena? Ma soprattutto il sistema di controllo riuscirà ad essere reattivo e comodo come con un pad alla mano?

Nelle ultime settimane noi di VGNetwork abbiamo avuto modo di testare approfonditamente il gioco così da poter rispondere a queste e a tante altre domande che di sicuro, durante gli scorsi mesi, più di qualcuno di voi lettori si sarà chiesto.


Modalità per tutti i gusti

Ciò che stupisce fin da subito di quest’edizione portatile di Super Smash Bros. è sicuramente il gran numero di modalità messe a disposizione del giocatore. Nintendo non si è di certo risparmiata tanto che se ne possono contare un numero davvero elevato, sia per il singleplayer che per il multiplayer, in grado di soddisfare anche i palati più esigenti. Andiamo però con ordine: la prima con cui verremo a contatto è Mischia, nella quale sarà possibile intraprendere classiche sfide contro la CPU o altri giocatori in carne ed ossa, scegliendo oltretutto tra un vasto assortimento di opzioni per personalizzare il match.

Dopodiché abbiamo Avventura Smash nella quale quattro personaggi devono esplorare un’ambientazione raccogliendo potenziamenti per poi affrontarsi in uno scontro finale; anche in questo caso ci è data la possibilità di giocare la modalità sia singolarmente contro la CPU e sia in compagia di altri tre amici.

In Giochi ed Altro sono invece racchiuse la Modalità Classica, nella quale affronteremo in sequenza sfide di vario tipo, la Modalità All-Star, in cui affronteremo i numerosi personaggi presenti nel gioco in varie tappe della storia dei videogiochi, ed infine Stadio, che è una vera e propria raccolta di minigiochi a tema Super Smash Bros. Un plauso a Nintendo, che è riuscita ad infilare all’interno della cartuccia del gioco una gran quantità di contenuti in grado di regalare una grandissima quantità di ore di gioco.


Formula più che collaudata

Dopo aver sviscerato come si deve le modalità di gioco disponibili è ora giunto il momento di esplorare il cuore vero e proprio del gioco: il gameplay. Per chi non lo sapesse Super Smash Bros. è un picchiaduro ad incontri su arene, nel quale i vari personaggi si affrontano con lo scopo di lanciarsi reciprocamente fuori dallo schermo. Più è alto l’indicatore dei danni subiti e più sarà facile essere espulsi, inoltre per velocizzare il tutto verranno in aiuto anche numerosi oggetti e personaggi di supporto provenienti dai vari videogiochi Nintendo, che compariranno negli stage casualmente ogni tot secondi. Le mosse a disposizione di ogni personaggio sono poi divise in due categorie, attacchi standard ed attacchi speciali, ed a seconda delle varie combinazioni direzionali sarà possibile eseguire attacchi potenti ed attacchi smash. Al tasto R è attribuito lo scudo e la schivata, mentre al tasto L la presa, infine rompendo una sfera smash e premendo il tasto B sarà possibile scatenare un attacco Smash finale dalla potenza devastante, che il più delle volte scaraventerà l’avversario fiori dallo schermo di gioco.

Tutti i veterani della serie troveranno lo stesso classico gameplay che si era apprezzato in Super Smash Brow. Brawl, con l’unica differenza che ora la fluidità e velocità degli scontri è tornata ai fasti raggiunti da Melee: mica male considerando che si tratta di un Nintendo 3DS! Notevole inoltre la CPU, che già ai livelli di difficoltà intermedi vi darà non poco filo da torcere.


In nome della personalizzazione

Tra le novità più interessanti introdotte in questo nuovo capitolo c’è senza ombra di dubbio la possibilità di personalizzare i lottatori. Durante le modalità single player potremo infatti ottenere delle ricompense che consistono in equipaggiamento da montare su uno dei tanti personaggi disponibili nel gioco, Mii compresi, che andranno a modificare non l’aspetto esteriore quanto piuttosto le statistiche di attacco, difesa e velocità. Oltre a ciò potremo anche scegliere quali mosse speciali utilizzare in battaglia in modo da aumentare ulteriormente la personalizzazione e creare così combinazioni uniche. Infine prima di ogni scontro, sia singleplayer che multiplayer, ci verrà data l’opzione di attivare o meno queste modifiche così da non obblicare il giocatore qual’ora non abbia intenzione di usufruire di questa nuova feature. 


Gli svantaggi di una portatile

Veniamo però ora al tasto dolente di questa edizione: l’essere su console portatile. Inutile nasconderlo, Nintendo 3DS non è la macchina più ergonomica in commercio ed anche Super Smash Bros. ne risente di tale fattore. Innanzitutto l’analogico di cui è dotato l’apparecchio spesso risulta essere non sufficientemente preciso ed immediato da utilizzare, causando alcuni errori nell’esecuzione delle mosse davvero fastidiosi, inoltre dopo intense sessioni di gioco si inizierà inevitabilmente ad accusare la stanchezza delle mani data dalla forma squadrata del design e dal peso effettivo dei componenti. Come se non bastasse abbiamo che gli schermi del modello classico di Nintendo 3DS e 2DS sono talvolta troppo piccoli per riuscire a visualizzare correttamente la partita in corso, richiedendo al giocatore di sforzare la vista più del necessario per capire dove si trova il proprio personaggio. Quest’ultimo problema fortunatamente non sussiste nell’edizione XL, ma risulta essere comunque un malus non da poco per tutti gli early adopters (e non solo) della portatile. 


