WarioWare Do It Yourself

Nintendo ed Intelligent Systems ci portano in un mondo tutto nuovo, dove saremo noi a creare i giochi
Scritto da @ EdrianoCordarail 01 giugno 2010
WarioWare Do It Yourself Recensione

Chi di voi non ha mai sognato di creare un videogioco? Le nostre menti brulicano di idee più o meno originali che a volte sorprendono anche noi stessi, ed è forse questa la particolarità che contraddistingue la razza umana dagli altri animali che popolano il nostro pianeta. Quello del game designer è un lavoro complesso e pesante da sopportare, ma è indubbio che una sua componente, quella creativa, è molto gratificante. Prendete ora un game designer dei giorni nostri, come può essere lo stesso Shigeru Miyamoto, e mettetelo al lavoro su un nuovo gioco. A questo punto togliete la parte relativa alle scartoffie, alle riunioni giornaliere, alle discussioni nel team, agli eventi di presentazione, alla programmazione (ho dimenticato qualcos’altro?) e tenete solo ed esclusivamente la componente creativa. Perfetto, avete trovato l’ambito su cui Intelligent Systems e Nintendo vogliono farvi cimentare in questo WarioWare Do It Yourself! Per la prima volta in questa serie, non dovremo solamente giocare ai minigiochi presenti per completare il gioco, ma avremo l’opportunità di creare noi stessi dei minigiochi.

Già altri giochi usciti nel recente passato hanno dimostrato come una grossa fetta d’utenza sia attratta da questi particolari mezzi d’intrattenimento e giustamente Nintendo non ha voluto tirarsi indietro. Come sarà questo WarioWare Do It Yourself? Scopriamolo…


Metto qui, metto là… fai così dai

Una volta entrati nel gioco, prima di cimentarsi nella creazione di nuovi minigiochi, è buona cosa guardare cosa offre l’Emporio, che sarà il luogo principale delle nostre sessioni videoludiche. Qui avremo a portata di mano sia i giochi creati da Intelligent Systems sia quelli che creeremo noi mediante l’editor a disposizione. C’è da sottolineare che tutti i giochi già creati sono stati realizzati proprio tramite il mezzo messo a disposizione dagli sviluppatori e fungono da esempio lampante delle potenzialità del tool di sviluppo. I 90 minigiochi presenti fanno tornare alla mente i precedenti capitoli di WarioWare, tutti contraddistinti da immediatezza ed ilarità, e non potevano mancare anche in questo particolare appuntamento (in fondo non tutti sono dei novelli Archimede, quindi meglio avere qualcosa di già realizzato). Oltretutto, in “Frullagiochi” troveremo le classiche partite a tema dove sfideremo i minigiochi di alcuni personaggi storici di WarioWare.

Per quanto riguarda invece lo spazio dedicato ai nostri minigiochi, potremo creare fino a 90 creazioni, tutte raggiungibili velocemente dall’Emporio; ma non solo di giochi è fatto questo WarioWare Do It Yourself… ed ecco che nell’Emporio trovano spazio anche i fumetti (composti da 4 pagine ciascuno) ed i brani musicali. Come per i minigiochi, anche per questi ultimi gli scaffali si dividono tra quelli contenenti materiale pre-creato e quelli con le nostre creazioni.


Fantasia al lavoro!

Arriviamo ora al vero nocciolo di WarioWare Do It Yourself : l’editor di minigiochi. Per poter creare un gioco dovremo utilizzare tre pannelli attraverso i quali copriremo: l’aspetto grafico, l’aspetto sonoro e quello relativo all’intelligenza artificiale. Per prendere dimestichezza con il sistema, Nintendo ha creato un luogo chiamato “Laboratorio” dove potremo continuare e portare a termine alcuni progetti di giochi lasciati incompiuti da Wario. Consigliamo a tutti di partire da questo punto e di leggere attentamente il manuale, che contiene tante pagine di spiegazione sull’utilizzo dei tre pannelli. Se vi sentite pronti ad affrontare la creazione di un gioco da zero, allora potete procedere nello “Studio”, dove con il Super Compomatic 21 inizieremo a dar vita alla nostra fantasia. Guardiamo un po’ da vicino le tre parti del sistema di sviluppo dei minigiochi.

