Super Street Fighter IV 3D Edition

Una delle saghe di picchiaduro più apprezzate di sempre arriva su 3DS
Scritto da Mail@ FedeGiacoil 26 luglio 2011
Super Street Fighter IV 3D Edition Recensione

Street Fighter, come molti sapranno, è probabilmente una delle più longeve serie videoludiche che siano mai state concepite. Approdato inizialmente in sala giochi, visto l'incredibile successo riscosso, ha ben presto avuto diverse trasposizioni su console casalinghe e portatili. Ad oggi sono innumerevoli gli episodi di questo fortissimo brand, che sembra destinato ad avere ancora lunga vita grazie all'insaziabile fame degli amanti dei picchiaduro più tecnici.

Il capitolo che andremo ad analizzare ha però una particolarità, questo è il primo Street Fighter in 3D mai sviluppato. E se i più disattenti staranno già gridando allo scandalo pensando ad un oltraggioso cambio di rotta della saga dai solidi lidi del 2D ai ben più “volubili” del gameplay in tre dimensioni, beh, questi possono anche stare tranquilli, infatti ancora un volta gli scontri si svolgeranno sulle classiche 2 dimensioni, ma sullo schermo della nuova concole portatile di casa Nintendo, capace di riprodurre immagini, per l'appunto, 3D.


Nuova veste, nuovo gioco?

Ora è il momento di chiedersi: il gioco è stato ridimensionato e riadattato per poter essere godibile e sfruttare le peculiarità uniche del 3DS, oppure chi ha già familiarità con la saga potrà trovarsi subito a suo agio? La risposta è più complessa di quanto non sembri, infatti se da una parte l'ossatura del titolo si può dire che è rimasta invariata, dall'altra occorre segnalare che alcuni cambiamenti effettivamente ci sono stati rispetto alle versioni casalinghe. La prima cosa che salta all'occhio è la possibilità di giocare con due diversi tipi di comandi, quelli denominati LITE e quelli PRO. La differenza, come suggerisce il nome, sta nella complessità degli stessi. Come molti sapranno, Street Fighter è da sempre una saga molto ostica per chi ci si avvicina, tutt'altro che “noob oriented”, cioè poco aperta all'apprendimento rapido ed al divertimento immediato, come può essere invece un Tekken. Gli sviluppatori hanno così pensato di introdurre, grazie alla presenza del touch screen, una serie di mosse preimpostate che sarà possibile eseguire semplicemente premendo l'apposita icona, rendendo così semplice fare le Super e le Ultra, attacchi potentissimi, ma normalmente attivabili solo tramite la giusta pressione di lunghe combinazioni di pulsanti. Ovviamente però la modalità LITE è indicata a chi approccia per la prima volta la serie, per tutti gli altri sarà invece più indicato usare fin da subito la modalità PRO, che ha bisogno di poche presentazioni, essendo infatti la classica di tutti gli Street Fighter ed in generale di tutti i picchiaduro, cioè il controllo del personaggio e delle azioni sarà privo di semplificazioni ed affidato integralmente al giocatore. Detto questo, si può affermare che i tasti del 3DS, seppure meno comodi di un classico joystick, fanno comunque egregiamente il loro dovere senza rendere frustrante l'esperienza di gioco.

Arriviamo ora alla colonna portante di ogni videogame che si rispetti: il gameplay. Da questo punto di vista occorre dire che il lavoro svolto è eccellente come al solito, infatti il bilanciamento la fa da padrone, rendendo ogni scontro affidato solamente alla bravura del giocatore stesso e per nulla al caso...tradotto, pigiando i pulsanti in modo scomposto non si conclude nulla di buono e non si vince, ma occorre invece una discreta esperienza per riuscire ad avere le giuste soddisfazioni. Un appunto va fatto sul tempismo con cui devono essere eseguite le combo, reso leggermente più permissivo per far si che il tutto possa adattarsi al meglio alla croce direzionale delNintendo 3DS.

Passando invece alla componente multiplayer, anche qua le soddisfazioni non mancano. Capcom ha dotato questo episodio della saga di un solido supporto online, molto funzionale ed al momento della prova quasi del tutto privo di lag, a patto di selezionare tra i filtri della ricerca quello di trovare avversari il più vicino possibile a noi.

Ecco i pulsanti Hotkey nel touch-screen, questa volta in modalità Lite


Peculiarità uniche, grazie al 3DS

Se fino ad ora si è potuto sospettare che questo Super Street Fighter 4 3D altro non sia che un porting della versione per console maggiori, bè, è ora di rendere note quelle che sono le caratteristiche aggiunte da Capcom al suo gioiellino per renderlo unico ed appetibile anche a chi già ha giocato ai capitoli precedenti.

La prima modalità inedita di questa versione è il cosiddetto Versus 3D, un rifacimento del più classico scontro Versus, ma con visuale spostata lateralmente dietro al giocatore per poter godere appieno delle meraviglie del 3D. Altra aggiunta possibile grazie al 3DS è quella dei modellini, in pratica dei “trofei” che rappresentano i vari personaggi del roster e che sono selezionabili e personalizzabili per essere usati nello Street Pass, servizio proprietario ideato da Nintendo che permette di tenere la console chiusa con il gioco in standby e portarsela appresso. In caso poi si incontri qualcun altro che ha la console nelle stesse condizioni, automaticamente partirà uno scontro casuale tra i personaggi selezionati che fornirà un vincitore ed un vinto, scopribile una volta arrivati a casa e rimesso in funzione il 3DS. Infine tra le novità c'è ancora lo Spot Pass, altro servizio di Nintendo che permetterà di ricevere notifiche dalla Capcom stessa, le quali potrebbero contenere codici atti a sbloccare modellini inediti.


