Back to the Future: Finale - OUTATIME

La fine di un nuovo grande inizio?
Scritto da il 22 luglio 2011
Back to the Future: Finale - OUTATIME Recensione

Il 23 giugno 2011 è stato il giorno del rilascio ufficiale, almeno per le versioni Pc e Mac, del capitolo conclusivo della serie Back to the Future firmata Telltale Games. Nel corso degli ultimi mesi vi abbiamo tenuto aggiornati sulle valutazioni dei precedenti capitoli, caratterizzate da atmosfere riuscitissime. A fare da cornice al tutto, purtroppo, un comparto grafico spesso sottotono e la presenza di enigmi a volte fin troppo semplici. Fattori, in particolar modo quest'ultimo, che hanno per forza di cose abbassato il voto globale e man mano le aspettative, altissime da principio, nei confronti della serie.

È, però, finalmente arrivata l'ora di dedicare un resoconto a questo Back to the Future: Finale – OUTATIME che al suo interno contiene un gradito ritorno e una sorpresa finale davvero niente male...


Il finale è servito

A cavallo dei fatti conclusivi di Double Visions, Back to the Future: Finale – OUTATIME ci vede, ancora una volta, risolvere l'intricata situazione creatasi tra il giovane Doc ed Edna. E non sembra così facile venirne a capo, almeno stando ai momenti iniziali di gioco. Andando oltre, gli sviluppatori hanno cosi deciso di regalarci eventi che portano ad un finale d'effetto, e piuttosto che allinearsi alla serie cinematografica per regalare una vicenda conclusiva hanno aperto nuove strade e percorsi, facendo quasi impazzire chi lo gioca, catapultandolo tra un bel numero di spazi temporali tra passato e presente. Situazioni che modificano, sostanzialmente, le ambientazioni e consentono di osservare particolari evoluzioni (quindi di come sarebbero diventati se) dei personaggi di gioco come Tannen, Edna e cosi via. Coraggio di osare, tanto da lasciare ampio spiraglio ad una seconda stagione, peraltro evidenziata con il 'To be Continued' finale.


Enigmi e grafica da rivedere

I grossi difetti del gioco son proprio questi. Se col primo episodio il comparto grafico si mostrava leggermente più performante, nei successivi qualche bug grafico di troppo, insieme alle poche location di gioco (che per OUTATIME invece sono di un buon numero), non ha permesso al prodotto di Telltale Games di affermarsi come son riusciti in ambito sonoro. Se in grafica, però, un occhio possiamo anche chiuderlo visto che la realizzazione nel complesso è più che sufficiente, diverso è il discorso per gli enigmi. Semplici e lineari, caso eccezionale l'enigma di cui abbiamo parlato nell'episodio quattro, a testimonianza che gli sviluppatori hanno preferito impostare un livello di difficoltà da casual game per concedersi possibilità più ampie di vendita. Probabilmente lo scopo è stato raggiunto, ma i veri amanti delle avventure non hanno certamente gradito tutto ciò, tanto che nell'ultimo episodio gli enigmi introdotti sembrano solo e soltanto rallentare la buona trama e i momenti divertenti di gioco.


Il ritorno di Michael J. Fox

Sebbene non fosse cosi remota la possibilità che il protagonista della serie cinematografica facesse, prima o poi, la sua comparsa nel videogioco di Telltale Games, bisogna assolutamente dire che ascoltare Michael nelle poche battute recitate verso il finale è assolutamente fantastico. La sua storia, più o meno conosciuta da tutti, anche dai non fan della serie di Robert Zemeckis, è esempio di come nella vita non si debba dare mai nulla per scontato e che è meglio non arrendersi mai. Qualche riga doverosa, quindi, per un gradito ritorno, stavolta nel presente, di uno degli attori a cui la sorte non ha proprio dato una grossa mano.

COMMENTO

Nonostante la qualità altalenante dei cinque episodi rilasciati, gli amanti della serie cinematografica riusciranno ad apprezzare il prodotto cosi come è. Non ci sono grafiche esaltanti, ma il fascino rimane sempre elevato. Vuoi per il comparto audio d'eccezione, vuoi perché alla fine si è sempre più curiosi di come va a finire, la serie di Back to the Future chiude nel migliore dei modi: regalare delle ore di gioco godibili, che nel finale aprono a futuri sequel...

GRAFICA:7Molte sono le location nuove, ma ancora una volta appaiono carenti dal punto di vista delle textures. Il risultato complessivo è comunque apprezzabile.
SONORO:9.5Strepitosi il doppiaggio (solo inglese e senza sottotitoli in italiano), gli effetti sonori e le musiche. Poi c'è un grande ritorno nel finale...
GIOCABILITà:7E' il tallone d'Achille della serie. La semplicità degli enigmi, fatta eccezione per qualche buono spunto nel quarto episodio, ha minato l'esperienza di gioco che sarebbe potuta essere di bel altro spessore. Almeno la trama e l'atmosfera sono incredibilmente riuscite.
LONGEVITà:7Due ore sono garantite, anche di più se non siete particolarmente avvezzi al genere. Complessivamente, le almeno dieci ore di gioco (tra i cinque capitoli) non sono affatto male.
VOTO FINALE7.5
PRO:- È Back to the Future
- Un gran bel “finale” per la serie
CONTRO:- Graficamente ancora da migliorare
-Enigmi fin troppo semplici
Tales of Monkey Island ( PC )Sempre di Telltale Games, assolutamente da provare!
Broken Sword Collection Volume 1Una delle avventure più belle di sempre, in una speciale collezione.
SCHEDAGIOCO
Cover Back to the Future: Finale - OUTATIME

Back to the Future: Finale - OUTATIME

Scheda completa...
Back to the Future: Finale - OUTATIME2011-07-22 12:00:00http://www.vgnetwork.it/recensioni-pc/back-to-the-future-finale-outatime/La fine di un nuovo grande inizio?1020525VGNetwork.it