  • Editor Grafico: qui dovremo iniziare i nostri passi nella creazione del gioco, partendo proprio dallo sfondo scenico, per poi passare ad i vari elementi che comporranno il nostro pargoletto. Per disegnare sulla tavola, sia che si tratti di sfondo sia che si tratti di elementi grafici, avremo a disposizione una palette molto intuitiva composta da colori, pennelli e timbri. I colori a nostra disposizione non sono molti (14 in totale) e dovremo conviverci se vogliamo creare qualcosa di funzionale. I pennelli servono per costruire a mano l’elemento grafico che risiederà nel gioco mentre, qualora volessimo iniziare da qualcosa di già precostruito, nei timbri si possono trovare una buona varietà di figure geometriche. Come tutti sappiamo, nei giochi 2D gli elementi grafici (chiamati Sprite) hanno anche delle animazioni; ebbene, i ragazzi di Intelligent Systems hanno ideato per questo WarioWare Do It Yourself un apposito tool grafico dedito alle animazioni, composto da 4 frames (vedeteli come 4 fotografie di una pellicola cinematografica) nei quali potremo disegnare le varianti dello stesso oggetto. Il bello è che si potrà copiare, tagliare, cancellare ogni singola parte dell’elemento e portarla dove si vuole, per così non riprodurre da zero lo Sprite. Se contate che un oggetto è formato da 4 strati, capirete che a livello di dettaglio il software offre una buona completezza.
  • Editor Musicale: questo è con tutta probabilità il tool nato dagli ultimi esperimenti melodici di Nintendo (Wii Music su tutti). Sarà possibile creare dei brani partendo da una manciata di tracce già presenti in WarioWare Do It Yourself, oppure creare un motivetto da zero. E’ possibile chiedere al sistema di creare un brano per noi, attraverso lo strumento Maestro, e potremo anche impostare alcune credenziali che la melodia dovrà rispettare. Se invece non volete spendere troppo tempo nell’inserimento delle note nei brani, potete utilizzare il microfono per registrare una semplice traccia, che verrà poi interpretata dal software di gestione. Sotto questo punto di vista Intelligent Systems ha proprio dato tutto l’occorrente per la creazione di un gioco di qualità.
  • Editor Intelligenza Artificiale: questo pannello è quello sul quale dovrete spendere la maggior parte del vostro tempo. Creare le dinamiche di gioco è apparentemente una passeggiata ma, dopo qualche ora di utilizzo, si inizia a percepire che il tutto poteva essere costruito in maniera migliore. Partiamo dalle base, ossia dal dare una sorta di intelligenza agli oggetti creati precedentemente. Ogni elemento può avere fino a 7 comandi, i quali possono variare dal semplice muoviti in una direzione fino a esegui qualcosa se accade questo (la classica regola di causa ed effetto). A loro volta, questi 7 comandi possono essere perfezionati aggiungendo più regole di causa/effetto. Per invece decretare quando una partita è vinta oppure no, viene utilizzato un interruttore On/Off, che qualora risultasse su On, fa scattare la vittoria. Insomma, c’è davvero di che sbizzarrirsi, ma forse si poteva fare qualcosa di più.

Un mondo tutto da scoprire

Altra nota piuttosto positiva di WarioWare Do It Yourself è il supporto all’online. Attraverso la Nintendo WiFi Connection sarà possibile entrare in contatto con la miriade di giocatori e scambiare i minigiochi creati. Oltretutto, Nintendo stessa offre un buon numero di ulteriori minigiochi non presenti nel gioco, tutti di ottima qualità. Questa è un’opportunità niente male, che ultimamente è stata ampliata anche attraverso l’utilizzo di Nintendo Wii e del WarioWario D. I. Y. Showcase, che permette di giocare ai propri minigiochi sul nostro televisore, attraverso il controller Wii (permette anche di scaricare i minigiochi dall’Emporio online).