Uno Street Fighter rimpicciolito

Parlando dell'aspetto tecnico del gioco non si può che lodare l'eccellente lavoro svolto da Capcom, che dona a questo capitolo della saga un riscontro visivo di tutto rispetto. Il motore grafico utilizzato è infatti il medesimo delle console casalinghe, solo scalato e con i giusti compromessi per poter girare fluido sull'hardware del Nintendo 3DS. I modelli dei personaggi sono rimasti quasi invariati ed estremamente apprezzabili alla vista, lo stesso non si può però dire dei fondali, che sono invece stati si ripresi, ma resi del tutto statici e non propriamente ottimi quindi da vedere. C'è da dire che però col 3D attivo il senso di profondità “sposta” gli sfondi sulla distanza e ci si concentra maggiormente sul piano dello scontro tra i due personaggi, quindi il problema si affievolisce. Il gioco anche nelle situazioni più concitate mantiene sempre la fluidità, ancorata ai 30 fps se si gioca in 3D, ed a 60 fps se lo si disattiva. Qua la scelta è puramente a discrezione del giocatore, infatti le tre dimensioni danno come già detto una maggiore profondità al campo visivo e rendono i personaggi uno spettacolo da guardare in quanto sembrano davvero essere “palpabili”, ma qualcuno potrebbe mettere in primo piano la fluidità maggiore piuttosto che il gustoso artificio grafico che a conti fatti non aggiunge nulla al gameplay se non in spettacolarità.

Il sonoro è assolutamente ottimo sotto tutti i punti di vista ed anzi, veramente stupefacente se si tiene conto delle modeste casse della console (anche con gli auricolari i risultati sono fantastici).


Da comprare

Ebbene, eccoci giunti alla parte più spinosa di tutta la questione, questo Super Street Fighter IV 3D Edition è un acquisto obbligato per ogni possessore di 3DS, o può anche passare inosservato? Il nostro consiglio è quello di tenere ampiamente da conto questo titolo, essendo stato infatti l'unica vera e propria perla della line-up del dayone del 3DS ed ad oggi uno dei tre giochi maggiormente meritevoli tra tutti quelli presenti (gli altri due sono Zelda Ocarina of Time e Dead or Alive Dimensions). Ovviamente bisogna partire con l'idea che l'immediatezza non è sicuramente il punto cardine del gioco e quindi occorre passarci parecchio tempo prima di risultare almeno minimemente competitivi, a patto di non avere già esperienza negli episodi per console maggiori.

COMMENTO
Mail@ FedeGiaco

Personalmente di questa Super Street Fighter IV 3D Edition ho apprezzato parecchie cose, essendo che non mi avvicinavo alla serie dal secondo capitolo. Innanzitutto l'aspetto tecnico molto curato, il 3D che rende tutto più vivido ed in generale il gameplay subito ostico, ma dopo alcune ore di allenamento assolutamente perfetto. Nonostante questo mi sento di sconsigliare il titolo a chi non è assolutamente sicuro di avere voglia di imparare, perché la frustrazione iniziale potrebbe far si che il gioco finisca presto, ingiustamente, a prendere polvere su uno scaffale.

GRAFICA:8L'aspetto grafico in generale è davvero ben riuscito ed i modelli dei personaggi e le animazioni sono ottimi. Unico neo, i fondali statici.
SONORO:8Uno dei punti forti del gioco, sia gli effetti che le musiche vengono riprodotti al meglio dalle piccole casse del 3DS.
GIOCABILITà:8.5Tutta la solidità ed il divertimento delle versioni maggiori trasportato su piccolo schermo, modalità per i novizi e comandi reattivi danno un quadro d'insieme fantastico.
LONGEVITà:9Il punto cardine del titolo, molti trofei da sbloccare, sfida elevatissima e multiplayer sia offline che online lo rendono praticamente infinito per ogni appassionato.
VOTO FINALE8.5
PRO:- Ottima realizzazione tecnica
- Gameplay fluido e ben bilanciato
CONTRO:- Curva d'apprendimento ripida per i novizi (nonostante il LITE)
- Fondali statici
- Online non sempre perfetto
Dead or Alive: DimensionsUn altro grande picchiaduro per 3DS, risulta sempre molto tecnico, ma è decisamente più abbordabile. Graficamente ottimo e ricco di contenuti.
The Legend of Zelda: Ocarina of Time 3DCapolavoro senza tempo. Di tutt'altro genere rispetto a Street Fighter, ma, data l'attuale limitata lineup della console, è comunque l'alternativa migliore.
SCHEDAGIOCO
Cover Super Street Fighter IV 3D Edition

Super Street Fighter IV 3D Edition

Scheda completa...
Super Street Fighter IV 3D Edition2011-07-26 15:00:00http://www.vgnetwork.it/recensioni-nintendo-3ds/super-street-fighter-iv-3d-edition/Una delle saghe di picchiaduro più apprezzate di sempre arriva su 3DS1020525VGNetwork.it