Tecnica impeccabile

Nintendo è nota per offrire sulle sue console il miglior compromesso tra comparto grafico e gameplay, in modo da rendere l’esperienza il più piacevole e divertente possibile. Se tralasciamo per un istante i difetti sopra elencati ci si accorge come anche questo Super Smash Bros. rispetti in pieno tale filosofia: il gioco infatti, pur non essendo tra i più spettacolari realizzati per Nintendo 3DS, offre una resa visiva di tutto rispetto, fatta di modelli poligonali ben realizzati ed animati, arene sufficientemente grandi e soprattutto texture di buona fattura. Come se non bastasse il tutto gira ad una fluidità davvero invidiabile anche nelle situazioni più affollate e la situazione rimane tale anche quando si utilizza il 3D stereoscopico. Complimenti quindi al team di sviluppo, che dal punto di vista tecnico è riuscito ad offrire un’esperienza al pari delle versioni casalinghe senza scendere quindi a compromessi che ne limitassero il gameplay o ne abbruttissero l’estetica. Piacevole infine la componente audio, fatta di brani provenienti dai più famosi videogiochi Nintendo e non solo, in grado di accompagnare i vari match senza risultare fastidiosi o invadenti.


Multiplayer innanzitutto

Da un picchiaduro quale è Super Smash Bros. è naturale attendersi una gran quantità di modalità multiplayer da cui attingere. Come abbiamo accennato già in precedenza dal punto di vista del multiplayer locale il lavoro svolto da Nintendo è stato più che encomiabile ed offre di fatto agli utenti una vasta gamma di opzioni anche molto differenti tra loro. Ma dell’online che si può dire? Beh questo è strutturato in maniera molto più semplice e consente quattro tipologie di interazioni: match con amici, match globale non classificato, match globale classificato e modalità spettatore. Andiamo però a scoprire più nel dettaglio cosa ognuna ha da offrire:

  • Match con amici: ci darà la possibilità di scontrarci con utenti che compaiono nella nostra lista amici e ci sarà permesso di scegliere tra una vasta gamma di opzioni
  • Match globale non classificato: gli incontri disputati in questa modalità non andranno ad influire sulle nostre statistiche, sarà possibile utilizzare oggetti e si potrà unicamente scegliere se disputare le partite a squadre o meno
  • Match globale classificato: gli incondri disputati andranno ad influire le statistiche del nostro account e si potrà scegliere se affrontare match mischia, match 1 VS 1 o a squadre. 
  • Modalità spettatore: qui si potranno osservare incontri effettuati da altri utenti e scommettere gettoni sulla vittoria di uno dei vari personaggi. 

Al momento non abbiamo potuto purtroppo testare la bontà del servizio online al 100% in quanto gli utenti con cui abbiamo giocato provenivano tutti o quasi dal Giappone, quindi il lag era presente e praticamente inevitabile. 


Smash si o Smash no?

Quest’edizione di Super Smash Bros. per Nintendo 3DS è un piccolo miracolo tecnico: gli sviluppatori sono stati in grado di infilare nella cartuccia della console una quantità esagerata di personaggi, stage, trofei e modalità di gioco che soddisferanno anche i più esigenti. Il tutto è confezionato con un comparto grafico davvero niente male, che è riuscito a trovare il giusto compromesso tra spettacolarità e fluidità dell’azione. Gli unici elementi che ci hanno fatto storcere il naso riguardano un problema intrinseco di 3DS ovvero la sua ergonomicità e reattività nei controlli, che talvolta minano l’esperienza di gioco soprattutto ai livelli più alti di difficoltà. Un difetto sicuramente da tenere in considerazione, anche se non ci sentiamo di penalizzare eccessivamente il prodotto a causa di ciò: i contenuti ci sono tutti, il gameplay funziona bene ed il divertimento è pressoché assicurato.

COMMENTO

Sono un fan della serie Super Smash Bros. fin dal primo episodio apparso su Nintendo 64. Negli anni ho avuto modo di giocare a tutti i capitoli pubblicati ed ho accumulato un quantitativo di ore davvero elevato, soprattutto nella componente multiplayer locale a più giocatori. Avere modo quindi di portare con me ovunque vada una copia di questo picchiaduro è stata un’idea che mi ha stuzzicato fin dal primo momento in cui è stato fatto l’annuncio. Constatare poi con mano che il titolo funziona e diverte mi ha reso davvero felice, peccato che i controlli non riescano ad essere reattivi ed immediati tanto quanto su console fissa.

GRAFICA:9Buona riproduzione di personaggi ed ambientazioni. Fluidità ottima.
SONORO:9Brani provenienti da numerosi videogiochi Nintendo e non solo.
GIOCABILITà:8.5Gameplay collaudato e ben riuscito, peccato per i controlli a volte ostici.
LONGEVITà:9Per sbloccare stage, personaggi e trofei ci impiegherete un buon numero di ore. Per il resto c’è l’online.
VOTO FINALE9
PRO:- Tanti contenuti
- Grafica ben realizzata
- Online che da assuefazione
CONTRO:- Problemi di ergonomicità
- A volte l’immagine a schermo è troppo piccola
PlayStation All-Stars Battle Royale ( PS Vita )La versione made in Sony di Super Smash Bros., non un titolo privo di difetti ma comunque divertente.
Ultra Street Fighter IV ( PS3 )Uno tra i migliori picchiaduro ad incontri della generazione, da non perdere!
SCHEDAGIOCO
Cover Super Smash Bros. for 3DS

Super Smash Bros. for 3DS

Scheda completa...
Super Smash Bros. for Nintendo 3DS2014-09-26 10:19:00http://www.vgnetwork.it/recensioni-nintendo-3ds/super-smash-bros-for-nintendo-3ds-47220/Nintendo porta la sua serie di picchiaduro su Nintendo 3DS1020525VGNetwork.it