Purtroppo, l’euforia iniziale presto avrà a che fare con la dura realtà. Anche in questo caso lo scambio di minigiochi potrà essere effettuato se si conosce il codice amico del nostro interlocutore, e potremo caricare sui server un massimo di 2 minigiochi, 2 fumetti e 2 brani. Il tutto è molto limitativo, ed un po’ ci dispiace perché le potenzialità sono davvero molto elevate se considerate che i minigiochi creati potranno essere pubblicati da Nintendo stessa in via ufficiale.


Un piccolo passo verso un genere totalmente nuovo

WarioWare Do It Yourself può essere visto come un progetto innovativo. Preso quel che c’era di buono nella classica struttura dei videogiochi di WarioWare, Intellingent Systems ha voluto osare e dare a tutti la possibilità di diventare dei piccoli Game Designer. Alla fine della nostra analisi non c’è dubbio che il team di sviluppatori è riuscito nel suo intento, ma si è dovuto scontrare con la limitatezza tecnologica della console. Inoltre, la cura superficiale di alcuni suoi elementi ha intaccato la profondità degli stessi, come per esempio l’editor grafico che non permette una grossa varietà di colorazioni degli sprite. Si tratta comunque di un prodotto di ottima qualità, innovativo, divertente e che permette a tutti di sentirsi dei creatori di videogiochi.
COMMENTO
@ EdrianoCordara
WarioWare D.I.Y. è sicuramente molto più ampio rispetto i precedenti. A ricordare il WarioWare Touched!, possiamo quasi dire che fu il preludio a Do It Yourself. E’ da notare il fatto che, pur avendo componenti in comune, l’esperienza di gioco è parecchio differente tra i due, con il Touched! molto più portato al divertimento puro ed immediato rispetto alDo It Yourself, dove la vera parte da leone la fa l’editor dei Minigiochi. Se volete cimentarvi in vostre creazioni non esiste di meglio in circolazione su DS .
GRAFICA:7.5Molto semplice, come ogni WarioWare che si rispetti. C’è da dire che i soli 14 colori disponibili nell’editor non ci vanno per niente giù.
SONORO:8.5L’editor Musicale è complesso e funzionale. Peccato per qualche limite dovuto alla console DS.
GIOCABILITà:8Nel suo complesso sa essere alla portata di tutti, cosa che apparentemente non sarebbe pensabile. Eppure Intelligent Systems ha fatto un buon lavoro in questo WarioWare Do It Yourself.
LONGEVITà:8A creare minigiochi su minigiochi il tempo passa, ed anche giocare a quelli creati da Nintendo e dagli altri videogiocatori fa perdere parecchie ore. C’è da dire che la longevità è direttamente proporzionale alla vostra vena creativa.
VOTO FINALE8
PRO:- Un barlume di novità
- Ottimo editor di minigiochi
- Il divertimento di WarioWare
CONTRO:- Modalità online da migliorare
- Alcuni editor possono essere perfezionati
WarioWare Touched!Il titolo precedente a Do It Yourself. Un ottimo esponente della serie, che come sempre trasporta il giocatore in un mondo fatto di risate e divertimento.
Drawn To Life - Il Capitolo Successivo ( DS )Un altro esperimento videoludico che porta verso la realizzazione in proprio di componenti videoludici.
SCHEDAGIOCO
Cover WarioWare D.I.Y.

WarioWare D.I.Y.

Scheda completa...
WarioWare Do It Yourself2010-06-01 15:24:20http://www.vgnetwork.it/recensioni-nintendo-ds/warioware-do-it-yourself/Nintendo ed Intelligent Systems ci portano in un mondo tutto nuovo, dove saremo noi a creare i giochi1020525VGNetwork.it